WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cultura / Libri

Al Premio Napoli, la storia dell'Ilva di Taranto dal secondo dopoguerra a oggi

Domani, martedì 16 luglio alle ore 18.00, nella sede della Fondazione Premio Napoli, al primo piano di Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito, sarà presentato il libro “L’acciaio in fumo – L’Ilva di Taranto dal 1945 a oggi” di Salvatore Romeo (Donzelli Editore). All’incontro con l’autore, introdotto da Domenico Ciruzzi, presidente della Fondazione Premio Napoli, interverrà Amedeo Lepore, docente dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, nonché componente del Consiglio di amministrazione della Svimez.

Il libro

Per anni gli sviluppi del “caso Ilva” hanno occupato le cronache nazionali. Per anni si è discusso del destino del siderurgico, costruito a Taranto nei primi ’70 e ancora oggi ritenuto “strategico” per il Paese. Per anni la fabbrica, grande quasi quanto la città, è stata al centro di uno scontro tra proprietà, sindacati, associazioni, magistratura e politica. Per capire come si è giunti a una delle più gravi crisi industriali e ambientali della storia d’Italia occorre ricostruire il rapporto tra Taranto e il siderurgico, partendo dalle sue origini e ripercorrendone l’evoluzione. Con un’analisi appassionata e ben documentata, Salvatore Romeo rievoca una vicenda in cui storia economica e storia d’impresa, storia urbana e storia ambientale, storia politica e storia sociale s’intrecciano, facendo emergere il racconto di una città e della sua interazione con la fabbrica.
L’autore

Salvatore Romeo, dottore di ricerca in Storia economica, è stato borsista all’Istituto italiano di studi storici. Ha curato la raccolta di scritti di Alessandro Leogrande su Taranto “Dalle macerie – Cronache sul fronte meridionale” (Feltrinelli). Si occupa di storia dell’industria, storia urbana e storia ambientale.   






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Procida e' stata insignita della qualifica di "Città che legge" per gli anni 2020-2021

Intervento del Consigliere Giovanni Villani: "Quali sono i requisiti da possedere per essere insigniti della qualifica di " Città che legge"? 1) la presenza di una biblioteca di pubblica lettura regolarmente aperta e funzionante, ...continua
Procida Città che Legge 2020-2021

L'Assessore Rossella Lauro ha condiviso: "Anche per il biennio 2020-2021 il Comune di Procida ha ricevuto la qualifica di "Città che legge", istituita dal Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dei Beni Culturali. Ci...continua
Torna la Festa del racconto a Carpi:

E’ uno dei primi festival dal vivo dopo l’emergenza: gli ospiti interagiscono con un pubblico finalmente “in carne e ossa”. A partire dal 2 luglio e fino al 23 agosto a Carpi la Festa del racconto accompagna l’estate ...continua
Premio Strega: i sei finalisti

Per la 74ª edizione, ieri, martedì 9 giugno, nel Tempio in piazza di Pietra, in streaming, sono stati annunciati i finalisti: tra loro Sandro Veronesi, che vinse il Premio Strega, nel 2006, con il volume Caos calmo, da cui fu tratto ...continua
Valeria Barbera ha vinto il Premio al Lettore di Fantascienza.

L’autrice della migliore recensione inedita di romanzi di fantascienza è una donna della Campania....continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.