WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Castellammare di Stabia e Gragnano, esecuzione di una ordinanza di misura cautelare nei confronti di 4 indagati

Il 13 maggio, in Castellammare di Stabia e Gragnano, i Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal GIP di Torre Annunziata su richiesta di questa Procura, nei confronti di 4 indagati ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata a ricettazione e riciclaggio di auto rubate e truffa ai danni di ignari acquirenti delle autovetture reimmesse sul mercato.
L’indagine, diretta da questa Procura e condotta dalla Stazione Carabinieri di Pompei, ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti di tutti gli indagati (già gravati da precedenti penali e di polizia) in ordine al riciclaggio di alcune autovetture e parte di altre rinvenute e sequestrate a Pompei nel febbraio 2018 quando si era proceduto al fermo di indiziato di delitto di uno degli odierni arrestati sorpreso alla guida di un furgone con all’interno le parti già sezionate di una autovettura rubata la notte precedente in Somma Vesuviana.
La condotta illecita prevedeva ruoli predefiniti da parte degli associati. Due erano gli organizzatori e promotori del sodalizio con il compito di reperire le autovetture di illecita provenienza, acquistare modelli corrispondenti incidentati ed eseguire, unitamente con gli altri complici, le operazioni tecniche di ricondizionamento e alterazione dei segni distintivi provvedendo alla ripunzonatura dei telai, all’assemblaggio di più parti di diverse autovetture, alla riprogrammazione delle centrali elettroniche.
I veicoli riciclati venivano quindi rivenduti a ignari acquirenti attraverso annunci su siti on-line specializzati.
Uno degli arrestati, fittizio titolare di una ditta individuale per la rivendita di auto, provvedeva alle operazioni finanziarie conseguenti alle vendite e alla distribuzione dei profitti ai sodali.
Il meccanismo illecito è stato disvelato attraverso l’analisi dei traffici telefonici nonché attraverso intercettazioni di conversazioni ed accertamenti tecnico-scientifici sui veicoli oggetto di sequestro, poi restituiti agli aventi diritto.
Due indagati sono stati sottoposti alla custodia cautelare in carcere e due al divieto di dimora nella Regione Campania.

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Mondragone (Ce), arrestato un ghanese per tentato furto e resistenza al pubblico ufficiale

Nel corso della mattinata odierna, in Mondragone (Ce), i carabinieri della sezione radiomobile del Reparto Territoriale di Mondragone hanno tratto in arresto, per tentato furto e resistenza a pubblico ufficiale, PEPRAH Paul, cl. 87, del Ghana, irregolare ...continua
Cronaca. Napoli, Rione Sanità - San Giovanni a Teduccio

Napoli, Rione Sanità: carabinieri trovano e sequestrano armi cariche e droga una pistola revolver con 6 cartucce provento di furto, Una pistola semiautomatica con matricola abrasa e 7 cartucce e un’altra semiautomatica con matricola ...continua
San Nicola La Strada, arrestato spacciatore

Nella tarda serata di ieri, in San Nicola La Strada (CE), i carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Marcianise, durante un servizio di prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno tratto in arresto CAMARA ...continua
San Giorgio del Sannio - Aveva nel garage e in camera da letto 160 grammi di marijuana. Arrestato

 A San Giorgio del Sannio (BN), questa mattina, i Carabinieri della Stazione del centro sangiorgese dopo le ultime operazioni antidroga, hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti R.F., ...continua
Boscoreale - Minaccia la madre con un paio di forbici e chiede soldi per comprare droga. 36enne arrestata

dai carabinieri I carabinieri dell’aliquota radiomobile di torre annunziata hanno tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione una 36enne del “Piano Napoli” di Boscoreale già nota alle forze dell’ord...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.