WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Sanità

Piano di Zona S2, progetto ITIA: i tirocini di inclusione

Con l’avvio dell’Azione C) Tirocini finalizzati all’inclusione sociale, il progetto “I.T.I.A. Intese Territoriali di Inclusione Attiva”, intitolato “Key of change”, finanziato al Piano di Zona S2 dalla Regione Campania, per complessivi € 963.421,00, intraprende i tirocini di inclusione sociale.
L’azione C è affidata al partner ONMIC, un’Associazione di Promozione Sociale e Agenzia formativa accreditata presso la Regione Campania. Le attività sono rivolte a n. 7 destinatari con disabilità.
Finalità dei “Tirocini di Inclusione sociale” è quella di favorire l’integrazione nel tessuto sociale attraverso il finanziamento di attività di orientamento, formazione e inserimento/reinserimento socio-lavorativo finalizzate anche all’autonomia ed alla riabilitazione di persone prese in carico  dai  servizi  sociali  professionali  e/o  dai servizi sanitari competenti.
Destinatari dei tirocini di inclusione sono i residenti in uno dei comuni dell’ambito territoriale S2 (Cava de’ Tirreni, Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti, Vietri sul Mare).
CARATTERISTICHE DEI DESTINATARI E REQUISITI DI ACCESSO
I tirocini sono destinati a disabili ai sensi della L. 68/99 e cioè: gli invalidi civili con percentuale minima di invalidità pari o superiore al 46%;  gli  invalidi  del  lavoro  con  percentuale  minima  di  invalidità  pari  o  superiore  al  34%;  i  non  vedenti (comprese anche le persone con residuo visivo non superiore a un decimo in entrambi gli occhi, anche con correzione  di  lenti);i  non  udenti  (individui  colpiti  da  sordità  dalla  nascita  o  prima  dell’apprendimento  della lingua parlata, purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio); gli invalidi di guerra, invalidi civili di guerra, invalidi di servizio.
Svantaggiati maggiormente  vulnerabili,  ai  sensi  della  L.  381/91  e  ss.mm.ii.,  e  cioè:  invalidi  fisici,  psichici  e sensoriali,  gli  ex  degenti  di  ospedali  psichiatrici,  anche  giudiziari,  i  soggetti  in  trattamento  psichiatrico,  i tossicodipendenti, gli alcolisti, i minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare, le persone detenute o internate negli istituti penitenziari, i condannati e gli internati ammessi alle misure alternative alla detenzione e al lavoro all'esterno ai sensi dell'articolo 21 della legge 26 luglio 1975, n. 354, e successive modificazioni.
I destinatari devono essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti minimi:
-  presa  in  carico  da  parte  del  servizio  sociale  professionale  e/o  del  servizio  sanitario  competente  sul territorio di riferimento;
-  stato di inoccupazione e/o disoccupazione al momento dell’attivazione del tirocinio.
Sarà considerato requisito  preferenziale  il  possesso  di  un’età  inferiore  ai  25  anni  compiuti  al  momento dell’attivazione  del tirocinio. Qualora i destinatari siano minori, gli stessi dovranno aver compiuto 16 anni e assolto l’obbligo d’istruzione.
I requisiti descritti devono essere posseduti alla data di pubblicazione dell’avviso.
Il tirocinio di inclusione avrà una durata massima di 24 mesi e si svolgerà presso la sede dell’azienda ospitante.
A tutti i partecipanti è riconosciuta un’indennità pari a €. 500,00 al mese.

Le domande, da redigere secondo le modalità previste dall’Avviso, devono essere presentate entro il 29 luglio prossimo.
Tutte le informazioni sugli Avvisi, riguardanti anche le azioni A) percorsi di empowerment  e azione C) tirocini finalizzati all’inclusione sociale, sono disponibili sul sito www.pianodizonas2.it






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Prevenzione del contagio nelle scuole L’Asl Napoli 3 Sud forma gli insegnati anticovid

L’Asl Napoli 3 Sud al fianco degli istituti per una riapertura in sicurezza. In collaborazione con le istituzioni scolastiche regionali l’azienda sanitaria ha attivato un programma formativo per il personale referente, scelto dalle stesse ...continua
Contagio covid nella casa di riposo San Giovanni di Saviano

A seguito del ricovero di un’anziana, la scoperta della positività con la tempestiva attivazione delle misure di contenimento. Contagiati 17 ospiti e 7 operatoti della struttura A seguito del ricovero presso l’ospedale di Nola ...continua
Castellammare di Stabia. Tre cittadini risultati positivi al Covid-19

L’Asl ha comunicato che altri 3 cittadini di Castellammare di Stabia sono risultati positivi al Covid-19. Si tratta di un 56enne, di una 37enne e di un 24enne che di recente sono stati sottoposti al tampone, il cui esito ha confermato il contagio. ...continua
Emergenza Corona Virus - Altri 4 cittadini stabiesi positivi al Covid 19

L’Asl ci ha comunicato che altri quattro cittadini di Castellammare di Stabia sono risultati positivi al Covid-19. Si tratta di una 53enne, una 38enne, un 39enne ed un 61enne che di recente si sono sottoposti al tampone, il cui esito ha confermato ...continua
Castellammare di Stabia. 63enne risultato positivo al Covid 19

L’Asl ci ha comunicato che un altro cittadino di Castellammare di Stabia è risultato positivo al Covid-19. Si tratta di una 63enne che di recente si è sottoposta al tampone, il cui esito ha confermato il contagio. La donna ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.