WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Sindacati

Sindacato dei Medici Italiani in campo per arginare la violenza contro gli operatori sanitari

Sabato 26 ottobre dalle ore 9 convegno regionale in programma a Torre Annunziata

Sono 1.200 i casi di aggressioni subite e denunciate dai lavoratori della sanità, quasi tre al giorno. I dati solo forniti dall’Inail e si riferiscono al 2018. E per molti le stime sono al ribasso rispetto ad un fenomeno più ampio, visto che spesso molti episodi non vengono denunciati dalle vittime.

Di questo si discuterà sabato 26 ottobre (ore 9) a Villa Guarracino a Torre Annunziata durante il sesto convegno regionale del Sindacato dei Medici Italiani. “Non sono un bersaglio! La violenza contro i medici: analisi e soluzioni, prevenzione e formazione” il titolo del simposio al quale prenderanno parte tutti i vertici dello Smi. “Il nostro slogan – sottolinea il segretario nazionale Smi, Giuseppina Onotri – deve essere: prenditi cura di chi ti cura. Siamo convinti che sia una scelta saggia puntare l’attenzione sulla violenza contro gli operatori sanitari. Come Sindacato dei Medici Italiani siamo sempre in prima linea contro queste manifestazioni odiose, che minano alla base il rapporto di fiducia tra medici e cittadini”.

Un primo risultato significativo questa battaglia l’ha già prodotto, come sottolinea il segretario organizzativo nazionale dello Smi e promotore del convegno Mario Iovane: “Il 25 settembre – dice – il Senato ha approvato all’unanimità il disegno di legge per la sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie nell’esercizio della loro azione. Il provvedimento, messo a punto dall’ex ministro della Salute Giulia Grillo e sostenuto dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, ha trovato pieno sostegno anche con l’attuale ministro Roberto Speranza, sensibile alla richieste giunte dal mondo medico e degli operatori sanitari per fermare questo dilagante fenomeno”.

A tal proposito Iovane ha voluto ricordare le parole pronunciate da Speranza all’atto della votazione: “Gli episodi di violenza e le aggressioni a chi lavora nel mondo della sanità sono inaccettabili. Al Senato è arrivata una prima, importante risposta con un voto all’unanimità. È la strada giusta su cui continuare a lavorare”.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Napoli– Convegno UIL pensionati, le dichiarazioni di Barbagallo, Moretti e Ciccone

Si è da poco concluso, presso la sala conferenze dell’Hotel Terminus di Napoli, il convegno L’evoluzione tecnologica e l’impatto sul welfare. Un quadro normativo per uno Stato Sociale alla prova del cambiamento, organizzato ...continua
Approda a Napoli il primo sindacato riconosciuto per i militari dell’Esercito Italiano

Napoli - Dopo il convegno tenutosi nella città di Forlì e l’ inaugurazione del Comitato di Sezione nella X municipalità Bagnoli-Fuorigrotta, l’Associazione Sindacale Libera Rappresentanza dei Militari (LRM), primo ...continua
Avella e Grande. Appello Ugl contro le stragi stradali nel casertano

Il week end della provincia di Caserta si è concluso ancora una volta con un bollettino di incidenti stradali che, in questa occasione non ha registrato esiti drammatici. Gli ultimi due in ordine di tempo si sono verificati nel comune di ...continua
Whirlpool,Confapi: inverosimile la proposta di de Magistris

Falco: impossibile pensare a un'autogestione, basta battute serve serietà   NAPOLI – «È francamente inverosimile quel che il sindaco Luigi de Magistris ha detto a proposito della chiusura della Whirlpool. ...continua
Vertenza Cira. Giampiero Zinzi incontrerà la Ugl Caserta

Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi incontrerà i vertici provinciali della Ugl, è' quanto si apprende da una nota trasmessa questo pomeriggio dal Segretario Territoriale Ferdinando Palumbo agli organi di stampa. Il recente ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.