WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Medicina

Il Covid Hospital dell’Azienda “Moscati” si svuota

Rimane solo un paziente positivo al nuovo Coronavirus, ricoverato in Malattie Infettive

Il Covid Hospital dell’Azienda “Moscati” si svuota

Si svuota il Covid Hospital dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino. Gli ultimi due pazienti ricoverati in terapia intensiva sono infatti risultati negativi a tre tamponi naso-faringei e, sebbene il loro quadro clinico sia ancora molto delicato, potendo essere ritenuti guariti dal Sars-Cov2, questa mattina sono stati entrambi trasferiti nell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione della Città ospedaliera.

La sospensione delle attività all’interno del Covid Hospital consentirà di operare un’ottimizzazione delle risorse umane e una ridefinizione degli spazi ospedalieri anche per una migliore ripresa di tutti quei servizi diagnostico-terapeutici che hanno subito un’interruzione durante la fase acuta dell’emergenza.

All’interno del plesso di contrada Amoretta si registra, al momento, la presenza di un solo paziente affetto dal nuovo Coronavirus, ricoverato nell’Unità operativa di Malattie Infettive.

«Stiamo assistendo a un lento, ma graduale ritorno alla normalità – evidenzia il Direttore Generale dell’Azienda “Moscati”, Renato Pizzuti – dopo un lungo periodo in cui l’ospedale è stato letteralmente preso d’assalto con continui ricoveri di persone affette da Covid-19. Se abbiamo retto bene all’onda d’urto è stato grazie innanzitutto al lavoro incessante degli operatori sanitari a tutti i livelli, che, oltre a possedere grandi competenze, hanno dimostrato instancabile dedizione, spiccato senso del dovere, disponibilità e coraggio. A loro, che, senza grandi clamori, concentrandosi sulle necessità dei malati, collaborando per superare le tante difficoltà legate alla contingenza e rendendo ordinario un lavoro straordinario, va il mio sentito ringraziamento».

Nonostante i dati relativi ai ricoveri siano confortanti, il livello di attenzione resta sempre molto alto e tutti gli eventuali casi sospetti continueranno a essere gestiti seguendo una procedura definita e conforme alle linee-guida ministeriali. La Direzione Strategica dell’Azienda ha anche predisposto un turno di personale dedicato pronto a essere immediatamente operativo nel caso in cui vi fosse necessità di un ripristino delle attività all’interno del Covid Hospital.
 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Diritti dei bambini, firmato Protocollo d’intesa tra UNICEF Italia e ACP-Associazione Culturale Pediatri

10 Luglio 2020- E’ stato attivato un Protocollo d’intesa tra l’UNICEF Italia e l’ACP-Associazione Culturale Pediatri per promuovere i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, con particolare attenzione al diritto ...continua
Parte il progetto “Casola di Napoli Zero epatite C - Stop Covid”

EpaC, Asl Napoli 3 Sud, Astra, insieme per la prevenzione...continua
Il sindaco Cimmino incontra il nonno della piccola Aurora

Ho ricevuto ieri mattina nel mio ufficio il nonno della piccola Aurora, la mia concittadina ricoverata per una grave patologia presso l’ospedale Santobono di Napoli. Nei giorni scorsi i parenti della bambina si erano rivolti a me in quanto ...continua
Medici di base: centinaia di precari copriranno gli ambiti carenti in Campania

«L’emergenza coronavirus ha fatto emergere l’importanza della medicina di base e territoriale, quale primo punto di riferimento del Servizio sanitario nazionale per i cittadini. Le regioni in cui questa rete è più ...continua
Medici di base: centinaia di precari copriranno gli ambiti carenti in Campania

«L’emergenza coronavirus ha fatto emergere l’importanza della medicina di base e territoriale, quale primo punto di riferimento del Servizio sanitario nazionale per i cittadini. Le regioni in cui questa rete è più ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.