WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Sindacati

PMI e Artigiani edili denunciano: imprese e lavoratori delle costruzioni assoggettati al monopolio Confindustria (ANCE) - Sindacati

(03/08/2018)

Le Associazioni edili delle pmi e dell’artigianato contestano il rinnovo del C.C.N.L. Ance/OO.SS.: in Campania di fatto viene cristallizzata una situazione che impedisce ad imprese e lavoratori di scegliere il Contratto al quale aderire.

Il rinnovo del C.C.N.L. dell’edilizia , sottoscritto il 18 Luglio u.s. dalle Organizzazioni Sindacali (Filca-Cisl, Feneal-Uil e Fillea-Cgil) e dalle Associazione di Categoria di Confindustria (Ance) e della Cooperazione, calpesta ogni più elementare principio di autonomia contrattuale, ma, soprattutto, non rispetta i diritti dei lavoratori e delle imprese alla libera determinazione del Contratto da applicare, anche in relazione alla dimensione ed alla tipologia aziendale.
La denuncia unitaria del sistema edile artigiano e delle pmi, rappresentato in Campania da Cna, Confartigantato, Claai, Casartigiani, Confapi e Confimi, scaturisce, in particolare, dalla sottoscrizione di un’intesa facente parte del citato rinnovo contrattuale che pretende di “giudicare” e di “chiudere” esperienze contrattuali alternative a quelle confindustriali, finalizzate, anzi, ad aprire il mercato andando incontro alle reali esigenze dei lavoratori e delle imprese.
“Ance e Sindacati hanno firmato un accordo che si ripercuote sulle nostre realtà produttive e sui relativi lavoratori occupati, in quanto comporta l’obbligo per tutte le aziende (al di là della loro dimensione e dell’Associazione di riferimento) di versare le contribuzioni economiche (obbligatorie anche per legge) alle Casse Edili promananti dal sistema contrattuale confindustriale”.
“Nessuno può costringere il nostro sistema ad aderire a casse edili che non applicano il nostro Contratto, a finanziare associazioni dalle quali dissentiamo, a non fornire assistenza e strumenti indispensabili al nostro sistema produttivo, che, peraltro, è quello assolutamente più presente e radicato”.
“Il Sindacato deve fare una scelta: garantire riconoscimento, autonomia ed operatività agli sportelli Edilcassa in Campania o aprire immediatamente un’Edilcassa Regionale, richiesta che le nostre Associazioni avanzano invano da decenni. Non vogliamo più essere ostaggi di un sistema nel quale non ci riconosciamo.”
Questa la denuncia inequivoca delle Associazioni delle pmi e dell’artigianato che già hanno provveduto a formalizzare contestazione e diffida alle parti nazionali firmatarie del rinnovo contrattuale Ance/Sindacati.

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

UIL E UILP Campania: "Gli anziani hanno pagato fortemente con la vita gli effetti del covid. Vaccinarli è una responsabilita"'

"Vaccinare le persone fragili e i pensionati deve essere la priorità, non possiamo permetterci di non tutelarli, abbiamo una responsabilità importante nei loro confronti"   è quanto affermano Giovanni Sgambati ...continua
Napoli–Covid19, Ciccone: «Basta favori all’Inps. Si segua l’esempio di Enea»

L’appello del segretario regionale: «il conto più caro lo stanno pagando come sempre anziani e pensionati».   «Alcuni intendono l’azione del sindacato come una continua contestazione, uno scagliarsi ...continua
Caserta. La Ugl incontra il sindaco Marino. Il Segretario Palumbo : "Incontro formale, ma spunti interessanti"

Una delegazione della Ugl Caserta composta dal segretario territoriale Ferdinando Palumbo e dal Segretario della categoria pensionati Vincenzo del Gaudio è stata oggi ricevuta dal sindaco Carlo Marino. Durante l'incontro durato poco più ...continua
Federproprietà nomina Giuseppe Alviti consigliere

Durante una riunione programmatica di Federproprietà Napoli  tenutasi presso la sede di Via Toledo il Presidente Regionale On.Luciano Schifone ha nominato consigliere il noto sindacalista napoletano Giuseppe Alviti già Medaglia ...continua
Morte sul lavoro, Capone UGL ” Tragico incidente sul lavoro a Napoli, da inizio anno già troppi morti”

“Il capostazione EAV deceduto ieri nel tragico incidente verificatosi nella stazione della Circumvesuviana di Botteghelle, alla periferia orientale di Napoli, è l'ennesima ingiusta morte che registra il mondo del lavoro”, ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.