WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Cronaca. Guardia Sanframondi - Castel Volturno - Limatola - Caserta

Oggi, militari della stazione di Guardia Sanframondi, unitamente a quelli del Nucleo Operativo Ecologico di Napoli e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Benevento, nell’ambito di mirati controlli nel settore agroalimentare e ambientale, denunciavano in stato di libertà il proprietario di un frantoio sito in agro del comune di San Lupo in quanto, a seguito di attività ispettiva, veniva accertato che le acque reflue di lavorazione delle olive venivano sversate illecitamente direttamente in un canale vicino all’opificio. Inoltre, veniva elevata una sanzione amministrativa di euro 3.000 poiché veniva impiegato un lavoratore in nero.


In data 06.11.2018, personale del Comando Stazione Carabinieri di Castel Volturno, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, al termine di articolata attività investigativa diretta da questo Ufficio, eseguiva a carico di S. B., di anni 61, medico chirurgo e residente a Napoli, l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP, per il delitto di cui all'art. 609 bis e 609 ter comma 1 c.p., violenza sessuale in danno di un bambino di anni 9.
L'indagine svolta, pur nelle difficoltà legate al particolare contesto in cui il delitto veniva consumato, permetteva di accertare che l'indagata, nell'agosto 2018, agendo all'interno della sua casa estiva, sita in Castel Voltiamo, aveva abusato del minore che le era stato affidato per poche ore dagli stessi genitori, vicini di casa.
Nello specifico è emerso che l'indagata avesse condotto il minore all'interno di una pertinenza della sua abitazione e, dopo averlo parzialmente denudato, lo costringeva a subire atti sessuali, praticati con azione particolarmente energica tanto da procurare al minore lesioni al glande.
La vittima, in sede di escussione con le modalità protette previste dal codice di rito, rendeva dichiarazioni al Pubblico Ministero che confermava l'ipotesi accusatoria, già fondata sulle risultanze della certificazione medica, riscostruendo con dovizia di particolari, le fasi della violenza e l'adescamento preliminare, fornendo così la base probatoria condivisa dal GIP in sede di emissione del provvedimento restrittivo.
L'indagata, al termine delle operazioni di rito è stata associata in idonea struttura carceraria per ivi rimanere a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
 

 

Limatola (BN). Icarabinieri intervengono e bloccano un disoccupato 41enne che tenta il suicidio
 
Nel pomeriggio la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Montesarchio ha ricevuto una telefonata sull’utenza di emergenza 112 per un tentativo di suicidio in atto in un’abitazione di Limatola
I familiari di un 41enne disoccupato del luogo hanno chiesto l’intervento di una pattuglia dell’Arma perché il loro congiunto, in un momento di sconforto a causa di una difficile situazione affettiva, si era barricato in una stanza dell’abitazione minacciando di tagliarsi la gola con un grosso segaccio.
La pattuglia della Stazione Carabinieri di Sant’Agata de’ Goti è giunta sul luogo dopo pochi minuti ed i militari, messi in sicurezza gli altri presenti nell’abitazione, sono riusciti a calmare l’uomo con un dialogo persuasivo, conquistandone la fiducia.
Dopo circa venti minuti, due carabinieri sono riusciti ad entrare nella camera in cui il 41enne si era rinchiuso e sono riusciti a bloccarlo e disarmarlo.
Subito l’uomo è stato soccorso dal personale di un’autoambulanza del 118 di Limatola, intanto era giunta, che provvedeva a trasportarlo al nosocomio Rummo di Benevento, dove è tuttora sotto osservazione.




Arrestato ultimo componente del gruppo di 4 ladri di appartamento sfuggito alla cattura del 6novembre scorso. La cui circostanza è costata la vita al brigadiere Emanuale Reali

 Alle ore 21.30 odierne, in Caserta, i militari della Compagnia di Caserta hanno eseguito il fermo di indiziato di delitto – emesso dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere – nei confronti di Attanasio Pasquale, cl. 94, di Napoli, identificato quale ultimo componente del gruppo di 4 ladri di appartamento che era sfuggito alla cattura il 6 novembre scorso, nel corso dell’operazione in cui ha perso la vita il V.Brig. Emanuele REALI. L’arrestato è ritenuto responsabile di concorso in furto in abitazione, resistenza a P.U. e morte come conseguenza di altro reato. Lo stesso, a seguito delle incessanti attività d’indagine e ricerca coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere (P.M. dott.ssa Capone), vistosi oramai braccato si è presentato, presso il Comando Provinciale Carabinieri di Caserta, unitamente al proprio legale di fiducia.

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Mondragone (Ce), arrestato un ghanese per tentato furto e resistenza al pubblico ufficiale

Nel corso della mattinata odierna, in Mondragone (Ce), i carabinieri della sezione radiomobile del Reparto Territoriale di Mondragone hanno tratto in arresto, per tentato furto e resistenza a pubblico ufficiale, PEPRAH Paul, cl. 87, del Ghana, irregolare ...continua
Cronaca. Napoli, Rione Sanità - San Giovanni a Teduccio

Napoli, Rione Sanità: carabinieri trovano e sequestrano armi cariche e droga una pistola revolver con 6 cartucce provento di furto, Una pistola semiautomatica con matricola abrasa e 7 cartucce e un’altra semiautomatica con matricola ...continua
San Nicola La Strada, arrestato spacciatore

Nella tarda serata di ieri, in San Nicola La Strada (CE), i carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Marcianise, durante un servizio di prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno tratto in arresto CAMARA ...continua
San Giorgio del Sannio - Aveva nel garage e in camera da letto 160 grammi di marijuana. Arrestato

 A San Giorgio del Sannio (BN), questa mattina, i Carabinieri della Stazione del centro sangiorgese dopo le ultime operazioni antidroga, hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti R.F., ...continua
Boscoreale - Minaccia la madre con un paio di forbici e chiede soldi per comprare droga. 36enne arrestata

dai carabinieri I carabinieri dell’aliquota radiomobile di torre annunziata hanno tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione una 36enne del “Piano Napoli” di Boscoreale già nota alle forze dell’ord...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.