WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Salute / Sanità

Terra dei Fuochi.Ministro Costa: "Siti monitorati con controlli continui ad opera delle forze di polizia dispiegate nei territori a rischio"

ministro costa terra fuochi«Siamo molto lontani rispetto ai fatti contestati nel 2014 dinanzi alla Corte di Strasburgo. Prima ancora che nel ruolo di ministro, ho lottato contro la Terra dei Fuochi e per la tutela dei cittadini come generale dei Carabinieri. Questo Governo da subito è sceso in campo con un piano d’azione concreto, e dalla partecipazione a due comitati per l’ordine pubblico e la sicurezza, a Napoli e Caserta, è emerso che il numero dei roghi è in diminuzione, così come la dimensione. Questo significa interventi più tempestivi ed efficaci, visto che la catena degli interventi e delle responsabilità è stata chiarita». A parlare è il ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Sono stati oltre 3.500 i ricorsi presentati nel 2014 alla Corte di Strasburgo da cittadini e associazioni persone che vivono nel territorio tra le province di Napoli e Caserta, nella cosiddetta Terra dei Fuochi. L'accusa all'Italia era di aver violato l'articolo 2 della Convenzione europea dei diritti umani in cui è stabilito che "il diritto alla vita di ogni persona è protetto dalla legge".

«Sono sempre stato lì, in quel territorio a rappresentare questo grande dramma – aggiunge il ministro –. Oggi la Terra dei Fuochi è diventata un simbolo di quel territorio e di tutti quei casi dove c’è un’aggressione ambientale alla natura e alla salute delle persone. Questo atto avviato dalla Corte di Strasburgo ci conferisce maggior forza»

«Alcuni atti sono stati già avviati, come il patto d’azione per Terra dei Fuochi; la norma del Decreto Sicurezza che individua i percorsi di tutela da incendi delle piattaforme di rifiuti; la legge Terra Mia, che affronterà le vicende delle Terre dei Fuochi e quei siti orfani di tutela. A tale scopo, nel piano di stabilità ho fatto inserire delle risorse, dunque, qualcosa si sta muovendo. Questa condanna a carico dell’Italia ci dà la forza per dimostrare che stiamo facendo qualche cosa. Giusto fare quelle indagini per poi avere il coraggio di cambiare le cose»

La maggior parte dei roghi sono censiti ai danni degli impianti di gestione e riciclaggio dei rifiuti. Siti inseriti in un elenco di aree sensibili, fino ad ora neanche censiti. Ora vengono catalogati e monitorati con controlli continui ad opera delle forze di polizia dispiegate nei territori a rischio. Inoltre, grazie all’art. 26 bis - voluto dal parlamentare Carlo Sibilia - inserito nel decreto sicurezza, questi impianti di stoccaggio dei rifiuti devono dotarsi di sistemi antincendio, vincolo che finora non era obbligatorio. Dunque, il Governo ha segnato e sta segnando un cambio di passo radicale e completo rispetto agli anni precedenti.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

“Bimbo Days”, la solidarietà arriva in corsia: domani la consegna dei doni acquistati per i piccoli degenti

Arredi, materiale didattico e giocattoli per rendere più accoglienti i reparti dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino in cui si curano i bambini. Saranno consegnati domani, martedì 20 agosto, ...continua
Interruzione attività SERT di Castellammare di Stabia

Premesso che le attività del Sert. rientrano tra quelle connesse a servizi pubblici soggetti al verificarsi di situazioni di ordine pubblico, con sovraesposizione degli stessi operatori, per cui eventuali sospensioni devono essere rese note ...continua
Ing. Ciro Verdoliva: Da Commissario Straordinario a Direttore Generale ASL NAPOLI 1 i complimenti del Presidente Agpg Giuseppe Alviti

Auguri di buon lavoro al neo Direttore dell Asl na 1 ing Verdoliva gli sono giunti direttamente Dal direttivo dell Associazione nazionale guardie particolari giurate e in particolare dal noto sindacalista napoletano Giuseppe Alviti leader della ...continua
Procedimento per gli Atti vandali all’ospedale di Boscotrecase L’Asl Napoli 3 Sud si costituisce parte civile

La direzione generale dell’Asl Napoli 3 Sud in merito agli episodi accaduti lo scorso febbraio 2019 presso il reparto medicina d’urgenza del presidio ospedaliero di Boscotrecase, che produssero danneggiamenti ad attrezzature e suppellettili, ...continua
M5S, Cirillo: “La sanità su un’isola come Capri è un disastro nel disastro della sanità campana”

Il Consigliere regionale Luigi Cirillo: “l’Asl priva Capri dell’ambulanza destinata ai trasferimenti a Napoli” "Sull'isola di Capri in queste ore si vive un'emergenza. Dal primo agosto l’ospedale Capilupi ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.