WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Lavoro

Innovazione, Speranza (Commercialisti Napoli): “775 milioni per le imprese italiane”

NAPOLI – “Sono in arrivo 775 milioni di euro da parte del Mise per l’innovazione nelle imprese. Duecento milioni di euro sono destinati alle zone Zes e 239 per la Ricerca e Sviluppo. Oggi si apre invece il nuovo bando per la Fabbrica Intelligente, mentre a dicembre partirà quello da 50 milioni sugli Innovation Manager. Ci sono dunque molte possibilità per le imprese di puntare sull’innovazione. Noi professionisti dobbiamo essere pronti ad accompagnare le imprese in questo ambito e vogliamo che le istituzioni facciano la loro parte, accelerando il monitoraggio dei bandi perché è importante garantire tempi certi”. Lo ha detto Liliana Speranza, consigliere dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli, aprendo il convegno “I finanziamenti europei a sostegno delle imprese campane”, che si è svolto presso l’Ordine partenopeo presieduto da Vincenzo Moretta.

Per Giuseppe Romano, presidente Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale della provincia di Napoli, “le imprese per crescere hanno bisogno di fare rete. Occorre aggregarsi per cercare di competere sul mercato in maniera ottimale. In questo senso, quella delle Zone Economiche Speciali in Campania è un’occasione storica da sfruttare e ottimizzare al massimo”.

Infine, Valerio De Martino, vicepresidente Manageritalia Campania, ha spiegato come oggi si stia facendo spazio la figura del Temporary manager: “Le imprese campane ricorrono sempre più a questo tipo di professionista che è flessibile, aggiornato e non costa come una figura da assumere a tempo indeterminato. Si tratta di una misura adatta al tessuto economico campano”.

Al convegno sono intervenuti anche Antonio Martini, dirigente Mise; Raffaele Lupacchini, presidente Commissione Ricerca e Programmi Comunitari - Mediterraneo Odcec Napoli; Giacomo Maggiolini, vicepresidente Commissione Ricerca e Programmi Comunitari - Mediterraneo Odcec Napoli; Pasquale Russiello, membro del Coordinamento Scientifico Commissione di Studio Ricerca e Programmi Comunitari – Mediterraneo; Antonio Esposito, segretario Commissione Ricerca e Programmi Comunitari – Mediterraneo.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Fisco; Cuchel (commercialisti): norme danneggiano professionisti e imprese

ROMA - “Le norme della Legge di Stabilità 2020 creano problemi a professionisti e imprese. C'è la questione, per esempio, della stretta sulle compensazioni: mettere in pista delle norme che colpiscono a 360 gradi tutte le ...continua
Assessore Buonanno: Imprese innovative, al via il bando Vulcanicamente

È stato pubblicato sul sito del Comune di Napoli (a questo link) il bando “Vulcanicamente – dal talento all'impresa” , la nuova edizione dell'omonimo progetto per la selezione di idee di impresa da...continua
Grazie al Fondo prevenzione usura del MEF

Sovraindebitata per aiutare i familiari. Purtroppo, può succedere anche questo nella vita. Questa che vi raccontiamo è la storia della sig.ra Lucia. Vedova, impiegata ora in pensione, da anni accudisce la madre rimasta sola e senza ...continua
Tirrenia, Amato (Pd): “Trasferimento scelta scellerata. Si colpisce Napoli e i lavoratori”

"Desta profondo rammarico la decisione della compagnia di navigazione Tirrenia, unica compagnia a godere di sovvenzioni statali per i collegamenti marittimi verso le grandi isole, di chiudere le sedi di Napoli e Cagliari. La decisione già ...continua
Autonomia: Santomauro (cassa ragionieri), serve riforma per crescita ed equità

 “Una vera riforma dell’autonomia che abbia come obiettivo la crescita e l’equità tra i territori, e non l’aumento del gap tra diverse zone del Paese, rappresenterà certamente un’occasione preziosa ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.