WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Politica

Il coordinatore Area Monti Lattari - Tagliare del 50% i tributi comunali per le attività commerciali e imprenditoriali

(16/04/2020)


Lo propongono Fratelli d’Italia e Gioventù Nazionale ai sindaci dell’area stabiese e dei Monti Lattari. Il documento è stato indirizzato ai primi cittadini di Agerola, Casola, Castellammare, Gragnano, Pimonte, Santa Maria la Carità e Sant’Antonio Abate.

Nella missiva, Fratelli d’Italia, evidenzia «che il protrarsi della chiusura delle citate attività imprenditoriali e commerciali sta determinando serie ripercussioni economiche e finanziarie nel tessuto produttivo e sociale del nostro territorio, creando anche tangibili situazioni di disagio in tutti i lavoratori dipendenti impiegati in tali attività» e «che la chiusura di tali attività imprenditoriali e commerciali, si prolungherà almeno fino
al giorno 3 maggio, salvo ulteriori proroghe».

Non senza sottolineare che «gli organi di governo regionale sono, ad oggi, intervenuti, per far fronte all’emergenza economica venutasi a creare a seguito emergenza virologica, attraverso misure farraginose che non hanno ancora prodotto alcun effetto concreto in termini di iniezione di liquidità e sollievo per le attività imprenditoriali e commerciali».

Così Fratelli d’Italia propone «alle amministrazioni comunali del comprensorio Area Monti Lattari, perimetro territoriale ricco di attività imprenditoriali e commerciali di adottare misure volte al concreto aiuto alle imprese, a cui è stata imposta la chiusura delle proprie attività dalle disposizioni governative e regionali. Nello specifico, si chiede, come linea di indirizzo nella redazione del futuro bilancio previsionale 2020, una riduzione nella misura del 50% di tutti i tributi comunali a carico delle suddette attività, relativamente all’anno d’imposta 2020, compatibilmente alle risorse di bilancio disponibili, senza dunque, limitarsi al solo slittamento delle stesse. In attesa di ulteriori e più incisivi provvedimenti governativi, riteniamo che un primo segnale di concreta vicinanza alle attività imprenditoriali e commerciali operanti nei propri Comuni possa essere data attraverso tale misura».






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Campania, Patriarca (FI): Regione blocchi bando Asl Na3, è irregolare

Il capogruppo in consiglio regionale: «Già iniziate le prime assunzioni di personale» NAPOLI - Chiede l'intervento della Regione Campania sul «bando fantasma» dell'Asl Na3 Sud, il capogruppo di Forza Italia ...continua
Assessore di Napoli Clemente- Gaudini su Galleria Vittoria

"L' Amministrazione comunale ha sempre dedicato alla Galleria Vittoria la massima attenzione con un progetto complessivo di rifunzionalizzazione e con lo stanziamento, a seguito dell’approvazione del bilancio, di 600 mila euro per ...continua
Michele Aprea per Fratelli d’Italia chiede un comitato interforze permanente contro la microcriminalità a Castellammare di Stabia

«L’allarme criminalità deve diventare un tema centrale dell’azione amministrativa. Da giorni assistiamo a continui raid tra furti e rapine ai danni di attività commerciali già in ginocchio per via della pandemia. ...continua
“700TORRE” - Torre Annunziata insieme a Pompei si candida come capitale della cultura

ASCIONE: “CON POMPEI CI CANDIDEREMO CAPITALI DELLA CULTURA ITALIANA” SCASSILLO: “UN PATRIMONIO DIGITALE DA TRASFORMARE IN MUSEO VIRTUALE” È stata lanciato ieri mattina presso la sede municipale di palazzo Criscuolo, ...continua
Agricoltura E PSR. Graduatorie in impasse da troppo tempo

Salerno, 20 Gennaio 2021 - Due le graduatorie sotto la lente di ingrandimento della Regione Campania: i PIG, progetto integrato giovani, bando aperto nel 2017 e chiuso 2018 con una dotazione finanziaria di 140 milioni di euro. L’altra misura ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.