WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Politica

Gragnano. Questione Luminarie Consorzio:silenzio deludente

 I consiglieri di opposizione, Patrizio Mascolo, Antonio De Angelis e Giovanni Sorrentino: «Dal consorzio un silenzio deludente. Amministrazione succube degli imprenditori, sempre agevolati. » Fa rabbia che l'amministrazione resti succube e non prenda le dovute decisioni. Sembra che qualcosa o qualcuno freni l'avvio di provvedimenti. Ci sono più ombre che verità. Però sarebbe utile ricordare alcuni passaggi che sono andati a vantaggio degli imprenditori locali, maggiormente i grandi produttori di pasta. Dal museo della pasta, in primis. Dalla città metropolitana sono arrivati fondi per circa un milione e 700mila euro e, nonostante il nostro parere contrario, sono stati investiti per completare il Museo della Pasta e dedicargli anche un parcheggio. Avevamo chiesto di utilizzarli per riqualificare i plessi scolastici del territorio, che hanno bisogno di interventi importanti. Ed ecco che spingeremo, a questo punto, per l'istituzione di una Fondazione della città della pasta. Ma ripercorrendo le tappe di quest'amministrazione, sempre per i produttori di pasta è stato firmato un accordo di programma. Anche il Puc crea maggiori possibilità di sviluppo nell'area dove già persistono gli stabilimenti di produzione della pasta. Allora la domanda è lecita: qual è il rientro per la città? Perchè il logo del consorzio, ritenuto illecito dall'avvocatura del Comune, continua a essere utilizzato a vantaggio dei produttori? Ci sono conti che non tornano. Ritornando alle luminarie sembra strano che i nostri imprenditori hanno girato le spalle all'amministrazione, investendo comunque altrove. La spiegazione è stata ancor più deludente. Pare che alla richiesta dell'amministrazione, inviata al Consorzio di pasta Igp, non ci sia stata nessuna risposta. Eppure questa maggioranza si è tanto prodigata per i grandi imprenditori, avendo in cambio poco e nulla. Sta di fatto che il vero riconoscimento alla città di Gragnano da parte dei produttori di pasta si concretizzerebbe soltanto con le royalty, facendo crescere il territorio che gli ha dato la possibilità di espandersi in tutto il mondo, fregiandosi del riconoscimento IGP affiancato al nome Gragnano.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa a Gragnano al convegno «Ambiente, Scuola e Legalità»

Gragnano (Na). Seduti allo stesso tavolo, soggetti diversi, rappresentanti di istituzioni nazionali e regionali provenienti da realtà e culture diverse, in collaborazione per una consapevolezza ambientale più concreta e condivisa. ...continua
Sardine vanno controcorrente? Non sono salmoni

A cura di Ernesto Manfredonia Un ritorno di fiamma che riaccende la passione per il bipolarismo. E' il bilancio di un'elezione regionale che ha razionalizzato un consenso apparentemente frammentato dai disordini creati tra gli errabondi ...continua
Castellammare di Stabia è tra le 43 città candidate a Capitale Italiana della Cultura 2021

Castellammare di Stabia è tra le 43 città candidate a Capitale Italiana della Cultura 2021, una chiara espressione della volontà di tenere alta l’attenzione sul tema della valorizzazione del vasto patrimonio artistico, ...continua
Forza Italia? Francesco Cascone viene corteggiato da Fratelli d'Italia

A cura di Ernesto Manfredonia Sembrerebbe un paradosso, ma il Vicesindaco di Santa Maria la Carità da uomo di fiducia di Cesaro starebbe ricevendo ammiccamenti dal partito di Giorgia Meloni. Il suo nome verrà infatti proposto ...continua
Merito e Ambiente: grande tappa a Matera per Meritocrazia Italia

Si è concluso nella suggestiva cornice del meraviglioso "Palazzo Viceconte" di Matera – l’incontro organizzato dall’Associazione Meritocrazia Italiana sul tema: MERITO e AMBIENTE – Un legame inscindibile ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.