WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Sanità

«Proteggiamoci»: kit di protezione individuale donato dal Comune di Pozzuoli alla rete dei medici di base della città

(29/04/2020)

Tute, calzari, guanti, scudi facciali e mascherine. È questo il contenuto del kit di protezione individuale donato dal Comune di Pozzuoli alla rete dei medici di base della città, impegnati in prima persona nell'assistenza dei cittadini. «Proteggiamoli» è il nome dell'azione adottata dall'ente comunale per salvaguardare medici e pediatri a contatto con i propri assistiti, per non interrompere la possibilità di visite domiciliari e di ambulatorio.

«I nostri medici di base sono in prima linea come i loro colleghi degli ospedali – ha spiegato il sindaco Vincenzo Figliolia – per questo abbiamo deciso di donare loro, che sono i primi a incontrare i pazienti, i dispositivi di protezione, utili per fronteggiare l'emergenza Covid-19».

Una donazione resa possibile grazie al materiale acquistato attraverso i canali della Protezione civile comunale e donato all'Aggregazione funzionale territoriale (Aft), rappresentata dai dottori Tommaso Scotto di Minico, Carmelo Cicale e Vincenzo Russo.

«Il medico di base è la persona a cui ci apriamo per i nostri problemi – ha aggiunto il sindaco Figliolia – è il punto di riferimento di cui ci fidiamo e a cui ci affidiamo. Sono i medici di base a monitorare la popolazione e lo faranno ancora di più durante la cosiddetta Fase 2. Per questo motivo vogliamo che incontrino i propri assistiti in totale sicurezza. Anzi rilancio: invito l'ASL Napoli 2 Nord ad un coinvolgimento a tutto tondo dell'intera rete, per un approccio pragmatico, efficiente e sinergico ai casi che si presenteranno. Il sistema va integrato e potenziato, in qualsiasi modo possibile. La gestione dell'emergenza va fatta innanzitutto nel distretto sanitario, attraverso i nostri medici di base, sentinelle sul territorio. Ma i soldati per combattere devono essere armati. Solo così potranno affrontare al meglio la prevenzione del contagio. Tutto ciò per garantire il diritto alla salute di tutti i nostri cittadini»


Un atto che testimonia la solidarietà della città verso chi si trova al fronte contro un nemico invisibile.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo ancora chiuso

Il pronto soccorso dell’ospedale “San Leonardo” è ancora chiuso in attesa che l’Asl Na 3 Sud, con cui siamo in costante contatto, sblocchi la situazione. Mi è stato assicurato che i vertici dell’Azienda ...continua
Boscoreale - Salgono a 53 i casi positivi al virus nel comune boschese

“Dopo la protesta del Presidente di Anci Campania, d’ora in avanti l’esito dei tamponi praticati sarà comunicato direttamente ai sindaci dalla protezione civile regionale. Ciò - spiega il sindaco Antonio Diplomatico-consent...continua
Misure Anti Covid -19 Sospese attività ambulatoriali al Fatebenefratelli

L’Amministrazione dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento, rappresenta che in ottemperanza alle disposizioni nazionali in materia ed alle ordinanze regionali volte al contenimento e gestione dell’emergen...continua
Ospedale San Leonardo - Pronto soccorso chiuso, barelle finite

Il Sindaco Cimmino fa sapere - Sono fortemente preoccupato per le ultime notizie che mi giungono dall’ospedale San Leonardo. Mi sono attivato subito nel contattare il direttore generale dell’Asl Napoli3 Sud, l’ing. Gennaro Sosto, ...continua
Fials Na3SUD "Siamo arrivati al limite della sopravvivenza umana"

 Dopo l'articolo, riportato in data 25/10/2020 dall'editoriale il "Mattino", con il quale veniva intervistato il Primario del U.O.C. M.C.A.U. - P.S - Covid del P.O. S. Leonardo di Castellammare di Stabia il Dott. P. Di Cicco, ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.