WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cultura / Istruzione

Napoli, Istruzione Secondaria Elena di Savoia - “Corso professionalizzante per esperto ambientale di strutture alberghiere e turismo ecosostenibili

Napoli, Istruzione Secondaria Elena di Savoia - “Corso  professionalizzante per esperto ambientale di strutture alberghiere e turismo ecosostenibili”

I docenti della prima edizione del “Corso professionalizzante per esperto ambientale di strutture alberghiere e turismo ecosostenibili”, prossimo alla partenza presso l’Università degli studi di Napoli Federico II,hannopresentato in un dibattito aperto gli obblighi, le esigenze e le opportunità del turismoe della trasformazione che si rende necessaria in tale ambito per mettersi al passo con la grande rivoluzione ambientale dell'Europa in vista dell’obiettivo di decarbonizzazione del 2050. L'evento, aperto a tutti, si è tenutovenerdì 7 febbraio alle 10.30nell'aula magna dell’Istituto Statale di Istruzione Secondaria Elena di Savoia con sede a Napoli in Largo S. Marcellino, 15. Il dibattito, moderato da Vincenza Faraco, responsabile scientifica e ideatrice del corso, è statoindirizzato principalmente a coloro che lavorano o vogliono lavorare nel settore turistico e ha coinvolto gli studenti dell'ultimo anno dell'indirizzo alberghiero dell’Istituto Elena di Savoia. Lo scopo è stato quello di stimolare un confronto aperto con gli operatori del settore e con i giovani studenti che, in quanto futuri professionisti,possono rappresentare i veri protagonisti attivi del cambiamento verso uno sviluppo sostenibile. Hanno partecipato al dibattito i docenti del corso,tra cui Antonino Esposito consulente ambientale Hotel rifiuti zero che ha ripotato in merito a un cambiamento della norma a cui si sta lavorando per l’adeguamento degli alberghi a standard di ecosostenibilità adeguati. Filoconduttoredel confrontoè statorappresentatodai cambiamenti necessari e corrispondentemente le competenze di cui si devono dotare le strutture ricettiveper realizzare un turismo che fa bene al pianeta, perché gli imprenditori possano non trovarsi impreparati di fronte agli obblighi legislativi imminenti in ambito ambientalequali il pacchetto rifiuti economia circolare e la direttiva Single sue plastics che dovranno essere recepiti da tutti gli Stati Membri a partire dal 4 luglio 2020 e dall’1 gennaio del 2021, rispettivamente. La portata e l’urgenza di questo cambiamento è dimostratadall’approvazione, il 14 gennaio u.s., del Green deal con cui l'Unione europea prevede di dedicare un quarto del proprio bilancio allalotta ai cambiamenti climatici. Con il Green deal,si prevedono nei prossimi due anni 50 provvedimenti legislativi per raggiungere emissioni zero entro il 2050. Il primo di questi riguarda il Just Transition Fund, su come accompagnare le aziende nella transizione verso l'economia verde, aumentare i posti di lavoro e non chiudere le aziende. L'evento ha approfondito alcuni degli aspetti tecnici e delle competenze che è necessario introdurre nelle strutture turistiche e che sono oggetto del “Corso professionalizzante per Esperto ambientale di strutture alberghiere e turismo ecosostenibili” finalizzato appuntoa formare e promuovere le nuove figure professionali di cui hanno bisogno le strutture alberghiere per mettersi al passo con la trasformazione che sta avvenendo. Il corso si rivolge a diplomati di scule secondarie di secondo grado con formazione nel settore turistico/alberghieroe/o che lavorano in questo settore, e a laureandi e laureatiin materie tecnico-scientifiche e materie connesse ai temi del corso, quali ingegneria ambientale, scienze del turismo, diritto, economia, comunicazione. La prima edizione del corso promosso e organizzato da CIAK SI SCIENZA in collaborazione con l’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II, Area di ricerca e servizi in Ecosostenibilità ed economia circolare (Ecircular) del centro L.U.P.T. “Raffaele D’Ambrosio” partirà il 17 febbraio p.v. presso il complesso Universitario di Monte Sant’angelo, in via Cintia, n. 21 80126 Napoli. Terranno le lezioni docenti universitari di diversi atenei campani e ricercatori di enti pubblici di ricerca e sono inoltre previste testimonianze di professionisti del settore turistico che operano in aziende green.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Falco (Corecom): “Aumentano del 18% le denunce dei casi di cyberbullismo”

  D’Amelio (Consiglio regionale della Campania), nuovi episodi di attacchi digitali alle piattaforme per la ‘didattica a distanza’ “I dati della Polizia postale fanno registrare un aumento del 18 per cento delle ...continua
Cyberbullismo, Falco (Corecom): “Cresce rischio adescamento, serve monitoraggio continuo su bulli e pedofili”

NAPOLI - “I rischi connessi all’utilizzo delle nuove tecnologie sono purtroppo in aumento. Una conseguenza del lockdown ma non solo. Cresce la preoccupazione per gli adescamenti che vengono posti in essere attraverso il web e i social ...continua
Venerdì 29 maggio ITS OPEN DAY: alle 15:00 il primo webinar di orientamento del Sistema Its Puglia

Venerdì 29 maggio riparte con una nuova formula online il programma di attività di orientamento del “Sistema Its Puglia” lanciato da Ministero dell’Istruzione e Regione Puglia. Alle 15:00 la piattaforma ...continua
Assegnato il premio "Cittadinanza consapevole" alle scuole di Castellammare

Un'altra significativa vittoria per la Bonito Cosenza di Castellammare. Nel concorso “La Cittadinanza consapevole parte da me”, organizzato dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione e riservato a tutte le scuole stabiesi, le ...continua
La Scuola fuori dagli Schermi

di carmine cascone Sarà il 17 giugno 2020 data in cui le mura scolastiche rivedranno gli alunni, materiale umano strappato dalla vita quotidiana all'indomani della pandemia. Sempreché non ci siano ripensamenti o dietrofront ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.