WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Medicina

Riparazione della valvola mitralica in minitoracotomia: la tecnica cardiochirurgica d’avanguardia

Evitato a un 52enne l’intervento a cuore aperto

Un’incisione intercostale di circa cinque centimetri poco al di sotto dell’ascella destra in luogo di un intervento a cuore aperto. E’ stato dimesso venerdì scorso e versa in buone condizioni un 52enne irpino al quale è stata riparata una valvola mitralica in minitoracotomia. L’équipe di Cardiochirurgia dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino, coordinata dal Direttore dell’Unità Operativa, Brenno Fiorani, tramite l’utilizzo di strumentazioni dedicate, ha eseguito il delicato intervento mininvasivo, durato circa tre ore, evitando di sottoporre il paziente a una sternotomia. Il 52enne, ricoveratosi all’Azienda “Moscati” per una insufficienza mitralica severa, necessitava di una riparazione valvolare, un intervento tradizionalmente eseguito praticando l’apertura chirurgica dello sterno. Il primario Fiorani, coadiuvato dal cardiochirurgo Stefano De Notaris, dai cardioanestesisti Arianna Pagano e Roberto Cipriano, dalla cardiologa Francesca Lanni, dalla strumentista Sara De Luca e dalla perfusionista Serena Pece, ha optato per la procedura d’avanguardia, sicuramente tecnicamente più complessa, ma con notevoli vantaggi per il paziente, soprattutto in termini di recupero post-operatorio. «L’accesso al cuore – spiega Fiorani - è avvenuto mediante un’incisione di pochi centimetri nello spazio intercostale, senza produrre alcuna frattura ossea: attraverso il taglio, sono stati introdotti appositi strumenti con i quali si è proceduto alla riparazione della valvola mitralica. I professionisti coinvolti, tutti dell’Azienda “Moscati”, grazie anche a un periodo di formazione in sede, si sono dimostrati, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze, altamente qualificati, perfettamente in grado di attuare le più moderne tecniche cardiochirurgiche e hanno operato in assoluta sinergia e perfetta sintonia». Il Direttore Generale dell’Azienda “Moscati”, Renato Pizzuti, si è congratulato con il team di specialisti, sottolineando come «l’adozione di procedure chirurgiche complesse dimostra non solo l’alto livello di formazione di tutti gli operatori coinvolti, ma anche un grande lavoro di squadra. Elementi che, insieme alla disponibilità di attrezzature sofisticate, testimoniano l’elevato standard organizzativo e professionale dell’Azienda Ospedaliera di Avellino».






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Carcinosi peritonale, primi interventi in Campania di PIPAC al Fatebenefratelli di Benevento

Sono stati eseguiti presso l'Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento, i primi interventi chirurgici in Campania di PIPAC (pressurized intraperitoneal aereosolized chemiotherapy). Si tratta di una tecnica innovativa ...continua
Castellammare, ospedale San Leonardo: come applicare la telemedicina alla dialisi peritoneale domiciliare

Ad ulteriore conferma da pochi giorni, per la prima volta in Regione Campania, presso la Uoc è diventata operativa una piattaforma web ...continua
Cmo, riapre la Medicina Nucleare. “Vince il diritto al lavoro e alla salute”

Al via le procedure di riassunzione. “Una luce in più per spegnere ‘Fortapàsc’” Dopo oltre 15 mesi di interruzione forzata riapre al pubblico la Medicina Nucleare del Cmo. L’imminente riattivazione ...continua
Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento, in programma il congresso “Nuove frontiere della Cardiologia”

Sabato 26 ottobre alle ore 9.00, presso la sala convegni dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento, si terrà il congresso dal titolo: “Nuove frontiere della Cardiologia” XIV edizione, organizzato ...continua
Campagna nazionale di prevenzione dei tumori del seno: sabato e domenica Palazzo Migliaresi al Rione Terra

Anche quest'anno l'amministrazione comunale di Pozzuoli ha aderito alla campagna nazionale "Nastro Rosa" dedicata alla prevenzione delle neoplasie mammarie che sono la prima causa di patologia oncologica femminile. Una iniziativa ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.