WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

19 arrestati, 185 indagati e 33.656 identificati: il bilancio dei controlli effettuati dalla Polizia Ferroviaria nella prima settimana dell’anno

19 arrestati, 185 indagati e 33.656 identificati: è questo il bilancio dei controlli effettuati dalla Polizia Ferroviaria nella prima settimana dell’anno, dopo le festività natalizie. 3.758 le pattuglie impegnate in stazione e 1.049 a bordo treno, per un totale di 2.213 treni scortati. 252 servizi antiborseggio e 121 le sanzioni elevate. 9 i minori non accompagnati rintracciati e riaffidati alle famiglie o alle comunità; 60  i cittadini stranieri sorpresi in posizione irregolare.

Dalla Lombardia alla Liguria. Gli Agenti della Polfer di Milano Rogoredo hanno controllato un cittadino italiano di 19 anni, incensurato, che risultato in atteggiamento sospetto, è stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di 20 grammi di marijuana e di una somma di denaro suddivisa in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’attività illecita, nonché di vario materiale per il confezionamento delle dosi di droga, il tutto è stato sequestrato e l’uomo veniva associato presso il carcere di San Vittore.

Personale del Settore Operativo Polfer di Milano Centrale, a seguito di un controllo di polizia ha rintracciato una cittadina serba pluripregiudicata risultata destinataria di un ordine di arresto. La donna, doveva espiare la pena della reclusione di oltre 3 anni per furto aggravato.

Arrestato un giovane algerino di 28 anni, senza fissa dimora, dalla Polfer di Genova Principe, l’uomo ha mimato “il taglio della gola” ad una viaggiatrice che si era accorta delle sue intenzioni, intimandole di rimanere in silenzio mentre stava compiendo un furto ai danni di un’altra ignara passeggera. E’ successo a bordo di un treno proveniente da Milano ed in procinto di fermarsi nella stazione di Genova Principe. Lo straniero si è impossessato del denaro contante che la donna custodiva all’interno della propria borsa, poi si è allontanato frettolosamente. La vittima è stata avvisata dell’accaduto da altri passeggeri e dalla stessa testimone che aveva assistito al fatto.  Gli Agenti nel frattempo hanno notato l’uomo e lo hanno fermato per un controllo, mentre nello stesso frangente è giunta la vittima che ha raccontato quello che era successo sul treno. Il cittadino algerino è stato quindi arrestato dagli agenti e condotto in carcere.

Dalle Marche alla Campania. Nella stazione di San Benedetto del Tronto gli Agenti Polfer hanno arrestato un cittadino romeno di 39 anni gravato da un ordine di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Cremona in esecuzione di pena per reati contro il patrimonio. A Pescara, la Polfer ha proceduto all’arresto di un cittadino nigeriano di 37 anni responsabile di resistenza, oltraggio e lesioni a P.U.. Lo straniero già a bordo del convoglio, aveva manifestato atteggiamenti di aggressività tali da mettere in pericolo l’incolumità degli altri viaggiatori.

Gli operatori Polfer, a bordo di un treno partito dalla Stazione di Firenze Santa Maria Novella e destinato a Pisa Centrale, hanno tratto in arresto i due autori di una rapina consumata poco prima nei confronti di un giovane viaggiatore al quale, sotto la minaccia di gravi ripercussioni, sottraevano il denaro in suo possesso. Il viaggiatore sceso a Pistoia ha denunciato il fatto e gli agenti Polfer hanno individuato immediatamente i due malfattori, italiani e pluripregiudicati, ed hanno infine recuperato il denaro sottratto.

Due cittadini algerini sono stati arrestati dalla Polfer nei pressi della Stazione di Roma Termini per aver rubato uno zaino ad una coppia di turisti brasiliani all’interno di un esercizio commerciale. Gli Agenti Polfer hanno notato all’interno dello scalo ferroviario tre giovani che approfittando della distrazione di una coppia di turisti all’interno di un esercizio commerciale sono riusciti ad asportare uno zaino.. i tre malfattori nella convinzione di non essere osservati sono fuggiti, ma dopo un breve inseguimento i poliziotti sono riusciti a bloccarne due e ad arrestarli per furto aggravato in concorso.

Arrestati dagli Agenti del Settore Operativo di Napoli Centrale una coppia, un uomo ed una donna, per furto aggravati. I due all’interno di un esercizio commerciale hanno rubato una confezione di auricolari per Iphone, schermando la confezione con carta argentata per non allarmare le porte elettroniche antitaccheggio. L’uomo, pluripregiudicato portava fuori dal negozio la refurtiva, che veniva poi occultata dalla donna sotto la giacca che indossava. I due sono stati prontamente bloccati dai poliziotti e arrestati in flagranza di reato.

Due episodi a lieto fine: a Como gli Agenti hanno tratto in salvo un giovane ragazzo con intenti suicidi. Gli operatori Polfer, avvisati da personale delle ferrovie, si sono immediatamente recati sul posto segnalato dal un macchinista. La pattuglia è giunta dalla linea ferroviaria e l’altra dal cavalcavia sul quale il giovane aveva già oltrepassato la ringhiera metallica e si era sporto in attesa che passasse il treno. I poliziotti hanno cercato di dialogare con il ragazzo di 23 anni il quale, solo dopo vari tentativi, da deciso di desistere.

La Polizia Ferroviaria di Bolzano, infine, ha recuperato un grosso trolley. Rimasto incustodito sul treno proveniente dal Brennero. Il trolley racchiudeva provette da laboratorio contenenti del sangue, il documento di trasporto ritrovato assieme alle provette indicava che il tutto proveniva da un laboratorio di Arezzo ed era destinato ad un altro laboratorio di analisi altamente specializzato della provincia di Padova.

Gli Agenti si sono subito adoperati per far sì che il contenuto del trolley non subisse deterioramento, facendo custodire le provette presso l’ospedale di Bolzano, unica sede idonea al mantenimento della temperatura corretta. Si è appurato che il trolley era stato sottratto da ignoti che, approfittando di un attimo di distrazione del personale che lo stava trasportando avevano rubato la borsa depositata nel vano portabagagli, quanto il treno aveva fatto sosta nella stazione di Bologna. E’ stato poi predisposto il trasporto dei campioni di sangue  presso il laboratorio di Padova.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Parete - (CE), sequestrato deposito di veicoli per reti ambientali

Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Marcianise (CE), congiuntamente a personale specializzato del Dipartimento Provinciale dell’ARPAC di Caserta, nel corso di servizi mirati al contrasto dell’illecito smaltimento ...continua
Lodi,tentata rapina al portavalori : LE IMMAGINI

La Polizia di Stato di Lodi nella serata di ieri è intervenuta con personale della Sottosezione della Polizia Stradale di Guardamiglio sull’autostrada A1 per un tentativo di rapina commesso in danno di un complesso veicolare portavalori ...continua
Napoli: Carabinieri San Giovanni a Teduccio arrestano rapinatore

I Carabinieri della Stazione Carabinieri di San Giovanni a Teduccio, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura di Napoli, Settima Sezione, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del ...continua
Forio di Ischia: pestò a sangue un coetaneo. Carabinieri arrestano 21enne

I carabinieri di Forio di Ischia hanno arrestato per lesioni gravissime e minaccia grave un 21enne incensurato del posto, in forza a un provvedimento emesso dal gip del tribunale di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica. I fatti risalgono ...continua
Napoli, quartiere Arenella: servizi antidroga, carabinieri arrestano due giovani

A Napoli, nel quartiere arenella, i carabinieri del nucleo operativo del vomero, nel corso di uno dei servizi antidroga disposti dal comando provinciale, hanno arrestato per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente due giovani, un 26enne e ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.