WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cultura / Libri

"La culla del terrore. L'odio in nome di Allah diventa Stato"

Tony Capuozzo a Castellammare di Stabia

Mercoledì 30 gennaio alle ore 18 e 30 presso il Salone Viviani, casa della cultura in Castellammare di Stabia, presentazione del libro “La culla del terrore. L'odio in nome di Allah diventa Stato” del giornalista Toni Capuozzo organizzato e promosso dall'Associazione Culturale Meridiani con il patrocinio del Comune di Castellammare di Stabia e con la collaborazione dell’Associazione Ingegneri del Comprensorio Stabiese

Come è nato il terrore in nome di Allah? Quando? Dove? Le origini dell'attuale terrorismo islamista, delle bandiere nere dell'Isis, della guerra santa dello stato islamico e dei suoi seguaci contro gli infedeli occidentali, vengono raccontati in questa prima, autentica opera di graphic journalism completamente italiana.

Toni Capuozzo, racconta così in prima persona la nascita del terrore in nome di Allah, in un'opera a fumetti in bilico tra il reportage di guerra e il diario personale, tra il resoconto storico degli ultimi anni e l'autobiografia. L'opera è impreziosita dalla presenza di diverse fotografie di Toni Capuozzo, inserite all'interno delle tavole disegnate, e da numerosi articoli e lettere dal fronte del giornalista italiano.

Di tutto questo se ne parlerà mercoledì 30 gennaio alle ore 18,30 al Salone Viviani, casa della cultura in Castellammare di Stabia alla presentazione del libro “La culla del terrore. L'odio in nome di Allah diventa Stato” del giornalista Toni Capuozzo. Dopo i saluti di Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia, Lello Radice, vicesindaco e assessore alla Cultura Comune Castellammare di Stabia, Serena Cirillo, Vicepresidente dell’Associazione Meridiani, del Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, Comandante delle Forze Operative Sud e Angelo Esposito, presidente dell’Associazione Ingegneri del Comprensorio Stabiese, ne discuteranno con l’autore il giornalista Mauro De Riso e il vicepresidente della Commissione Bilancio del Consiglio Regionale Campania Alfonso Longobardi.

L’evento si inserisce nella rassegna culturale #unlibroperamico edita dall’associazione Meridiani, che ha come scopo promuovere e realizzare progetti con finalità culturali e sociali non solo sul territorio regionale, ma anche nazionale riuscendo ad essere un punto di incontro e di collaborazione per una vasta rete di Istituzioni, Enti pubblici, Ordini professionali e di cittadini attivi sul territorio. -






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Procida e' stata insignita della qualifica di "Città che legge" per gli anni 2020-2021

Intervento del Consigliere Giovanni Villani: "Quali sono i requisiti da possedere per essere insigniti della qualifica di " Città che legge"? 1) la presenza di una biblioteca di pubblica lettura regolarmente aperta e funzionante, ...continua
Procida Città che Legge 2020-2021

L'Assessore Rossella Lauro ha condiviso: "Anche per il biennio 2020-2021 il Comune di Procida ha ricevuto la qualifica di "Città che legge", istituita dal Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dei Beni Culturali. Ci...continua
Torna la Festa del racconto a Carpi:

E’ uno dei primi festival dal vivo dopo l’emergenza: gli ospiti interagiscono con un pubblico finalmente “in carne e ossa”. A partire dal 2 luglio e fino al 23 agosto a Carpi la Festa del racconto accompagna l’estate ...continua
Premio Strega: i sei finalisti

Per la 74ª edizione, ieri, martedì 9 giugno, nel Tempio in piazza di Pietra, in streaming, sono stati annunciati i finalisti: tra loro Sandro Veronesi, che vinse il Premio Strega, nel 2006, con il volume Caos calmo, da cui fu tratto ...continua
Valeria Barbera ha vinto il Premio al Lettore di Fantascienza.

L’autrice della migliore recensione inedita di romanzi di fantascienza è una donna della Campania....continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.