WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Quarto: rapinarono sala scommesse rischiando di uccidere un dipendente


Carabinieri fermano 3 giovani il 20 luglio, poco dopo la mezzanotte, 3 malfattori hanno fatto irruzione in una sala scommesse di Quarto, con volto travisato e armati di pistole. Un rapinatore ha fatto sdraiare tutti i clienti a terra, un altro si è diretto verso il retro del bancone, chiuso al pubblico da una porticina, il terzo ha puntato l’arma contro l’anziano dipendente. Hanno sparato 6 volte: 5 contro la porticina, ad altezza d’uomo, colpendo il dipendente; un altro colpo è stato sparato dal secondo soggetto che ha infilato la mano armata nella fessura per il passaggio delle banconote. Nonostante l’uomo fosse riverso a terra sanguinante, i 2 hanno aperto la cassaforte e portato via 950 euro. Poi sono corsi fuori e si sono allontanati a bordo dell’auto sulla quale erano arrivati. La vittima è stata fortunatamente soccorsa da alcuni clienti che hanno chiamato il 118 così l’uomo è stato trasportato immediatamente in ospedale dove è stato operato d’urgenza visto che 4 colpi lo hanno raggiunto al fianco sinistro ed era in pericolo di vita. I carabinieri della compagnia di Pozzuoli e della tenenza di Quarto hanno identificato i 3 malviventi la sera stessa e li hanno localizzati a Castel Volturno (CE) in un'abitazione in uso alla madre di uno dei tre. Sono tutti di Pomigliano d’Arco ed hanno 22, 18 e 29 anni. I carabinieri hanno esaminato i video delle telecamere installate nell’esercizio e raccolto diversi indizi a loro carico, soprattutto le impronte palmari e digitali lasciate sulla porta del centro scommesse RILEVATE E CONFRONTATE DALLA SEZIONE INVESTIGAZIONI SCIENTIFICHE DEL REPARTO OPERATIVO DI NAPOLI CHE HA IDENTIFICATO UNO DEI 3 ma anche tatuaggi ed alcuni abiti indossati al momento della rapina. in cucina, inoltre, hanno rinvenuto la refurtiva: il rotolo di banconote era su una mensola. Trovata anche l’auto, parcheggiata poco distante. denaro, auto e abiti sono stati sottoposti a sequestro. La vittima è tuttora ricoverata in prognosi riservata ma non rischia più la vita.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Napoli Vomero Arenella:“Piano Napoli”. 248 le persone controllate. 4 denunce e 3 consumatori di droga segnalati

  Servizio straordinario di controllo del territorio dei carabinieri della compagnia Vomero supportati da quelli del reggimento “Campania” nell'ambito del protocollo di controlli cosiddetto “Piano Napoli”. I militari ...continua
Procida: 4 piante e 128 semi di marijuana in casa. 31enne arrestato

  I carabinieri della stazione di Procida hanno arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio Andreafrancesco Pigna Coppola, un 31enne del posto già noto alle ffoo. Durante una perquisizione domiciliare i militari hanno ...continua
Napoli San Giovanni a Teduccio: al suo fianco, in auto, una busta con 7 panetti di hashish. 51enne arrestato dai carabinieri

 Antonio De Maria, un 51enne di Ercolano già noto alle, è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo della Compagnia Poggioreale per detenzione di stupefacente a fini di spaccio. I militari l’hanno notato mentre ...continua
Cronaca. Napoli Scampia - Aversa -Grumo Nevano -Benevento

Napoli, Scampia: 240 bussolotti di eroina sequestrati dai carabinieri. Erano destinati alla piazza di spaccio dello "Chalet Bakù" I carabinieri della sezione operativa della compagnia Napoli Stella hanno sequestrato a scampia ...continua
Varcaturo, “cattura” l’ex compagna e la figlia di due anni in strada e le tiene prigioniere in auto per 12 ore tra insulti e percosse

L’aveva perseguitata e vessata per mesi, fino alla pronuncia del tribunale che gli aveva vietato di avvicinarla. Le cose sembravano essere tornate alla normalità e la vittima, una 28enne di Giugliano, ne era sollevata. Era stata affidata ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.