Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Medicina



Piccolo miracolo in sala parto all’Azienda “Moscati”

Grazie a un delicato intervento multidisciplinare, nessuna conseguenza per una 38enne con accretismo placentare

(09/02/2022)

Rischiava non solo di perdere il bambino che aveva in grembo, ma anche la sua stessa vita o un’isterectomia (rimozione dell’utero) con gravi lesioni alla vescica. È stata invece dimessa dopo cinque giorni dal parto in buona salute con il suo secondogenito tra le braccia una donna di 38 anni di Avellino, arrivata presso l’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati” in fase iniziale di travaglio.
Dalla visita pre-partum è emerso che la donna presentava una placenta accreta, che aderiva cioè all’interno delle pareti dell’utero fino a intaccare la vescica. Grazie a un lavoro multidisciplinare, che ha visto in sala parto il ginecologo e l’ostetrica affiancati dall’anestesista, dal radiologo interventista e dall’urologo, il caso è stato trattato in maniera eccellente, facendo nascere un bimbo sano e salvando anche l’utero e la vescica della donna.
«I dati scientifici restituiscono un’alta percentuale di morbilità-mortalità materno-fetale e di isterectomie causate dall’anomala inserzione placentare – spiega il Direttore dell’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia, Elisiario Struzziero –. La collaborazione tra professionisti di diverse discipline dell’Azienda “Moscati” ha reso possibile un piccolo miracolo: sono pochi i centri in Italia in cui si effettuano interventi di questa portata, procedendo simultaneamente a far nascere il bambino, a eseguire l’embolizzazione per evitare emorragie che metterebbero a rischio la partoriente e a salvaguardare utero e vescica con trattamenti conservativi».






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

L’ospedale di Avellino risarcisce il paziente operato inutilmente al cuore

“L'Ospedale Moscati di Avellino ha concordato il risarcimento di 45mila euro per evitare la condanna giudiziale riguardo a un caso di intervento inutile a cuore aperto su un 50enne napoletano. Lo Studio Associati Maior, che ha assistito ...continua
All’Azienda Moscati parte la sperimentazione di un vaccino terapeutico per il cancro al colon

Piemonte, Lombardia, Toscana e…Campania. L’Azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati Avellino è uno dei quattro centri in tutta Italia autorizzato alla sperimentazione di un vaccino per il tumore al colon. Nell’unità ...continua
Terapia intensiva neonatale ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia L'associazione Un Cuore tra le mani dona sonda ecografica wireless

Nei mesi scorsi il caso della piccola Mariarosaria Graziuso, stabiese, affetta da una grave patologia cardiaca congenita, aveva suscitata un vera e propria gara di solidarietà per consentire un delicato intervento in un ospedale di Boston ...continua
Back to School, cardiologie aperte 2024

l’Asl Napoli 3 Sud porta nelle scuole la prevenzione cardiovascolare Il 7 marzo scorso, presso l’auditorium dell’Istituto comprensivo “Matilde Serao” di Volla, si è tenuto un incontro di sensibilizzazione ...continua
Un donatore moltiplica la vita, Asl Napoli 3 Sud in prima linea

Un evento per ribadire l’importanza della donazione di organi, tessuti e sangue “Un donatore moltiplica la vita” è il titolo dell'iniziativa tenuta al Teatro Di Costanzo-Mattiello di Pompei lo scorso 28 febbraio 2024. Obiett...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences