WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Attualità

Il complesso di Sant'Antonio rischia il crollo, nuove denunce

De Cristofaro: "Bene importante per turismo e comunità. Urge intervento"

Domenico Capone, un giovane vicino ai frati francescani sfrattati dal complesso di Sant’Antonio al Seggio, chiuso per inagibilità a tempo indeterminato, ha recentemente incontrato l'architetto Orlando de Cristofaro, candidato alle prossime elezioni regionali, per sottoporre alla sua attenzione la questione mai risolta del bene aversano.

 

Capone, che si è avviato al cammino di fede nello stesso ordine, ha sottolineato che, "nonostante i frati abbiano fatto redigere una perizia costata 12mila euro, nella quale si accertano problemi di staticità soprattutto nel dormitorio, e nonostante la relazione tecnica sia stata consegnata a tutti gli enti interessati, e in primo luogo al Ministero dell’Interno Fondo Culto (Fec), proprietario del complesso, poco è stato fatto a riguardo."

 

De Cristofaro durante l'incontro ha dichiarato: "È inammissibile che la prima chiesa dedicata al Santo di Padova edificata in Italia e probabilmente al mondo, essendo stata fondata un anno prima della sua morte, sia abbandonata a se stessa. I problemi statici dovuti alle infiltrazioni potrebbero non solo farci perdere per sempre un gioiello del patrimonio artistico Campano, ma determinano anche una situazione di pericolo per le abitazioni confinanti e per i residenti. È fondamentale che si agisca con urgenza prima che sia troppo tardi, per evitare quella che potrebbe essere l’ennesima tragedia annunciata."

 

Domenico Capone ha poi evidenziato come "la città di Aversa, a causa di questo problema che mina le fondamenta della struttura, abbia perso con l'allontanamento dei frati, un'occasione importante come quella di diventare sede provinciale dell'ordine."

 

"Una presenza significativa soprattutto per i giovani che vivono in un territorio complesso, dove un aiuto alle famiglie può fare la differenza. I nostri ragazzi hanno bisogno di spazi per socializzare e di fare parte di una piccola comunità solidale per condividere esperienze formative" ha continuato De Cristofaro, che ha concluso dichiarando: "Intendo farmi portavoce di una situazione che colpisce i frati, i residenti di Via Seggio e Piazzetta Lucarelli, i ragazzi del casertano e anche i fedeli che hanno dovuto rinunciare insieme ai turisti alla chiesa, un bellissimo esempio di barocco settecentesco su struttura gotica. Il futuro è nostro ma è tempo di attivarsi!”

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Sindaco Cimmino - «La nostra città alla ribalta ancora per fatti di cronaca»

Il nome della nostra città è tornato purtroppo alla ribalta delle cronache nazionali a causa di fatti gravissimi compiuti da criminali. E ancora una volta, grazie all’assiduo e costante lavoro delle forze dell’ordine, ...continua
Crollo Ponte Morandi. 14 Agosto 2018. Ricordiamo e rendiamo omaggio alle 43 vite spezzate da quella tragedia

...continua
Sospensione servizio idrico comune di Pimonte:ecco le zone interessate

 Sono in corso mancanze d'acqua e abbassamenti di pressione idrica a causa di un GUASTO IMPROVVISO, nelle seguenti zone del Comune di PIMONTE: Via Pizzo Via Belvedere ed in tutte le traverse della zona I tecnici ...continua
Castellammare di Stabia - Le drammatiche sequenze dell'aggressione al carabiniere

...continua
Carabiniere aggredito in pieno centro, il Circolo della Legalità: «A lui tutta la nostra solidarietà»

«Il Circolo della Legalità è sempre vicino a chi con orgoglio, dedizione e lealtà indossa la divisa per estirpare il cancro dai nostri territori» Castellammare di Stabia, 01 agosto 2020. – «Il Circolo della Legalità ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.