WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Politica

Covid, Patriarca (FI): basta teatrini social, De Luca torni a lavorare

Il capogruppo in consiglio regionale: «Solidarietà ai medici, no a gogne pubbliche»

(28/11/2020)

NAPOLI - «Stigmatizziamo con convinzione le parole del governatore sui medici. Un attacco frontale e senza alcuna scusante davanti al quale restiamo sconcertati». Lo ha dichiarato Annarita Patriarca, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. «Il personale sanitario campano, al quale vanno la nostra solidarietà e il nostro ringraziamento per i sacrifici che da mesi sostengono con abnegazione e dedizione, si trova ad operare in condizioni estreme a causa di deficit organizzativi che sono imputabili alla Regione Campania; e per questo non può certo essere trascinato sul banco degli imputati. L'atteggiamento di scaricare le colpe su chi lotta - e non è un termine a caso - con impegno e in prima linea nella trincea della battaglia sanitaria al coronavirus dimostra l'incapacità di guardare con chiarezza e onestà alla realtà. In questo momento di crisi senza precedenti, è fin troppo facile addossare le proprie responsabilità a chi responsabilità non ne ha», ha continuato la forzista. «Questo è il momento di mettere fine alle polemiche, agli scontri, alla ricerca del capro espiatorio a tutti i costi. L'ascia di guerra deve tornare sottoterra. Invitiamo il presidente De Luca a lasciar perdere i teatrini social e la sfiancante pratica delle puntualizzazioni a tutti i costi e di aprire, invece, una fase di concertazione con tutte le forze politiche sul territorio. Il centrodestra ha più volte ribadito, e lo facciamo di nuovo, la sua disponibilità a collaborare in questa fase di estrema criticità: siamo pronti a dare una mano. De Luca però non può continuare a guerreggiare con tutto il mondo: dal governo, ai sindaci, al personale medico senza rendersi conto che i danni collaterali di questa tensione si scaricano sui cittadini. È tornato il momento per il governatore di tornare a prendere decisioni e di rimettersi al lavoro», ha detto ancora Patriarca. «Rinnoviamo con convinzione la nostra vicinanza agli operatori sanitari. E censuriamo con forza questo sistema di “gogna pubblica” che non può far parte del bagaglio culturale e politico di un alto rappresentante delle istituzioni», ha concluso il capogruppo azzurro.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

“700TORRE” - Torre Annunziata insieme a Pompei si candida come capitale della cultura

ASCIONE: “CON POMPEI CI CANDIDEREMO CAPITALI DELLA CULTURA ITALIANA” SCASSILLO: “UN PATRIMONIO DIGITALE DA TRASFORMARE IN MUSEO VIRTUALE” È stata lanciato ieri mattina presso la sede municipale di palazzo Criscuolo, ...continua
Agricoltura E PSR. Graduatorie in impasse da troppo tempo

Salerno, 20 Gennaio 2021 - Due le graduatorie sotto la lente di ingrandimento della Regione Campania: i PIG, progetto integrato giovani, bando aperto nel 2017 e chiuso 2018 con una dotazione finanziaria di 140 milioni di euro. L’altra misura ...continua
PSR-Petracca(PD): nostro dovere dare risposte, le risorse del regolamento transitorio FEARS rappresentano una soluzione a portata di mano

  Napoli 18 Gennaio 2021 - «E’ dovere della politica dare risposte certe ai tanti giovani della Campania che hanno deciso di affidare il proprio futuro professionale al comparto agricolo e che hanno individuato nelle misure del ...continua
Patrizio Mascolo:"Gragnano, 7 anni di amministrazione da bocciare"

Il Documento Unico di Programmazione (DUP) dovrebbe evidenziare la strategia dell'amministrazione messa in campo per riqualificare il territorio, invece mi sembra di aver ascoltato progetti triti e ritriti, un copia e incolla di ben 7 anni di ...continua
Terme di Stabia, Cimmino: "Basta strumentalizzazione"

"A Castellammare si respira finalmente un'aria nuova, una ventata di ottimismo e di fiducia. Gli imprenditori tornano ad investire sul territorio. E la proposta pervenuta per le Nuove Terme sarà discussa presto in consiglio comunale"....continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.