WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Oltre una tonnellata e mezzo di rame di provenienza illecita recuperato durante i controlli straordinari della Polizia di Stato

1,650 tonnellate di rame recuperato, 2.092 persone controllate, 7 persone denunciate, 23 sanzioni amministrative elevate per un importo totale di circa 9.453 euro: questo il bilancio dell’operazione “Oro Rosso” organizzata dalla Polizia Ferroviaria in tutto il territorio nazionale per il contrasto al fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario.

L’attività ha visto l’impiego complessivo di 652 operatori e si è tradotta in 279 controlli ai rottamai, 151 servizi di pattugliamento lungo le linee ferroviarie e 58 su strada.

In particolare la Polfer di Catania ha indagato un cinquantaduenne del posto che, in pieno, giorno, incurante anche della propria incolumità, dopo aver scavalcato la recinzione, si è introdotto sui binari tra le stazioni di Acquicella e Catania Bicocca e, con una tenaglia, ha iniziato ad armeggiare nei pressi di una cassa induttiva presente lungolinea. L’azione è stata però ripresa dalle telecamere che Protezione Aziendale aveva fatto installare nell’area a seguito di passati furti. Accortasi dell’arrivo degli Agenti, l’uomo ha tentato di disfarsi dell’attrezzo utilizzato. Immediatamente bloccato è stato indagato per i reati di tentato furto aggravato e attentato alla sicurezza dei trasporti. Altre due persone, titolari di due differenti ditte di rottamazione e gestione di rifiuti, sono state denunciate dalla Polfer rispettivamente ad Agrigento, per aver intrapreso l’attività senza tutte le prescritte autorizzazioni, e a Castelvetrano (TP), per aver violato i sigilli collocati su di un’area sottoposta a sequestro nel gennaio di quest’anno. E’ stato sequestrato anche il materiale depositato nella suddetta area.  A Napoli durante un controllo in una ditta di materiale ferroso, gli Agenti Polfer hanno rinvenuto trecce, barre e corde in rame nudo, in uso in ambito ferroviario per un peso complessivo di oltre una tonnellata e mezzo. E’ stato sequestrato il materiale e denunciato il titolare della ditta che non ha saputo giustificare la presenza del rame.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Calvizzano: su uno scooter con la droga nascosta nel marsupio. Carabinieri denunciano 19enne

I carabinieri della stazione di Calvizzano hanno denunciato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio un 19enne di Marano di Napoli. I militari lo hanno bloccato mentre percorreva via Mazzini a bordo del suo scooter. Perquisito, nascondeva ...continua
Castellabate - serrati controlli della Polizia Locale

Sono quasi 18mila i controlli effettuati dalla Polizia Locale di Castellabate, supportata dai volontari della Protezione Civile Gruppo Lucano e dagli uomini della Comunità Montana. Le attività proseguono quotidianamente con 14 agenti ...continua
Caivano - in tre in una barberia abusiva. Intervengono i carabinieri

Ancora sanzioni per violazioni alle norme anti-contagio. I carabinieri della tenenza di Caivano hanno sorpreso 3 persone all’interno di una barberia, il cui titolare - un 31enne del posto - aveva riavviato l’attività senza alcuna ...continua
Frattamaggiore: in giro con il compagno nascondendo negli slip dell’hashish. Carabinieri denunciano coppia

I carabinieri della stazione di Frattamaggiore hanno denunciato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio una 30enne di Succivo già nota alle ffoo. Controllata a bordo della sua autovettura insieme al compagno, la donna nascondeva ...continua
Caivano: carabinieri arrestano 51enne sorvegliato speciale

I carabinieri della tenenza di Caivano hanno arrestato Antonio Sciarra, 51enne del posto già sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel comune di Caivano. In esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura di Napoli ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.