WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Cronaca. Maddalon - Caivano – Parco Verde - Giugliano in Campania - Telese Terme

Nella serata di ieri 14 marzo, in Maddaloni (Ce), personale del locale Comando Stazione ha tratto in arresto un 40enne del posto ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti di un 41enne suo concittadino. Secondo quanto riscostruito dai militari dell’Arma, che hanno acquisito la denuncia della vittima, il 39enne avrebbe, in più circostanze, minacciato di morte l’uomo ritenendo avesse una relazione sentimentale con la moglie. Le minacce, indicate in sede di denuncia, sono state confermate da altre persone indicate dalla vittima ed opportunamente escusse dai Carabinieri.

L’arrestato, è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.




Caivano – parco Verde: non si ferma all’ALT dei Carabinieri ma i militari lo inseguono e lo bloccando a distanza di kilometri. A bordo aveva la madre. CC arrestano un 36enne
I Carabinieri della tenenza di Caivano hanno tratto in arresto D. I, un 36enne di Caivano già noto alle forze dell'Ordine.
Verso le 18.00 di ieri militari dell'Arma in transito nel parco Verde hanno intimato l'alt a una lussuosa vettura che stava sopraggiungendo guidata dal 36enne.
Questi con una manovra inaspettata e per sottrarsi a controllo si è dato alla fuga, determinando un inseguimento che si è protratto per alcuni chilometri e si è concluso sulla Strada Statale 498 in direzione di Caserta dove l'uomo, cercando di svincolarsi dalla vettura di servizio, l’ha speronata su una fiancata.
Il malfattore è stato comunque bloccato. A bordo portava la madre. Addosso aveva 2 dosi di kobrett. Per fortuna nessuno è rimasto ferito.
Dopo Le formalità di rito è stato tradotto ai domiciliari in attesa di rito direttissimo.



Giugliano in Campania: impugna coltello e minaccia la madre per farsi consegnare 20 euro. Carabinieri arrestano un 42enne
I Carabinieri della sezione Radiomobile di Giugliano in Campania hanno arrestato per estorsione in famiglia e per oltraggio a PPUU un 42enne di Giugliano già noto alle forze dell'ordine e tossicodipendente.
Di notte, all'interno della sua abitazione in via San Vito, per farsi consegnare 20 euro che verosimilmente gli servivano per acquistare droga, aveva minacciato la madre convivente 73enne è ingaggiato lite con il fratello 51enne intervenuto a difendere la genitrice.
Anche quando sono arrivati i Carabinieri l'uomo ha continuato rivolgendo loro espressioni ingiuriose e minacciando di nuova la madre brandendo un coltello da cucina. A quel punto i CC lo hanno bloccato e disarmato.
Nel corso di conseguenti indagini è emesso che la donna subiva minacce e violenze fisiche e psicologiche da anni.
L’arrestato è stato tradotto a Poggioreale.



A seguito di attività di indagini coordinate dai magistrati della Procura della Repubblica di Benevento, nella mattinata odierna gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Telese Terme hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari, emessa, su richiesta della Procura, dal Giudice per le indagini preliminari di Benevento nei confronti di un cinquantanovenne della provincia di Caserta, ritenuto gravemente indiziato dei delitti di sequestro di persona, violenza privata, estorsione, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia ai danni, a vario titolo, di un uomo e una donna della provincia di Benevento.
In particolare, il personale del Commissariato, a seguito del rinvenimento di alcune foto compromettenti per le persone ritratte, avviavano una meticolosa attività di indagine che consentiva di identificare una di esse.
L’uomo, riponendo completa fiducia negli inquirenti e vincendo l’iniziale imbarazzo, riferiva di essere stato costretto dall’indagato ad assumere gli atteggiamenti compromettenti raffigurati e a farsi fotografare, dopo essere stato sequestrato in un appartamento e aver subito gravi minacce e violenze fisiche, ovvero calci, pugni e schiaffi; dette foto venivano poi utilizzate per ricattarlo e costringerlo a versare somme di danaro, in parte poi consegnato per un importo di 5.000,00 euro.
Tuttavia, nonostante la dazione di tale somma, evidentemente ritenuta non congrua, le foto venivano inviate dall’attuale indagato in diversi domicili con il chiaro intento di distruggere la reputazione e l’immagine pubblica e privata del malcapitato e ottenere il versamento di ulteriori somme di danaro, per una richiesta pari a complessivi 200.000 euro.
Le dichiarazioni della vittima sono state puntualmente riscontrate dalla polizia giudiziaria che, eseguendo le direttive dei magistrati della scrivente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, ha rintracciato i vari testimoni ed acquisito dagli stessi utilissimi elementi che hanno consentito di acclarare la veridicità della ricostruzione operata dal denunciante, così raggiungendo un quadro indiziario di rilevante consistenza, come riconosciuto dal Gip che ha emesso la misura coercitiva.
Veniva delineato un quadro indiziario di rilevante consistenza anche con riferimento ai gravi maltrattamenti ai danni dell’ex moglie del soggetto tratto in arresto, in più occasioni percossa e colpita con calci e pugni e addirittura costretta a scattare le predette fotografie.
Lo stesso Giudice per le Indagini Preliminari ha ritenuto la sussistenza delle esigenze cautelari ed in particolare, il pericolo di reiterazione di analoghe condotte da parte dell’arrestato in relazione alla fattispecie estorsiva ipotizzata.


 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Napoli,Ponticelli: gioca d’azzardo e tenta di estorcere soldi alla nonna. Arrestato dai carabinieri

Un 28enne di Ponticelli già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato dai carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli per tentata estorsione. I militari lo hanno bloccato nell’abitazione in cui vive con la nonna 74enne ...continua
Marocco: Carabinieri catturano latitante alla macchia dal 2014. Preso nei pressi di Marrakech

 Aveva trascorso quasi 5 anni di latitanza spostandosi di continuo tra rifugi in Spagna, Gibilterra e Marocco, oggi però, a seguito di attività investigativa e di servizi svolti in Marocco, il Nucleo Investigativo del Reparto ...continua
Benevento, arrestati due minorenni e un 18enne per estorsione

A seguito di attività di indagini coordinate dai magistrati della Procura della Repubblica di Benevento e da quelli della Procura presso il Tribunale per i minorenni di Napoli, nella mattinata odierna gli agenti della Polizia di Stato del ...continua
Abbandona un frigorifero nel tunnel: uomo individuato dalla telecamere della Polizia municipale di Pozzuoli

Non si ferma l'attività di controllo del territorio e di contrasto alle illegalità messa in campo dall'amministrazione comunale attraverso gli agenti della polizia municipale. Grazie all'utilizzo di telecamere discrete ...continua
Torre Annunziata, reati di ricettazione e riciclaggio di medicinali provento di furti e rapine

Nel corso della mattinata, a seguito di un’articolata attività di indagine coordinata dalla Procura di Torre Annunziata, i Carabinieri del Nas di Napoli e personale dell’ Agenzia delle Dogane di Napoli hanno dato esecuzione ad ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.