WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Lavoro

Fincantieri, tutta un'altra storia

 

Cos'è il cantieri di Castellammare adesso è sotto gli occhi di tutti. Una sito produttivo denominato “giravite” , senza un vero è proprio ufficio tecnico privato del bacino di carenaggio, divenuto niente di più niente di meno che un cantiere di scorta a rimorchio di altri siti posti al nord della penisola. Qualcuno ha dato la risposta del perché la Nave Trieste è stata per cosi dire assemblata a Castellammare di Stabia? La risposta è stata per la mancanza di spazio dei siti impegnati in altre costruzioni della società di Trieste. Ebbene già anni addietro si decretò la fine del cantiere stabiese quando Ancona pose in essere la costruzione del bacino di carenaggio, mentre a Castellammare di Stabia fu tirata in ballo la solita diatriba della vocazione turistica a favore di quella industriale. Tuttavia senza fare un excursus storico di quello che doveva essere ma non è stato, tornando ai giorni nostri la città delle acque ha ricevuto un altro sguardo della dea bendata, che tuttavia qualcuno ha fatto bene girarsi dall'altra parte. Si parla spesso dell'implementazione di navi da crociera sul litorale stabiese, gioendo di tanto in tanto alla vista di qualche mega yacht che transita per le nostre acque, senza per altro poter usufruire di quel transito o quella situazione. Sarebbe come gioire di un 6 al SuperEnalotto vinto da altri ma si va comunque a fare la festa in ricevitoria! Dicevo la dea bendata... GianLuigi Aponte fondatore della Mediterranean Shipping Company S.A. (MSC) di Sant'Agnello classe 1940, ha più volte chiesto l'utilizzo di sito Fincantieri al fine di poter far attraccare le grossi navi da crociera utilizzando lo spazio interno per pulman, per porvi percorsi turistici con stand e quant'altro. Sfruttando la posizione strategica stabiese per Ercolano Sorrento Pompei, Capri, Ischia, ecc, dando un vero incipit all'economia locale a fronte di discussioni che non portano a niente se non a ciò che potremmo essere ma che sistematicamente non siamo; gli è stato negato. L'imprenditore di Sant'Agnello non demorde, sicuramente prima di rivolgersi al probabile sito di Bagnoli, ritornerà a far tappa a Castellammare di Stabia. Allora ci si chiede un atto di coraggio a quei interlocutori politici stabiesi di imporre anche a De Luca, il quale si ha la sensazione che non è propenso allo sviluppo stabiese in tale senso visto che a Salerno è stata posta in essere la stazione marittima, di obbligarlo anche verso i vertici Fincantieri di far rinascere Castellammare di Stabia. Lo stesso A.D. Giuseppe Bono di Fincantieri, non è d'accordo sulla cessione del sito produttivo stabiese proprio per la comodità, della supplenza del cantiere di via Caio Duilio, assemblaggio di piccoli tronconi da montare in bacini di carenaggio di altri cantieri della stessa società, rispettando tempi e processi produttivi. Giusta scelta economica, nel presente c'è richiesta specialmente dall'America, ma dopo? A Castellammare ci preoccupiamo del futuro, soprattutto del piano originario che ha portato politicamente la Fincantieri di Castellammare di Stabia a scelte dolorose, razionalizzazioni di organico, trasferimenti fuori sede, per poi tirare in ballo la mancanza del piano B e la successiva discussione inutile sulla sua vocazione turistica o industriale. Quindi, la risposta è proprio a due passi a Piazza Amendola; il ripristino delle Terme di Stabia. Coniugare l'idea di Aponte, lo sviluppo turistico con la riconversione cantieristica non è fantascienza ma si deve avere l'ardire di abbandonare definitivamente quella industriale, come già fu deciso a luglio del 1964 con l'inaugurazione delle Nuove Terme di Stabia al Solaro; l'opera più grande che l'allora Cassa del Mezzogiorno fece per il sud.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Presa in carico delle famiglie, supporto legale e psicologico, formazione e tirocini per la reintroduzione nel ciclo produttivo

Il Centro Stabia per l’Inclusione Attiva ha aperto oggi i battenti nella sede comunale dell’ex Pretura, per suggellare il progetto Itia (Intese Territoriali per l’Inclusione Attiva) che ha visto il Comune di Castellammare di Stabia ...continua
Piano di Zona S2 novità sul Reddito di Cittadinanza

L’Ambito Territoriale S2 – Capofila Cava de’ Tirreni invita a partecipare alla conferenza stampa che si terrà mercoledì 8 luglio alle ore 11.00, nell’Aula consiliare del Palazzo di Città di Cava de’Tirren...continua
EAV trasporto pubblico, ORSA:«Accadute cose mai viste»

In questi ultimi 6 mesi sono accadute cose mai viste, ognuno di noi ha vissuto momenti veramente “complicati”, e il Trasporto Pubblico in Campania non ne è stato da meno. Purtroppo però ad affiancare e peggiorare le “normal...continua
Il bonus vacanze "conferma le previsioni negative del Codacons e si rivela un flop totale"

Lo afferma l'associazione dei consumatori, commentando i numeri forniti oggi dall'ufficio stampa del ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.Il bonus "è stato richiesto da 200mila cittadini, a fronte ...continua
Economie ancora in calo. Settore orafo in affanno, a rischio fatturati e posti di lavoro

Da uno studio di Confesercenti Campania relativamente al primo semestre 2020 viene fuori una fotografia impietosa della Campania e dei quella che doveva essere la ripresa economica sovrastimata dal governo centrale. Perdite per 20 mld di euro; 47mila ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.