WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Arresti al Savorito, Cuomo (SOS Impresa): «Importante operazione. Lo Stato c’è»

«Dopo questi arresti Castellammare è più libera: è stato inflitto un altro duro colpo ai clan locali» 9 persone sono state arrestate mentre per altre 3 è stato imposto il divieto di dimora in Campania Castellammare di Stabia, 09 settembre 2019. – «Complimenti alla magistratura e alle forze dell’ordine per la brillante operazione condotta questa mattina all’alba nel quartiere Savorito. Lo Stato c’è e con forza combatte i clan di Castellammare di Stabia». Così il presidente di SOS Impresa e coordinatore del Circolo della Legalità, Luigi Cuomo, dopo il blitz dei Carabinieri che ha portato all’arresto di 9 persone e al divieto di dimora in Campania per altre 3 (legate ai clan Imparato e D’Alessandro). «Le indagini dei militari hanno accertato che il racket è una delle principali forme di guadagno per le cosche stabiesi. E proprio da un tentativo di estorsione ai danni di un commerciante è partito il lavoro dei Carabinieri che ha poi permesso di ricostruire le attività illecite dei fermati. Anche dopo questi arresti Castellammare è più libera: è stato inflitto un altro duro colpo ai clan locali» continua. «Invito tutti coloro che ancora oggi sono vittime delle prepotenze dei clan a rivolgersi al nostro sportello d’ascolto o a contattare il numero verde 800900767. Gli imprenditori ed i cittadini di tutta l’aria stabiese possono contare sui qualificatissimi operatori volontari di SOS Impresa che sono pronti ad illustrare loro tutti gli strumenti utili per difendersi dal racket e dall’usura ed aiutarli ad accedere a tutti i vantaggi, anche economici, destinati a chi collabora con le forze dell’ordine e con la magistratura denunciando i propri aguzzini . Liberarsi dalla camorra, dalla sua violenza e dalla sua arroganza, grazie all’efficienza delle forze dell’ordine, è possibile e sicuro e, anche grazie alla nostra associazione, non si è più soli e si può riconquistare, in sicurezza, la propria libertà di persona e di operatore economico» conclude Cuomo.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Castellammare di Stabia - Presi due coniugi stabiesi per estorsione e usura

 Nelle prime ore di questa mattina, in Castellammare di Stabia (NA), i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare - emessa dal G.I.P. del Tribunale di ...continua
Due arresti per rapina aggravata. Rapinavano farmacie nella zona di Caserta inchiodati dalla video-sorveglianza

Questa mattina, aIl’esito di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, i Carabinieri della Compagnia di Marcianise (Ce) e della Stazione Sant'Arpino (Ce) hanno dato esecuzione ad un'ordinan...continua
Cronaca. Marigliano - Giugliano in Campania - Poggiomarino

Marigliano: centinaia di cosmetici sequestrati dai carabinieri forestali. Erano tutti contraffatti e privi di indicazioni sulla composizione Ingente sequestro dei carabinieri forestali della stazione di marigliano, con la collaborazione della ...continua
Sorrento. Controlli straordinari dei carabinieri nella movida sorrentina

Serrati i controlli dei carabinieri anche a Sorrento e nei comuni limitrofi Durante il servizio, disposto dal Comando Provinciale di Napoli, i militari della compagnia locale hanno denunciato 2 persone, un 36enne di San Giovanni a Teduccio e un ...continua
Giugliano in Campania. Carabinieri denunciano 5 persone per smaltimento illecito di rifiuti

I carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania, nell’ambito di un servizio di contrasto ai reati ambientali, hanno denunciato 5 persone, tutte ritenute responsabili di smaltimento e trasporto illecito di rifiuti. In particolare, i ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.