WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia

Napoli, Il futuro è logistico, sostenibilità e conoscenza per gestire il cambiamento

A Napoli la giornata di studio promossa dall’Iriss-Cnr e dall’Ailog giovedì 11 ottobre 2018 alle 9,00 presso il Complesso Monumentale di Santa Chiara (sala del Crocifisso)

NAPOLI - Nell'attuale contesto competitivo, la gestione della logistica è diventata sempre più complessa e ad elevata intensità di conoscenza. La globalizzazione delle attività logistiche e di trasporto, lo sviluppo di partnership collaborative tra gli attori della supply chain e la digitalizzazione dei processi logistici sono solo alcune delle tendenze che sottolineano il ruolo della conoscenza e del fattore umano quali risorse strategiche a supporto della logistica del futuro. Allo stesso tempo, la necessità di ridurre l'impatto negativo sull'ambiente è diventata una priorità significativa per le aziende che operano nella supply chain. Poiché le attività di trasporto e logistica forniscono il maggior contributo alle emissioni di CO2 dopo la produzione di energia, è evidente la necessità di rendere più sostenibili tali attività.
La giornata di studio, organizzata dall’Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo (Iriss) del Cnr di Napoli e dall’Associazione Italiana di Logistica e di Supply Chain Management (Ailog), si terrà giovedì 11 ottobre 2018 alle ore 9,00 nella sala del Crocifisso presso il Complesso Monumentale di Santa Chiara e intende discutere queste tematiche mettendo a confronto ricercatori di fama internazionale e manager d’impresa di alto profilo con l’obiettivo di verificare come le imprese stanno rispondendo alla sfide poste dal cambiamento.
L’evento è aperto da Alfonso Morvillo (direttore del Cnr-Iriss) e Paolo Bisogni (presidente Ailog e Associazione Europea di Logistica – Ela) che sostengono che i temi trattati nella giornata di studio sono di forte attualità sia per le imprese che per il mondo della ricerca e che essi dovrebbero riflettersi in adeguate politiche di supporto per lo sviluppo di questo importante settore dell’economia italiana.
L’intervento di apertura sarà affidato a Alan McKinnon (professore della Kühne Logistics University di Amburgo, Germania) uno dei maggiori esperti internazionali sul tema della green logistics che collabora con diverse enti industriali e agenzie governative (tra cui il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici dell’Onu) sulla misurazione e la riduzione delle emissioni di CO2 prodotte dal trasporto merci. McKinnon sostiene che senza drastici interventi in questo settore, l’80% delle imprese logistiche e di trasporto in Europa saranno interessate dagli effetti del cambiamento climatico entro il 2020.
L’intervento di Pietro Spirito (presidente dell’Autorità Sistema Portuale Mar Tirreno Centrale) ha rimarcato la necessità di interventi innovativi nella gestione dei porti italiani per evitare la perdita di traffico che sta interessando il sistema portuale nazionale.
Infine, Edward Sweeney (direttore dell’Aston Logistics & Systems Institute, Aston University, UK) focalizza il suo intervento sul ruolo della conoscenza e delle risorse umane nella logistica. Il prof. Sweeney sostiene che la gestione della conoscenza è la nuova sfida con cui si devono confrontare le imprese che operano nella supply chain del futuro. Il prof. Sweeney conclude che per vincere questa sfida è necessario passare dalla supply chain alla human chain attraverso lo sviluppo innovativo delle risorse umane.
Altri importanti contributi vengono dal mondo delle imprese con gli interventi di Roberto Magnani (Vice President Logistics, Barilla SpA), Mauro Rizzolo (Vice President Logistics Western Europe, Schaeffler), Michela Credendino (Business Development Sales, Kuehne + Nagel) e Gennaro di Capua (Ceo Ala SpA - Advanced Logistics for Aerospace).

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Sicurezza delle abitazioni: i professionisti Naca offriranno consulenze gratuite

Naca affiancherà il progetto “Diamoci una Scossa”, portando i suoi tecnici nelle piazze per offrire consulenze strutturali gratuite...continua
Mezzogiorno d’Italia: ultima spiaggia, a Capri il convegno organizzato da Eurapromez

Il confronto promosso dall’Associazione Nazionale per il Progresso del Mezzogiorno d’Europa presieduta dal Prof. Pasquale Dell'Aversana con la collaborazione della Fondazione Economia Tor Vergata, il coordinamento scientifico del ...continua
Assegni di cura per malati gravissimi Domande entro il 10 novembre 2018 Zinno: "Al fianco delle fasce deboli"

San Giorgio a Cremano, 16 ottobre 2018 - Sostegno ai malati gravissimi. L'amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno, parte con un'altra misura a favore delle fasce deboli, attraverso l'ambito territoriale N28 di cui San Giorgio ...continua
Prevenzione sismica e finanziamenti statali: ecco come come ottenerli con N.A.C.A

Il 19 ottobre i locali della Biblioteca comunale di Gragnano ospiteranno il terzo incontro del Riqualifichiamo Insieme Tour, un progetto ideato dall'associazione Naca, col patrocinio , tra gli altri, della Camera di Commercio Napoli e della ...continua
Campania, Confapi: bene Piano lavoro per giovani e burocrazia

NAPOLI – «Il Piano Lavoro varato dalla Regione Campania è la risposta giusta alle necessità di un territorio dove un terzo dei giovani è “neet”, non è impegnato nello studio né in progetti ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.