Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Sindacati

Sindacato dei Medici Italiani in campo per arginare la violenza contro gli operatori sanitari

Sabato 26 ottobre dalle ore 9 convegno regionale in programma a Torre Annunziata

(19/10/2019)

Sono 1.200 i casi di aggressioni subite e denunciate dai lavoratori della sanità, quasi tre al giorno. I dati solo forniti dall’Inail e si riferiscono al 2018. E per molti le stime sono al ribasso rispetto ad un fenomeno più ampio, visto che spesso molti episodi non vengono denunciati dalle vittime.

Di questo si discuterà sabato 26 ottobre (ore 9) a Villa Guarracino a Torre Annunziata durante il sesto convegno regionale del Sindacato dei Medici Italiani. “Non sono un bersaglio! La violenza contro i medici: analisi e soluzioni, prevenzione e formazione” il titolo del simposio al quale prenderanno parte tutti i vertici dello Smi. “Il nostro slogan – sottolinea il segretario nazionale Smi, Giuseppina Onotri – deve essere: prenditi cura di chi ti cura. Siamo convinti che sia una scelta saggia puntare l’attenzione sulla violenza contro gli operatori sanitari. Come Sindacato dei Medici Italiani siamo sempre in prima linea contro queste manifestazioni odiose, che minano alla base il rapporto di fiducia tra medici e cittadini”.

Un primo risultato significativo questa battaglia l’ha già prodotto, come sottolinea il segretario organizzativo nazionale dello Smi e promotore del convegno Mario Iovane: “Il 25 settembre – dice – il Senato ha approvato all’unanimità il disegno di legge per la sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie nell’esercizio della loro azione. Il provvedimento, messo a punto dall’ex ministro della Salute Giulia Grillo e sostenuto dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, ha trovato pieno sostegno anche con l’attuale ministro Roberto Speranza, sensibile alla richieste giunte dal mondo medico e degli operatori sanitari per fermare questo dilagante fenomeno”.

A tal proposito Iovane ha voluto ricordare le parole pronunciate da Speranza all’atto della votazione: “Gli episodi di violenza e le aggressioni a chi lavora nel mondo della sanità sono inaccettabili. Al Senato è arrivata una prima, importante risposta con un voto all’unanimità. È la strada giusta su cui continuare a lavorare”.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Napoli. La CGIL Campania interviene sui nuovi concorsi al comune di Napoli

(09/08/22)  "Apprezziamo la tempistica con cui la giunta Manfredi è riuscita a pubblicare il bando per nuove assunzioni al Comune di Napoli, a testimonianza che la terza città d'Italia possa dotarsi di personale ...continua
Il successo della dieta Metiderranea è dimostrato da poche cifre

"Nel 2021, con l’accelerazione del commercio internazionale dopo la frenata imposta dalla pandemia, le vendite all’estero hanno raggiunto il massimo storico di 52 miliardi di euro. Questo dato dimostra 2 evidenze: la vitalità ...continua
In sciopero le maestranze Ferlog Service di Napoli

Sono in sciopero, per l’intera giornata di oggi, le maestranze della Ferlog Service di Napoli, società di manutenzione e revisione ferroviaria che ha committenze con Trenitalia, Mercitalia, Hitachi Sts e Alstom nonché con società...continua
In arrivo la compensazione di crediti e debiti per gli iscritti alla Cassa di previdenza dei commercialisti

AVERSA - “Da oltre un anno abbiamo sollecitato al Consiglio d’Amministrazione della Cdc (Cassa di previdenza dei dottori commercialisti) l’adozione di un provvedimento che consentisse ai colleghi iscritti all’ente previdenziale ...continua
Ugl. Favoccia all'attacco, sarà sciopero. Il sindacalista: "Giallismo sindacale e miopia amministrativa"

"Lo avevamo affermato nel mese appena trascorso, era necessario regolarizzare le procedure con le quali era stato gestito il fitto di ramo d'azienda nel settore della raccolta rifiuti nel comune di Trentola Ducenta". A parlare è ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.