WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cultura / Libri

Napoli, Creatività e salute mentale: Adolfo Ferraro presenta il libro "Arte reclusa"

La Fondazione Premio Napoli presenta il libro “Arte reclusa – Le evasioni possibili”, firmato da Adolfo Ferraro per Rogiosi Editore. Appuntamento giovedì 27 giugno alle ore 18.00 nella sede della Fondazione al primo piano di Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito. All’incontro con l’autore, introdotto da Domenico Ciruzzi, interverranno Aniello Barone, docente di fotografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli, il sociologo Adolfo Fattori e l’artista Lello Esposito. Letture a cura dell’attrice Antonella Morea.

Il libro

Il testo affronta il complesso rapporto tra la salute mentale e l’espressione creativa nel mondo recluso-escluso, attraversando simbolicamente una zona definita grigia ma carica di colore, che delimita il confine antinomico tra presunta follia e presunta sanità mentale, tra la norma e il suo contrario, tra utopia e realtà, arte e cialtroneria, bontà e cattiveria, accettazione e rifiuto. Raffigura le produzioni creative raccolte nelle carceri, nei servizi di salute mentale, nelle comunità terapeutiche della Campania, dove si realizza un modello che impone, tra le sue principali risorse, quella di modificare le capacità espressive di chi è recluso-escluso, annullando l'identità con l'omologazione, con un numero di matricola o di pratica burocratica, o con una divisa.
In realtà, nella zona grigia che diventa luogo, l’espressione si insinua nelle maglie della reclusione e dell’isolamento e può rappresentare un mezzo di fuga, il racconto di un desiderio, una possibilità figurativa, e non sempre e solo un sintomo. “Arte reclusa” è il racconto di un’evasione, la rappresentazione di un gioco collettivo che utilizza i linguaggi artistici di chi non è necessariamente artista, la ricostruzione di vite che la malattia o il carcere non sono riusciti a sconfiggere. È un viaggio nella zona grigia, che raccoglie ed espone materiale creativo, prodotto dalle attività che utilizzano linguaggi dell’arte come modalità riabilitativa in luoghi deputati alla reclusione e all’esclusione.    

 

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Procida e' stata insignita della qualifica di "Città che legge" per gli anni 2020-2021

Intervento del Consigliere Giovanni Villani: "Quali sono i requisiti da possedere per essere insigniti della qualifica di " Città che legge"? 1) la presenza di una biblioteca di pubblica lettura regolarmente aperta e funzionante, ...continua
Procida Città che Legge 2020-2021

L'Assessore Rossella Lauro ha condiviso: "Anche per il biennio 2020-2021 il Comune di Procida ha ricevuto la qualifica di "Città che legge", istituita dal Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dei Beni Culturali. Ci...continua
Torna la Festa del racconto a Carpi:

E’ uno dei primi festival dal vivo dopo l’emergenza: gli ospiti interagiscono con un pubblico finalmente “in carne e ossa”. A partire dal 2 luglio e fino al 23 agosto a Carpi la Festa del racconto accompagna l’estate ...continua
Premio Strega: i sei finalisti

Per la 74ª edizione, ieri, martedì 9 giugno, nel Tempio in piazza di Pietra, in streaming, sono stati annunciati i finalisti: tra loro Sandro Veronesi, che vinse il Premio Strega, nel 2006, con il volume Caos calmo, da cui fu tratto ...continua
Valeria Barbera ha vinto il Premio al Lettore di Fantascienza.

L’autrice della migliore recensione inedita di romanzi di fantascienza è una donna della Campania....continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.