WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Lavoro

Presentato il Progetto di Messa in Sicurezza e Restauro dell'ex Convento di Santa Margherita Nuova

  Il progetto ammesso a finanziamento ai sensi del comma 853 dell’art. 1 della legge 27 dicembre 2017, n. 205 per la Messa in sicurezza e il completamento del restauro dell’ex convento di Santa Margherita Nuova, e consolidamento dei barbacani, rappresenta un grande risultato del Sindaco Dino Ambrosino che ho affiancato nelle fasi per l’ottenimento del finanziamento, con il perseverante e prezioso contributo dell’architetto Rosalba Iodice. Importante risultato che permetterà di salvare uno dei luoghi più suggestivi di Terra Murata e dell’isola intera. Il bene è stato trasferito nella proprietà comunale nel 2016 dopo la forte azione del Sindaco di essersi assunto la piena e grande responsabilità di ritenere Santa Margherita e l’ex cenobio un bene della comunità procidana di cui l’Amministrazione avrebbe - da protagonista – provato a salvaguardarlo, restaurando il cenobio, e a restituirlo all’uso e alla fruizione di tutti. Il progetto di ri-funzionalizzazione, prevede, la realizzazione di un centro culturale, dotato di sale espositive, spazi museali e spazi organizzativi. L’opera di completamento del consolidamento sia sul fronte est che sud inoltre consentirà di realizzare un ampio sistema di percorsi terrazzati, una promenade paesaggistica verso Capri - Pizzaco Chiaia e Corricella costituiti dalla necessaria realizzazione di una soletta per l’incatenamento dell’intera struttura. L’intervento nel suo complesso, oltre a dotare la comunità di spazi culturali e sociali, è teso all’eliminazione dell’altissima vulnerabilità sia statica che sismica del complesso, al contempo l’intervento strutturale consente la realizzazione di spazi che costituiranno la su descritta paesaggistica fino a raggiungere il rilevante sperone murario, un tempo contrafforte, oramai del tutto "isolato", il quale, posto sull'estremità della cresta, incombe pericolosamente su quella tratta di pendio e di mare. La soletta di collegamento strutturale, che costituisce la nuova passeggiata paesaggistica, nella sua dimensione, rievoca la pianta dell’impianto dell’ex convento crollato. La problematica della messa in sicurezza sia dei residui brani edilizi esistenti sulla cresta tufacea su cui erge, sia di quelli che quasi in fase di anastilosi progettuale, hanno il compito di completarlo, e incatenarlo. Le motivazioni si racchiudono tutte nel processo di "disfacimento" morfologico che in maniera apparentemente ineluttabile interessa le pendici e le scarpate del suggestivo istmo roccioso che con il divenire dei secoli s'è progressivamente sfaldato, trascinando a mare anche il soprastante costruito. Tuttavia con le opere previste nel progetto, tale devastante effetto "domino", verrà efficacemente fronteggiato.

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Presa in carico delle famiglie, supporto legale e psicologico, formazione e tirocini per la reintroduzione nel ciclo produttivo

Il Centro Stabia per l’Inclusione Attiva ha aperto oggi i battenti nella sede comunale dell’ex Pretura, per suggellare il progetto Itia (Intese Territoriali per l’Inclusione Attiva) che ha visto il Comune di Castellammare di Stabia ...continua
Piano di Zona S2 novità sul Reddito di Cittadinanza

L’Ambito Territoriale S2 – Capofila Cava de’ Tirreni invita a partecipare alla conferenza stampa che si terrà mercoledì 8 luglio alle ore 11.00, nell’Aula consiliare del Palazzo di Città di Cava de’Tirren...continua
EAV trasporto pubblico, ORSA:«Accadute cose mai viste»

In questi ultimi 6 mesi sono accadute cose mai viste, ognuno di noi ha vissuto momenti veramente “complicati”, e il Trasporto Pubblico in Campania non ne è stato da meno. Purtroppo però ad affiancare e peggiorare le “normal...continua
Il bonus vacanze "conferma le previsioni negative del Codacons e si rivela un flop totale"

Lo afferma l'associazione dei consumatori, commentando i numeri forniti oggi dall'ufficio stampa del ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.Il bonus "è stato richiesto da 200mila cittadini, a fronte ...continua
Economie ancora in calo. Settore orafo in affanno, a rischio fatturati e posti di lavoro

Da uno studio di Confesercenti Campania relativamente al primo semestre 2020 viene fuori una fotografia impietosa della Campania e dei quella che doveva essere la ripresa economica sovrastimata dal governo centrale. Perdite per 20 mld di euro; 47mila ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.