Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Medicina



Cardiologia Ospedale di Nola da oggi disponibile il trattamento percutaneo dell’ipertensione arteriosa

(24/03/2023)

Una pratica che si esegue mediante un intervento mininvasivo di ablazione del sistema nervoso che regola l’attività del rene

Dall’ospedale di Nola arrivano buone notizie per i pazienti affetti da ipertensione arteriosa. Una novità rassicurante soprattutto per coloro che presentano una multifarmaco resistenza ai numerosi antipertensivi.
Da oggi è disponibile presso il reparto di cardiologia nolano diretto dal dottor Luigi Caliendo il trattamento percutaneo dell’ipertensione arteriosa.
Una pratica che si esegue mediante un intervento mininvasivo di ablazione del sistema nervoso che regola l’attività del rene, organo fondamentale nella patogenesi dell’ipertensione arteriosa.
La procedura di ablazione si esegue mediante un sistema costituito da un catetere a forma spiraliforme che viene introdotto sotto guida angiografica all’interno delle arterie renali bilateralmente, determinando una ablazione tramite radiofrequenze che vanno a rendere nulla l’attività del sistema nervoso sul controllo della pressione arteriosa.
La procedura determina una riduzione di circa 10 mmHg per valore di pressione sistolica e diastolica riducendo il numero di farmaci antipertensivi e migliorando la qualità di vita dei pazienti.
Lo scorso 22 marzo 2023 presso l’unità di cardiologia interventistica diretta dal dottor Michele Capasso è stata eseguita la prima procedura di denervazione renale mediante sistema Symplicity Spiral ad opera dei dottori Francesco Granata e Francesco Terracciano, coadiuvati dagli infermieri Marianna Bozzoli, Eugenio Stampati e Simeone Giordano.
Grazie a questa tecnica innovativa l’ospedale di Nola può offrire un servizio sempre più efficace e sicuro a tutti quei pazienti affetti da ipertensione arteriosa che finora vedevano limitare sempre più la propria qualità di vita dietro un continuo utilizzo di farmaci spesso inefficaci o promotori di intolleranze.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Cardiologia ospedale di Boscotrecase Eseguite due angioplastiche carotidee attraverso l’arteria radiale

Un approccio innovativo per il trattamento delle stenosi carotidee, in Campania adottato solo in pochissimi centri di cardiologica interventistica. Tra questi l’unità operativa complessa di cardiologia-utic-emodinamica del presidio ...continua
Prelievo multiorgano all’Azienda Moscati: il gesto di solidarietà di una 57enne irpina dona speranza a quattro persone in attesa di trapianto

  Primo prelievo multiorgano del 2024 presso l’Azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino. Grazie a un gesto di grande solidarietà da parte di una 57enne irpina e della sua famiglia, la vita di quattro persone potrà ...continua
22 anni, si ferisce con un oggetto di ferro arrugginito e contrae il tetano

Durante dei lavori domestici un ragazzo di 22 anni, stabiese, si ferisce alla mano con una vecchia porta arrugginita. Passano circa 7 giorni, poi la comparsa della sintomatologia tipica del tetano. Giunge al pronto soccorso dell’ospedale ...continua
Boscotrecase, eseguita la prima procedura di eco broncoscopia

È stata eseguita ieri (8 febbraio 2024) all’ospedale di Boscotrecase la prima procedura di eco broncoscopia. Si tratta di un’indagine molto sofisticata che viene proposta ai pazienti quando c’è sospetto di una malattia ...continua
Prevenire l’osteoporosi oggi si può

Al SYNLAB Lei di Napoli la giornata di prevenzione contro l'osteoporosi ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences