WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cronaca / Giustizia

Intervento area Nolana: contrasto alla contraffazione ed abusivismo commerciale


Nell'ambito delle attività di controllo del territorio predisposte per la riqualificazione dell’area di Porta Nolana, personale della Polizia Municipale di Napoli è intervenuta in via Di Lorenzo, via Marvasi, via Caracciolo Di Bella e via Sopramuro.

Gli Agenti della Unità Operativa San Lorenzo hanno effettuato una vasta attività finalizzata a contrastare il fenomeno della contraffazione, dell’abusivismo commerciale, edilizio e della vendita di cd e dvd e sulle occupazioni abusive di suolo pubblico.

All’operazione hanno preso parte 14 unità della Polizia Locale con 4 autoradio, personale della Questura, oltre al personale del Commissariato Vicaria-Mercato.

I controlli sono stati mirati prioritariamente alle occupazioni abusive di suolo pubblico; nello specifico in piazza Nolana, si è proceduto ad un sequestro penale di un Gazebo che, sebbene autorizzato, il titolare aveva creato una vera e propria struttura in ferro e vetro ancorata al suolo su di una pedana con piastre di acciaio saldate con picchetti di ferro. Allo stesso venivano contestati verbali per tende abusive, pubblicità abusiva ed eccedenza di occupazione di suolo pubblico. Il tutto è stato sequestrato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In via Marvasi venivano sequestrate un decina di biciclette in ottimo stato perché poste in vendita senza alcuna autorizzazione ed i cui venditori abusivi, alla vista degli agenti, si sono dileguati lasciando le biciclette legate con catene ai pali della segnaletica stradale.

Venivano recuperati altrettanti ciclomotori provento di attività illecita, nonchè ombrelloni e panchetti utilizzati per la vendita abusiva; inoltre, venivano sequestrati circa duecento cd contraffatti.

Su via Nolana venivano verbalizzate circa una decina di autoveicoli parcheggiati nell’area pedonale e verbalizzate altrettante attività commerciali per occupazione di suolo pubblico totalmente abusive.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Operazione “alto impatto” in corso ad Afragola

E' in atto nella città di Afragola un servizio straordinario di controllo del territorio ad “alto impatto” che vede impegnati agenti della polizia di stato e militari dell’arma dei carabinieri. L’intera area è ...continua
Polizia di Stato di Bari, arresto dei responsabili di un assalto ad una agenzia del Banco di Napoli

La Polizia di Stato di Bari ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 7 italiani resisi a vario titolo responsabili, in concorso tra loro, di tentata rapina aggravata, detenzione e porto illegale d’armi da fuoco, ...continua
Polizia di Stato di Torino, eseguita ordinanza custodia cautelare in carcere nei confronti un soggetto appartenente all´area anarco-insurrezionalista

La Polizia di Stato di Torino, ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla locale Procura della Repubblica, nei confronti un soggetto cinquantunenne, appartenente all´area anarco-insurrezionalista. A seguito di ...continua
Polizia di Stato di Bari, Napoli e Roma, ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere ed ai domiciliari nei confronti di 7 persone

La Polizia di Stato di Bari, Napoli e Roma sta eseguendo un’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere ed ai domiciliari nei confronti di 7 cittadini italiani, ritenuti a vario titolo responsabili di tentata rapina aggravata, ...continua
Ercolano: 43enne arrestato dai carabinieri per contrabbando

Durante un controllo alla circolazione stradale Agostino Belardo, un 43enne incensurato di Torre del Greco, è stato sorpreso dai carabinieri della tenenza di Ercolano a trasportare in auto 52 chili di sigarette di contrabbando. Belardo è ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.