WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Cronaca. S.Bartolomeo in Galdo-Villa Literno- Sessa Aurunca

S.Bartolomeo in Galdo: carabinieri sventano una truffa a due anziane donne Ieri i Carabinieri di San Bartolomeo in Galdo hanno sventato un nuovo tentativo di truffa, dopo quello sventato la scorsa settimana a Colle Sannita, nei confronti di due anziane donne del posto. La dinamica, simile ai precedenti tentativi, è stata la telefonata di un sedicente parente che doveva essere sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. La prima donna, memore consigli ricevuti nella campagna di informazione di questi giorni dei Carabinieri, ha subito chiuso il telefono ed avvisato il numero di Pronto Intervento - 112. La seconda non si è subito accorta dell’inganno ed è stato grazie al provvidenziale intervento dei parenti che hanno scongiurato che cadesse nella trappola, avvisando loro l’Arma del luogo. L’attività di sensibilizzazione e l’azione di contrasto posta in essere dai Carabinieri Sanniti nel periodo prenatalizio inizia a mostrare i frutti di un rapporto porta a porta con i cittadini, dando loro consigli utili per evitare le truffe e i furti in appartamento.

 

In Villa Literno, nel corso della tarda serata di ieri, i carabinieri del locale Comando Stazione hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di spaccio D.F.T., cl. 92 del luogo. L’uomo è stato sorpreso dai militari dell’Arma mentre cedeva gr. 0,1 hashish, a 36enne del posto. Stupefacente e denaro sequestrato. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. 

 

Oggi, personale dei Carabinieri del Nucleo Operativo di Sessa Aurunca ha dato esecuzione ad un’Ordinanza applicativa degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di S. Maria Capua Vetere, su richiesta di questa Procura della Repubblica, nei confronti di E.L., 44 anni, ritenuto responsabile di abusi sessuali ai daunt della propria figlia minorenne, E.E.L, di 13 anni. L’indagine traeva origine dalla querela sporta dalla madre della vittima, nonché ex moglie de1l’indagato, insospettitasi per i frequenti attacchi di panico che la figlia aveva improvvisamente cominciato a manifestare al ritorno dalle vacanze trascorse dal padre, ragioni per le quali la ragazza era stata costretta, in più occasioni, a ricorrere alle cure del pronto soccorso e ad intraprendere un percorso psicologico. Proprio attraverso tale percorso la ragazza rivelava i ripetuti abusi sessuali che aveva dovuto subire dal padre, nella sua casa di residenza durante 1’u1timo periodo estivo. Le indagini, consistite principalmente ne11’assunzione delle testimonianze della vittima e delle persone ad essa vicine, hanno consentito di accertare un quadro di quotidiane violenze sessuali poste in essere de11’uomo per circa un mese, consistite in continui pesanti palpeggiamenti e toccamenti delle parti intime della vittima. Grazie alle indagini svolte dalla Procura della Repubblica, anche delegate ai carabinieri del Nucleo Operativo di Sessa Aurunca, e alla priorità attribuita dalla Procura della Repubblica e da1l’Ufficio Gip per tali delitti, é stato possibile prevenire ulteriori analoghe condotte violente da parte de1l’indagato (il quale fruiva del diritto di visita di entrambi i figli minori) eseguendo la misura degli arresti domiciliari. Il provvedimento cautelare é stato richiesto ed emesso dopo un breve lasso temporale rispetto alla prima denuncia della p.o., ad ulteriore conferma de1l’impegno e della tempestività nella trattazione dei fatti di violenza domestica ed abusi sessuali da parte della Procura della Repubblica di S. Maria C.V., ancor prima della entrata in vigore della Legge del 19 luglio 2019, n. 69 (convenzionalmente denominata “Codice rosso”)






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Cronaca. Salerno - Casandrino - Caserta

Botti proibiti, carabiieri artificieri a scuola : “A capodanno non rischiate” Salerno -  I Carabinieri della 2^ Sezione del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Salerno hanno intrapreso oggi ...continua
Castellammare di Stabia: carabinieri del NOE scoprono attività autodemolizione abusiva. Una denuncia e sequestri per 300mila euro

Continuano i controlli dei carabinieri del comando di tutela ambientale per la prevenzione e la repressione dei reati ambientali con particolare riguardo agli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti. I carabinieri del NOE di Napoli hanno ...continua
Cicciano: sicurezza in cantiere. Denunciato imprenditore

I carabinieri della stazione di Cicciano, durante un controllo con personale dell’ispettorato del lavoro di napoli e dell’asl na-3 sud, hanno denunciato un imprenditore edile di 56 anni per violazioni alla normativa sulla sicurezza nei ...continua
Provincia di Napoli: carabinieri contro reati ambientali. 4 denunce

A tambur battente l’attività di contrasto ai reati ambientali da parte dei carabinieri del comando provinciale di Napoli. A Licola di Pozzuoli i carabinieri della stazione locale e della stazione forestale hanno denunciato per ...continua
Salerno, controlli dei Carabinieri: 1 arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

I Carabinieri della Compagnia di Salerno, unitamente ai militari della Compagnia di Intervento Operativo del Reggimento Carabinieri “Campania” di Napoli, impiegati per il periodo delle “Luci d’Artista”, nella serata ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.