WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Lavoro

Ricerca. La Regione raddoppia i fondi per i progetti della piattaforma tecnologica di filiera per le Star up innovative

Marnati, con 20.3 milioni in più portiamo la dotazione a 46.3 milioni






Torino, 19 maggio 2020


Sale a 46,3 milioni la dotazione di bandi per progetti per la PiattaformaTecnologica di Filiera e per le Start-Up che avviano iniziative nel campo della ricerca e dell’innovazione. Su iniziativa dell’assessore regionale alla Ricerca e Innovazione, Matteo Marnati, la Giunta ha infatti approvato una delibera che incrementa di 20.3 milioni i fondi complessivi di cui 15.314.509 euro per la Piattaforma tecnologica di Filiera (PITEF) e 5 milioni per le start-up che avviano iniziative imprenditoriali nel campo della ricerca e innovazione (Sc-Up) arrivando così a un ammontare di 46,3 milioni. Questa misura permetterà di sostenere i progetti idonei pervenuti in risposta alle due misure.

La prima misura del bando destinata alle piattaforme tecnologiche è a fondo perduto, ed è destinata a finanziare progetti di ricerca industriale e/o di sviluppo sperimentale promossi da imprese appartenenti a filiere produttive nell’ambito dei settori aerospazio, automotive, chimica verde, meccatronica, tessile, agroalimentare e innovazione per la salute.

La seconda misura sostiene la realizzazione di programmi di investimento da parte di start-up innovative di piccola dimensione che possiedano il “potenziale per effettuare una penetrazione del mercato” con un contributo a fondo perduto compreso tra 150.000 e 500.000 euro, a copertura fino al 100% dei costi ritenuti ammissibili nell’ambito del “progetto ad aiuto regionale”.

«Portiamo la dotazione complessiva a 46,3 milioni, un fatto concreto per aiutare un settore troppo spesso sottovalutato come quello della Ricerca e Innovazione - spiega Marnati - che in passato veniva trattato come una specie di cenerentola. Oggi tutti si sono accorti che è stato un errore, come insegna la tragedia del Covid-19. Questo assessorato non lascerà più neanche una briciola per terra, ma anzi aumenteremo ancora gli stanziamenti».






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Confapi, 23mila cittadini abbandonano la Campania

NAPOLI – «I dati Istat sul bilancio demografico per le regioni del sud e, in particolare, per la Campania sono assolutamente preoccupanti. E purtroppo per noi sono tutt'altro che imprevisti: il Mezzogiorno è diventato un luogo ...continua
Carinaro, operaio muore schiacciato dalla sponda idraulica. La Ugl Caserta proclama un giorno di lutto

La Ugl Caserta esprime tutto il suo sconcerto per quanto accaduto questa mattina nella zona Asi di Carinaro dove un operaio cinquantenne è morto dopo essere rimasto schiacciato da un macchinario.   La nostra ...continua
Mezzi della CTP ancora fermi e disagi a Pozzuoli, il sindaco: "Situazione inaccettabile, l'azienda dia una risposta immediata!"

"I mezzi della CTP restano ancora fermi. Tutto questo è inaccettabile, per i pendolari ormai costretti a restare a piedi e per il personale senza stipendio da mesi. Si sta consumando una crisi della mobilità che coinvolge centinaia ...continua
A. D’Angelo (Ugl Giovani Caserta) chiama a raccolta gli studenti della provincia

“Sono preoccupata per il destino degli studenti della provincia di Caserta che auspicano il ritorno alla normalità, nel rispetto delle indicazioni e delle misure di sicurezza, volte alla prevenzione dei contagi, causa emergenza sanitaria ...continua
Napoli, il Vice Sindaco, Enrico Panini, ha incontrato Confcommercio

Nella giornata di ieri, 9 luglio, il Vice Sindaco Enrico Panini ha incontrato Confcommercio, rappresentata da Marco Cantarella, ed una delegazione di librai napoletani composta da Gianfranco Lieto, Presidente ALI Confcommercio Napoli, Francesco ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.