WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Sport

Il Napoli alza nel cielo di Roma la sesta Coppa Italia della sua storia: sconfitta la Juve ai rigori

Primo trofeo vinto per l’allenatore Gattuso, caroselli e gioia incontenibile per le strade della città.

A cura di Camillo Amarante

Allo stadio Olimpico di Roma il Napoli batte la Juventus ai calci di rigore e si aggiudica la Coppa Italia, primo trofeo assegnato nell’era post Covid, i Partenopei incidono per la sesta volta nell’albo il loro nome.

Una serata surreale in un stadio Olimpico deserto, presenti solo alcune autorità del mondo del calcio e dello sport, ma l’emozione per la finale si sente nell’aria e non fa sconti nemmeno a Sergio Sylvestre che durante l’inno blocca il suo canto per alcuni secondi sopraffatto dall’emozione.

Passando alla cronaca del match.

PRIMO TEMPO:

la prima occasione è bianconera, Callejon sbaglia un passaggio all’indietro e serve involontariamente Dybala, l’argentino serve Ronaldo che controlla la sfera e calcia forte, Meret è attento e sventa il pericolo.

La partita appare bloccata, con la Juve che fa circolare palla nel tentativo di aprire le maglie della difesa azzurra, ma il Napoli è attento e difende con tutti gli uomini nella propria metà campo, a scudo ma con i suoi scugnizzi pronti a ripartire e far male al momento giusto.

Al quarto d’ora incursione di Mario Rui, il portoghese si infila in area di rigore e va giù in seguito ad un contatto con Alex Sandro, per l’arbitro Doveri non ci sono gli estremi per il calcio di rigore.

Ancora un errore di Callejon, lo spagnolo perde un brutto pallone, Bentancur si invola verso la porta di Meret ma il suo tiro non spaventa il numero uno, che blocca con facilità la sfera.

Occasionissima Napoli al 24’, punizione perfetta di Insigne che si infrange sul palo alla destra di Buffon, pericolo scampato per la squadra di mister Sarri.

Il match continua a non decollare, le occasioni da goal scarseggiano con il gioco che si sviluppa per lo più a centrocampo.

Ancora un errore in fase di disimpegno del Napoli costringe all’uscita Meret attento e preciso nell’anticipare Ronaldo.

L’ultima occasione del primo tempo capita sui piedi di Demme che si trova a tu per tu con Buffon, ma il numero uno bianconero è decisivo e abile nell’intervento e nega il goal al Napoli.

Il primo tempo va così in archivio senza ulteriori sussulti.

SECONDO TEMPO:

Al ritorno in campo ci sono gli stessi ventidue, né Sarri né Gattuso effettuano cambi all’intervallo.

Al minuto 50’ prima ammonizione della gara, la rimedia Bonucci dopo un intervento su Fabian Ruiz, poco dopo Callejon da posizione defilata spara alto un tiro.

Paura per Alex Sandro in seguito ad un contrasto, ma nulla di grave ed il brasiliano può continuare a giocare.

Fabian Ruiz ci prova con una conclusione dal limite, poi Dybala dall’altro lato tenta la giocata individuale senza successo, in ordine temporale è poi il turno di Bonucci che prova a battere Meret con un nulla di fatto.

Comincia la girandola di cambi. Politano porta freschezza e vivacità nell’attacco napoletano, ma è Milik che si ritrova sui piedi un rigore in movimento, ma spara alto.

Prima ammonizione tra le file azzurre, la prende Mario Rui, per fallo su Dybala. Buona azione del Napoli con Demme che crossa e pesca Politano, la sfera termina tra le braccia di Buffon.

Ultimo doppio brivido della partita per la Juventus, miracolo di Buffon sul colpo di testa di Maksimovic, sulla respinta ci prova Elmas ma il portiere è ancora bravo (e fortuna) complice l’aiuto del palo, che evita il vantaggio ai napoletani.

Arriva il fischio dell’arbitro, la gara si decide ai rigori. Dagli undici metri decisivi gli errori di Dybala e Alex Sandro per i bianconeri, nel Napoli i rigoristi scelti vanno tutti a segno, con Milik che realizza quello decisivo ed esplode la festa azzurra.

Il Napoli conquista la Coppa Italia 2019/20, grande prova di squadra, di grinta e voglia, ma soprattutto di appartenenza così come dichiarato anche da Gattuso nell’intervista post partita. Una gioia immensa per tutti i calciatori, il presidente, lo staff ed i tifosi partenopei che dopo il rigore della vittoria hanno dato via ad una grande festa con tanto di caroselli per le strade della città. Una città che ritorna a sorridere grazie al calcio, sport che da sempre regala emozioni uniche ai tifosi azzurri, forti di un amore immenso per i propri colori.

TABELLINO:

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Rui (79' Hysaj); Ruiz (79' Allan), Demme, Zielinski (87' Elmas); Callejon (66' Politano), Mertens (66' Milik), Insigne. A disposizione: Ghoulam, Karnezis, Llorente, Lozano, Luperto, Manolas, Younes. Allenatore: Gattuso.

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Cuadrado (84' Ramsey), Bonucci, De Ligt, A.Sandro; Bentancur, Pjanic (73' Bernardeschi), Matuidi; Dybala, Ronaldo, D.Costa (65' Danilo). A disposizione: De Sciglio, Muratore, Olivieri, Pinsoglio, Rabiot, Rugani, Szczesny, Vrioni, Zanimacchia. Allenatore: Sarri. 

ARBITRO: Doveri.

NOTE: Gara giocata a porte chiuse. Ammoniti Rui (N); Bonucci, Dybala (J). Recupero 1'pt - 3'st.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Tre fiorettisti del Club Scherma Salerno al ritiro della Nazionale Under 23 a Roma

Si tinge d’azzurro l’inizio della nuova stagione per il Club Scherma Salerno. Tre allievi del maestro Marco Autuori sono stati convocati dal commissario tecnico della Nazionale italiana di fioretto, Andrea Cipressa, per il primo allenamento ...continua
La Virtus Basket Pozzuoli, nuovi giocatori per la compagine cestistica

Valerio Di Domenico, classe 1999, ala forte che lo scorso anno ha militato con il Flavio Basket in serie C Silver. Harry Ajayi, classe 1999, pivot lo scorso anno in forza alla formazione del Flavio Basket in serie C Silver. Giuseppe Testa, classe ...continua
Niccolò Lurini si aggiunge al team della Virtus Basket Pozzuoli

La Virtus Basket Pozzuoli comunica di aver raggiunto l'accordo per la prossima stagione con la guardia-ala Niccolò Lurini. Classe 2000, 93 kg per 198 centimetri per il giocatore è il secondo campionato con la maglia gialloblù ...continua
Comune di Procida, Intervento dell'Assessore allo Sport, Lucia Mameli

L'Assessore Lucia Mameli, con delega allo sport, ha condiviso: "Non è stato un anno facile per i nostri giovani atleti, il COVID li ha lasciati a casa per lunghi mesi, li ha tenuti distanti dalle loro passioni e dai loro appuntamenti ...continua
Fatih Mehmedoviq Conferma l’accordo con la Virtus Basket Pozzuoli

La Virtus Basket Pozzuoli comunica di aver raggiunto l'accordo per la prossima stagione con il giocatore Fatih Mehmedoviq. Per l'ala-centro, classe 2000, 95 kg per 205 centimetri, di nazionalità montenegrina è la sesta stagione ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.