WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Sanità

Seconda edizione dell’Open Day malattie reumatiche autoimmuni

Il 10 maggio all’Azienda “Moscati” visite gratuite alle donne

Per usufruire del servizio è necessaria la prenotazione telefonica al numero 0825.203856, attivo dalle ore 10 alle 13 L’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino, aderente al network Bollini Rosa, dopo la settimana di ambulatori aperti dedicati alle donne, che ha visto il coinvolgimento di 18 Unità Operative, parteciperà anche alla seconda edizione dell’Open day dedicato alle malattie reumatiche autoimmuni promosso da Onda (Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere), con la collaborazione dell’Associazione Malati Reumatici Emilia Romagna, dell’Associazione Nazionale Malati Reumatici Onlus, dell’Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare Onlus, e il patrocinio dell’Istituto Superiore di Sanità e della Società Italiana di Reumatologia. Venerdì prossimo, 10 maggio, dalle ore 9 alle 18, presso l’ambulatorio di Reumatologia dell’Azienda “Moscati” (Contrada Amoretta, secondo piano, settore B, c/o Ambulatori di Medicina Interna), le donne potranno sottoporsi a una visita gratuita e ricevere informazioni e materiale divulgativo. Per accedere alle visite reumatologiche è necessaria la prenotazione telefonica. Il numero messo a disposizione delle donne interessate è il seguente: 0825.203856, attivo fino a giovedì mattina (incluso), dalle ore 10 alle 13. Obiettivo della giornata è promuovere la corretta conoscenza, la prevenzione primaria e la diagnosi precoce delle malattie reumatiche autoimmuni, patologie che interessano 5 milioni di persone in Italia, di cui il 70% sono donne. «Le malattie reumatiche, che nella maggior parte dei casi sono di origine autoimmune – spiega il dirigente medico reumatologo dell’Azienda “Moscati”, Mariangela Raimondo -, sono patologie tipicamente femminili, conseguenza di un’anomala risposta del sistema immunitario. Rappresentano un gruppo estremamente eterogeneo di malattie, che possono manifestarsi a qualsiasi età, ma interessano principalmente le donne in età fertile. Queste patologie, di solito, sono subdole e silenziose, danneggiano a poco a poco le articolazioni e i tessuti circostanti senza dare, al loro insorgere, segni evidenti. Una diagnosi precoce è pertanto sempre utile per prevenirne l’evoluzione e le eventuali complicanze che impattano in maniera significativa sulla qualità della vita, sulla salute riproduttiva e sulla pianificazione familiare».






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Castellammare di Stabia.Emergenza COVID-19, 50enne positiva al virus

L’Asl ci ha comunicato che un altro cittadino stabiese è risultato positivo al Covid-19. Si tratta di una 50enne che ha ricevuto oggi l’esito positivo del tampone a cui era stata sottoposta nei giorni scorsi a causa di alcuni ...continua
San Giorgio a Cremano, False notizie in città su casi positivi

San Giorgio a Cremano, 3 giugno 2020 - Fake news. Il sindaco Giorgio Zinno prende una posizione netta contro alcune false notizie pubblicate sui social che riporterebbero una sua presunta positività al Covid 19 e con lui anche quella di un ...continua
Emergenza COVID-19, un altro cittadino contagiato

L’ Asl ci ha comunicato che un cittadino di Castellammare di Stabia oggi è risultato positivo al Covid-19. Si tratta di un 61enne che attualmente si trova in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva, in buone condizioni, insieme ...continua
Boscoreale – bassa affluenza dei cittadini all'indagine di siero-prevalenza da virus Covid19

Solo 13 cittadini su 54 hanno aderito all’indagine di siero-prevalenza della popolazione inerente all’infezione da virus Sars-Cov-2, avviata dal Ministero della Salute, su indicazione del Comitato Tecnico Scientifico, e promosso con ...continua
ARPAC - Fiume Sarno, concentrazioni di cromo ridotte durante il lockdown

Le concentrazioni di cromo totale sono calate in alcuni punti del Sarno e dei suoi affluenti, durante il recente lockdown che ha bloccato parte delle attività produttive. E’ quanto risulta dai prelievi che Arpac ha svolto lo scorso ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.