Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Sanità

Sanità, Nursing Up De Palma: «E’ giunta a segno la nostra battaglia per valorizzare il lavoro degli infermieri di pronto soccorso

(08/11/2021)


Arrivano 63 milioni di euro circa, dal prossimo gennaio. Siamo fieri del buon esito delle nostre lotte e denunce pubbliche per arginare la fuga dei colleghi, attività di lotta sindacale alla quale abbiamo dato particolare impulso dal mese di settembre di quest’anno.

Siamo fieri che le nostre battaglie abbiano scalfito il muro di cemento armato della politica. E tutto questo, nel delicato e complesso percorso di valorizzazione della categoria, ci obbliga a non fermarci, a continuare a lottare per nuovi traguardi».



ROMA 8 NOV 2021 - «Ben 63 milioni di euro sono stati ufficialmente messi a disposizione degli infermieri italiani che lavorano nei pronto soccorsi.

Fanno parte del pacchetto di 90 milioni di risorse (rientranti nel nuovo piano di due miliardi del Fondo Sanitario) destinati anche ai medici che lavorano in quei reparti che, senza ombra di dubbio, hanno subito più degli altri, l’impatto devastante e inatteso della pandemia.

Come Nursing Up denuncia ormai da mesi, il surplus dei ricoveri, il rischio concreto di contagiarsi ogni giorno, i turni massacranti, hanno spinto, negli ultimi tempi, migliaia di operatori sanitari, a chiedere il trasferimento, lasciando di fatto scoperta la parte più delicata delle realtà ospedaliere.

Apprendiamo con soddisfazione che il Ministro della Salute, On. Roberto Speranza, e i suoi tecnici, hanno deciso di tener conto delle richieste oggetto delle nostre recenti campagne pubbliche, e di porre un concreto freno alla fuga di personale, a quella che lo stesso Ministro ha definito “una crisi di vocazione”, stanziando nuove e fondamentali risorse.

Siamo stati il sindacato che lo scorso 18 settembre ha aperto, pubblicamente, con un proprio comunicato stampa, la campagna per denunciare apertamente l’emorragia di personale dai pronto soccorsi e per chiedere urgenti soluzioni, finalizzate alla valorizzazione dei tanti colleghi del contesto.

Fummo tra i primi a raccontare le particolari condizioni di lavoro degli infermieri e degli altri operatori dipendenti del SSN, da Napoli a Bolzano, anche attraverso l'opera di denuncia delle nostre delegazioni locali.

Tutto questo, così come è avvenuto per le nostre lotte che hanno portato all’ottenimento dell’indennità specifica della professione infermieristica, dimostra apertamente che le battaglie, le denunce, quando sono sostanziate, come sempre accade nel nostro caso, da dati reali, dai fatti, dalle testimonianze di chi vive ogni giorno la realtà sanitaria, trovano ragion d’essere e talvolta arrivano anche a scalfire il muro di cemento armato della politica italiana.

Probabilmente la nuova indennità sarà calcolata su base oraria, ma attendiamo di verificare il tenore della disposizione.

Non possiamo che essere soddisfatti del fatto che il Ministro Speranza abbia tenuto conto, ancora una volta con i fatti, delle nostre richieste pubbliche, delle nostre lotte.

E senza dubbio siamo di fronte ad un concreto passo in avanti nel complesso e delicato percorso di valorizzazione degli infermieri italiani.

Ora aspettiamo di conoscere le modalità con le quali il Ministero intende corrispondere queste risorse, nel frattempo rivolgiamo all’On. Speranza un nuovo appello, invitandolo ad individuare nuove risorse specifiche per incrementare l'indennità professionale specifica destinata ai colleghi di tutti gli altri reparti e servizi, quella oggetto della recente legge, per la quale Nursing Up ha tanto lottato, e che con il prossimo CCNL dovrà essere corrisposta a tutti i colleghi che operano nel delicato panorama del servizio sanitario nazionale», conclude De Palma.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Storia delle mutue. Mutue nella storia presso l'università di Napoli

Mutua sanitaria Cesare Pozzo: “Storia delle mutue. Mutue nella storia” si terrà Giovedì 19 maggio ore 15.00 presso l’Università degli studi di Napoli - Federico II - Dipartimento di Giurisprudenza - Biblioteca ...continua
Pnrr, Vincenzo De Luca:“Diabete priorità assoluta, puntiamo ad essere eccellenza in Italia”

Fabiana Anastasio (Coordinamento Associazioni Pazienti ): “Orgogliosa della sinergia con le istituzioni” “Abbiamo assunto tra gli obiettivi principali del Sistema Sanitario Regionale la prevenzione della malattia diabetica. ...continua
Allocazione distretto sanitario Asl Napoli 2 Nord sul territorio di Bacoli: nuovo incarico al Consigliere Di Bonito

Con decreto n. 13 del 27-04-2021 ed ai sensi dell'art. 18 dello Statuto Comunale, il Sindaco Josi Gerardo Della Ragione ha conferito al Consigliere Comunale Mario Di Bonito, nell’ambito dei rapporti di collaborazione tra il Comune di Bacoli ...continua
Napoli e Pnrr: le opportunità per i pazienti diabetici delle regioni del Sud

All’hotel Mediterraneo l’evento ideato dal Coordinamento dell’associazione dei pazienti campani. Prevista la partecipazione del presidente Vincenzo De Luca Pnrr e diabete. Come sfruttare nel miglior modo possibile le risorse ...continua
Uno straordinario Maurizio De Giovanni ospite a Pompei della kermesse “Gli incontri di valore”

Uno straordinario Maurizio De Giovanni ospite a Pompei della kermesse “Gli incontri di valore”  “Il libro serve a scappare e portare il mare anche dove non c’è” la lectio di De Giovanni   &...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.