WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Cronaca. Sant’Antimo e Rozzano (MI) - Varcaturo - Arzano - Caivano


Sant’Antimo e Rozzano (MI): 16enne perseguitava e minacciava 14enne conosciuta solo sui social. Dopo indagini dei carabinieri il gip lo colloca in comunità. sequestrati pc, tablet e smartphone

Un 16enne di Sant’Antimo è ritenuto responsabile di aver perseguitato negli ultimi mesi una 14enne di Rozzano (MI) conosciuta solo sui social.

Dopo le prime conversazioni in chat la ragazza ha deciso di troncare i contatti ma lui non lo ha accettato.

Ha iniziato a tormentarla e minacciarla di morte durante le telefonate, sulla chat e su tutti i social da loro utilizzati.

Ha cercato di crearle pressione scrivendo frasi indecorose su un profilo falso creato a nome di lei ed ha creato anche dei profili falsi a nome delle amiche più care.

L’ha minacciata di raggiungere rozzano e di accoltellarla, lei ed il suo fidanzato.

La vittima era ormai preda dell’ansia e temeva per l’incolumità tutti i giorni quindi ha sporto denuncia ai carabinieri della tenenza di Rozzano e le indagini sono partite immediatamente.

Identificato lo stalker, i carabinieri hanno richiesto ed ottenuto una misura cautelare nei suoi confronti per interrompere l’incubo della ragazza.

Il tribunale per i minorenni di milano ha così disposto per il 16enne il collocamento in comunità.

Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri della tenenza di Sant’Antimo che hanno accompagnato il ragazzo in comunità sequestrandogli lo smartphone, il tablet e il computer.



Varcaturo: 21 moto e scooter nei box di un 39enne del Ghana. Pronti a partire per l’estero; carabinieri arrestano 39enne

I carabinieri della stazione diV hanno controllato una vecchia scuderia in disuso in viale dei Pini rinvenendo decine di moto rubate, pronte per il mercato estero.

Da una prima ispezione i militari hanno rinvenuto uno scooter Honda “SH" risultato provento di un furto consumato recentemente a varcaturo ma l’ispezione, estesa a tutti i 30 box, ha portato a scoprire molto di più.

In 4 box sono state infatti rinvenute 20 moto di grossa cilindrata risultate tutte rubate negli ultimi mesi a napoli e in provincia: erano già imballate in teli neri e verosimilmente pronte per essere spedite in Ghana.

I militari hanno accertato che l’utilizzatore delle rimesse all’interno delle quali erano nascoste le moto è un 39enne originario del Ghana e residente a Giugliano in Campania, Mohammed Osumana, già noto alle forze dell’ordine.

Durante la perquisizione nella sua abitazione i militari hanno anche rinvenuto un block-notes con nomi e cifre.

Osumana è stato tratto in arresto per ricettazione e riciclaggio dai carabinieri della stazione di Varcaturo coordinati nelle indagini dalla Procura della Repubblica di Napoli-nord.

L’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare e dopo le formalità è stato tradotto in carcere.

Riguardo i mezzi rubati, è stato restituito al proprietario solo l’Honda “SH” mentre sulle 20 moto, sottoposte a sequestro, sono ancora in corso accertamenti.


Arzano: incendia casa dopo lite con genitori. Poi riduce in fin di vita il padre di un amico, per vendetta trasversale. Carabinieri fermano 22enne

Un 22enne di Arzano incensurato è stato fermato dai carabinieri della locale tenenza e della stazione di Grumo Nevano per incendio doloso e tentato omicidio.

E' ritenuto responsabile di aver dato alle fiamme, ieri pomeriggio, l’appartamento in cui vive con i genitori in via Napoli.

Il gesto sarebbe scattato a causa di una violenta lite con loro.

Il ragazzo ha atteso che in casa non ci fosse nessuno e ha versato una bottiglia di benzina nell’abitazione per poi dare fuoco.

Alcuni cittadini hanno allertato le forze dell’ordine. sul posto sono intervenuti i carabinieri ed i vigili del fuoco di Afragola che hanno dichiarato l’inagibilità dell'appartamento al terzo piano e, in via precauzionale, anche di altri 4 –di cui uno disabitato- sulla
stessa "verticale".

Non ci sono stati feriti: soltanto un 80anne è stato portato al pronto soccorso per accertamenti a causa del fumo inalato.
Dopo il gesto incendiario il 22enne ha raggiunto grumo nevano dove vive la famiglia di un amico: ha scavalcato il cancello della palazzina in cui abita il nucleo familiare e si è nascosto in cantina aspettando che scendesse l’uomo che aspettava, il padre dell’amico.

Quando l’uomo è sceso in cantina lo ha aggredito colpendolo più volte al volto con 2 bull lock di ferro e lo ha ridotto in fin di vita.

I carabinieri hanno identificato il 22enne nel giro di qualche ora e lo hanno bloccato ad Arzano non lontano dalla casa che aveva dato alle fiamme. Lo hanno quindi sottoposto a fermo per tentato omicidio e incendio doloso, poi lo hanno associato al carcere di Napoli.

La vittima del tentato omicidio è stata trasportata da personale del 118 all’ospedale “cardarelli” di napoli dove è ricoverato in prognosi riservata poiché versa in pericolo vita.


Caivano: 2 arresti per droga dei carabinieri

Nella “piazza” di spaccio del Parco Verde i carabinieri della tenenza di Caivano hanno arrestato per spaccio un 46enne del luogo, Enzo Calise, già noto alle forze dell’ordine.

E' stato bloccato mentre cedeva droga ad alcuni acquirenti e durante perquisizione è stato trovato in possesso di 113 bussolotti di eroina, 52 dosi di cocaina e 120 euro ritenuti provento di spaccio.

In via Diaz, successivamente, i carabinieri hanno arrestato un altro soggetto: Antonio Palmiero, 26enne del luogo già noto alle forze dell’ordine. I militari lo hanno notato mentre parlottava con un soggetto in modo sospetto e alla loro vista si è dato alla fuga disfacendosi di un involucro di plastica. Rincorso dai militari, è stato bloccato e arrestato.

Recuperata la busta lanciata, risultata contenere 5 dosi di cocaina e 60 euro. Altre 57 dosi di cocaina sono state rinvenute insieme a 11 stecchette di hashish nel vano sottosella dello scooter in uso al 26enne.

I  due arrestati dopo le formalità sono stati tradotti in carcere.
 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Contrasto ai furti e allo spaccio di sostanze stupefacenti nelle stazioni durante il weekend: ladri e ovulatori nel mirino della Polizia di Stato

20 arrestati e 76 indagati durante il weekend nei servizi della Polizia Ferroviaria mirati al contrasto dei furti e dello spaccio di sostanze stupefacenti. A Formia 3 minorenni stranieri, due di origini egiziane e uno di origine tunisina, sono stati ...continua
Napoli, zona “Botteghelle”: 35 chili di droga nascosti sotto le zucche provenienti dalla Spagna. Carabinieri arrestano padre e figlio

I carabinieri del nucleo investigativo del reparto operativo di Napoli hanno tratto in arresto per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio Ciro e Stefano Orlando, padre e figlio: il primo è un commerciante di frutta 56enne di Ponticelli, ...continua
Bacoli: aveva incendiato 10 box auto. Arrestato un 51enne

I Carabinieri della stazione di Bacoli hanno rintracciato e tratto in arresto Scotto Di Vetta Antonio, un commerciante 51enne del luogo, raggiunto da ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal Gip di Napoli per incendio aggravato ...continua
“Operazione CODICE K10”

Conclusa un’ attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, e condotta dagli investigatori del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, che ha smantellato una complessa organizzazione criminale dedita ...continua
Palma Campania: 565 pacchetti di sigarette e 2 scatoloni di farmaci dell’ucraina. Carabinieri arrestano 4 uomini

Oleksandr Nikolushka, 38enne già noto alle forze dell’ordine e 3 complici incensurati di 47, 28 e 26 anni, tutti di origine ucraina e domiciliati a Palma Campania, sono stati arrestati per contrabbando di sigarette dai carabinieri della ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.