WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Sanità

Il fenomeno del tabagismo e i gravi effetti sui soggetti fumatori

ilaria ventura progetto saluteProgetto di cittadinanza e costituzione "Salu... TE"

Ambito di intervento "Dipendenze"

Articolo a cura di Ilaria Ventura - classe V M

Con il termine "tabagismo" si indica l'abitudine di un individuo a fumare tabacco, arrivando allo sviluppo di forme croniche di intossicazione e dipendenza. Il tabagismo può determinare gravi e molteplici effetti negativi sulla salute dell'uomo consumatore, indipendetemente dalla modalità di assunzione. Non esistono, infatti, solo le tradizionali sigarette, ma anche il fumo prodotto dalla pipa o da un sigaro, i tabacchi da fiuto e quelli da masticare. Tutto ciò comporta lo sviluppo di numerose malattie alla bocca, come il cancro della cavità orale, e ai polmoni, alla faringe, all'esofago e al pancreas perchè gli idrocarburi policiclici, le betanaftilammine e le nitrosammine sono i principlali responsabili della diffusione dei tumori, come hanno evidenziato numerosi studi condotti su diversi animali, in laboratorio. Inoltre, il tabagismo può sfociare in malattie dell'apparato cardiovascolare, come le coronaropatie, l'ictus, le emorragie cerebrali, le vasculopatie periferiche e la pneumopatia cronica ostruttiva, che causa bronchite cronica e l'enfisema. Il fumo, difatti, contiene sostanze tossiche come ammoniaca, formaldeide, ossidi di azoto e monossido di carbonio, che riducono significamente l' afflusso di ossigeno ai tessuti, danneggiando le cellule. Il principale componente del tabacco è la nicotina, che genera dipendenza e provoca la costrizione dei vasi sanguigni, con conseguente aumento della pressione del sangue e della frequenza cardiaca. Secondo i dati forniti dall'Organizzazione mondiale della sanità, il tabacco è responsabile di un maggior numero di vittime rispetto alle persone che sviluppano dipendenzae da alcol e droghe: in Italia, infatti, la stima delle morti attribuibili al fumo oscilla tra 70.000 e 83.000 ogni anno e più di un quarto delle vittime ha un'età compresa tra i 35 e i 65 anni. E' necessario, quindi, prendere consapevolezza dei rischi per la salute e tentare di dire “addio” al fumo, con impegno e determinazione, magari ricorrendo al sostegno e all'aiuto di centri specializzati. Su tutto il territorio italiano, infatti, sono distribuiti quasi 400 Centri antifumo, che promuovono interventi mirati quali il counselling individuale, la terapia di gruppo, la prescrizione di prodotti sostitutivi della nicotina e l'uso di farmaci per la disassuefazione.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Castellammare. Una classe del Liceo Scientifico Severi vince il concorso “Salvaguardia e tutela delle coste e dei fondali marini"

A cura di Ernesto Manfredonia Gli alunni della 2°F del liceo "F. Severi" di Castellammare di Stabia sono appena tornati dal viaggio premio dal 13 al 17 maggio alle Cinque Terre. Esperienza bellissima per i 20 alunni e le due  docent...continua
Il Ministro Giulia Grillo ha incontrato la Federazione Regionale degli Ordini dei Medici della Campania

«Con il Ministro Giulia Grillo abbiamo affrontato in maniera serena e proficua il tema della sicurezza di quanti lavorano per garantire assistenza ai cittadini, un incontro scevro da qualsiasi demagogia grazie al quale l’intera classe ...continua
Le nuove sfide dell’oncologia di oggi al Fatebenefratelli di Benevento

La sopravvivenza media della popolazione italiana affetta da malattie neoplastiche è aumentata nel corso degli anni. Secondo il più recente rapporto AIOM – Airtum sui tumori in Italia, nel 2015 le persone vive dopo una diagnosi ...continua
Piano di Zona S2, il 20 maggio open day micronido Minori

Il Piano di Zona S2 Cava Costiera amalfitana informa che il 20 maggio prossimo, dalle ore  -ore 9.00 alle ore 12.00, presso la struttura del Micronido di Minori, in via Lama si terrà l’Open day. I servizi socio - educativi per ...continua
Napoli, in programma il convegno "Digitalizzazione e diabete nell’adulto"

In occasione del convegno DD - Digitalizzazione e diabete nell’adulto che si svolgerà il 16-18 maggio a Napoli- abbiamo organizzato un incontro stampa sulla digitalizzazione delle cure nel diabete. Qui anticiperemo i nuovi dati nazionali ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.