WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Cronaca. Napoli San Lorenzo-Castello di Cisterna

Napoli San Lorenzo: Spacciano hashish, cocaina e Rivotril, "l’eroina dei poveri". 2 arresti dei carabinieri

I carabinieri del nucleo radiomobile hanno tratto in arresto per spaccio di stupefacenti un 27enne di origini gambiane e un algerino di 43 anni. I due sono stati sorpresi dai militari nel quartiere San Lorenzo mentre cedevano ad un “cliente” una stecchetta di hashish. Bloccati, i due stranieri sono stati perquisiti. Addosso avevano 8,35 grammi di cocaina suddivisi in 18 dosi, 3 stecchette di hashish per un peso di 4,40 grammi e 20 pasticche di Rivotril, un ansiolitico che combinato con alcol o altri stupefacenti funziona da surrogato dell'eroina. Nelle loro tasche anche 25 euro in contante ritenuto provento di spaccio. Sequestrate le sostanze e dopo le formalità di rito, i due arrestati saranno trattenuti in camere di sicurezza in attesa di celebrazione di giudizio con rito direttissimo. L’acquirente è stato segnalato alla Prefettura.

Castello di Cisterna: Un portamonete legato ad un filo trasparente.

L’ingegnoso metodo per spacciare di un 48enne arrestato dai carabinieri Michele Rega, 48enne di Pomigliano D’Arco già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato dai carabinieri della sezione operativa di Castello di Cisterna. Il reato contestato è detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Rega è stato sorpreso dai militari nel complesso popolare “ex legge 219”. Tradito dal suo atteggiamento sospetto, il 48enne è stato perquisito e solo in questo modo i militari sono stati in grado di comprendere l’ingegnoso metodo con il quale nascondeva la droga destinata allo spaccio. L’uomo aveva legato un portamonete ad un filo di nylon. Una delle estremità era nelle sue mani, l’altra fissata al borsellino. Grazie alla trasparenza garantita dal nylon, Rega poteva all’occorrenza tirare il filo, prelevare e poi smerciare la droga. Terminata la “compravendita” rilanciava il borsellino in un cespuglio stringendo il cordoncino in mano, pronto per il “cliente” successivo. Bloccato prima che potesse abbandonare il portamonete, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 9,23 grammi di crack, 9,30 grammi di cocaina e 5,50 di cocaina. Nelle sue disponibilità anche 680 euro in contante, ritenuto provento di spaccio. Dopo le formalità di rito Rega è stato sottoposto ai domiciliari in attesa del giudizio con rito direttissimo.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Castellammare di Stabia. Blitz contro l'abusivismo commerciale

Una maxi operazione congiunta di controllo del territorio nel quartiere Acqua della Madonna è stata effettuata ieri sera dagli agenti del Commissariato di Castellammare di Stabia, dai militari della locale Compagnia della Guardia di Finanza ...continua
Napoli: Quartieri spagnoli e centro storico nella stretta dei controlli. Sanzioni e denunce dei Carabinieri

 Proseguono senza sosta i controlli a tappeto dei carabinieri nel centro storico e nei quartieri Spagnoli, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale di Napoli. In prima linea i militari della Compagnia Centro, insieme ...continua
Santa Maria a Vico, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale

In Santa Maria a Vico, nella tarda serata di ieri, i carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Maddaloni hanno tratto in arresto un 38enne del luogo, ritenuto responsabile dei reati di resistenza e lesioni a P.U. nonchè ...continua
Pozzuoli Monte di Procida Bacoli: Controlli serrati dei Carabinieri. Movida dell’area flegrea nel mirino

Garantire una movida sicura è l’obbiettivo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli e per questo, grazie alla capillare presenza sul territorio, sono stati disposti servizi straordinari nelle aree maggiormente affollate dai ...continua
Napoli San Carlo Arena: minaccia il parroco per 20 euro. 18enne arrestato dai Carabinieri

 Si è introdotto nella struttura per minori stranieri di Via Don Bosco e in evidente stato di agitazione ha preteso 20 euro dal parroco che gestisce l’associazione. L’ha minacciato: se non avesse consegnato la somma avrebbe ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.