WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Sindacati

OR.S.A. richiede la rimozione del treno incendiato a Santa Maria a Vico

(27/01/2018)

Il giorno 24 dicembre scorso nella stazione di Santa Maria a Vico ci fu un incendio doloso su un treno dell'EAV che era stato lasciato in "sosta prolungata" (leggasi abbandonato) in attesa di chissà cosa e che era diventato ricettacolo di rifiuti e sede di incontro di tossicodipendenti e di piccoli delinquenti. Oltre un mese è passato e, al di là dello spavento per l'intera popolazione, della forte puzza e del relativo inquinamento atmosferico dovuto all'altissima colonna di fumo nero sprigionatasi dal treno, nulla più poi è stato fatto per rimuovere il rottame rimasto sul posto, sempre più malinconicamente lasciato a marcire.
La stazione di Santa Maria a Vico già versava in una situazione di abbandono lo scorso mese, prima dell'incendio, ora è peggio, ma quel che più fa rabbia è l'inazione dell'EAV, che nulla fa per migliorare se non il servizio, almeno l'immagine che mostra di se' all'utenza, dando l'impressione di disinteressarsi completamente dei viaggiatori che quotidianamente sono, malgrado tutto, costretti a servirsi del servizio ferroviario che gestisce.
In questa situazione anche il comune di Santa Maria a Vico, continua ad ignorare o a sottovalutare i pericoli potenziali che questo treno, oramai rottame, rappresenta per la popolazione.
Il Sindacato OR.S.A. sollecita l'EAV e il comune di Santa Maria a Vico a trovare una rapida soluzione per rimuovere definitivamente quel treno e per rendere la stazione migliore da tutti i punti di vista, sia sotto l'aspetto del confort che per quello della sicurezza dei viaggiatori.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Nursing Up De Palma: «Lo stipendio dell'infermiere italiano continua a collocarsi agli ultimi posti della graduatoria europea

 Nursing Up De Palma: «Lo stipendio dell'infermiere italiano continua a collocarsi agli ultimi posti della graduatoria europea. Peggio di noi ci sono solo Grecia ed Estonia. Per non parlare delle disparità che emergono quando ...continua
La Ugl Caserta manifesta nella capitale: "Stop violenza e giù le mani dai contratti"

Una nutrita schiera di sindacalisti casertani, in rappresentanza delle categorie produttive del territorio ha partecipato nella giornata di ieri alla grande manifestazione nazionale convocata dalla Ugl, che si è svolta in Piazza SS Apostoli ...continua
Centro studi Ugl Caserta. Allerta crescita Gpl, a rischio bisogni primari

"L'attenzione che abbiamo posto sull'aumento dei prezzi, energetici e non, ci ha portato a monitorare la crescita dei costi delle famiglie in provincia di Caserta". E' quanto si evince da uno studio trasmesso questa mattina ...continua
Napoli: odissea per 885 famiglie che subiscono il distacco del gas senza preavviso a causa di problemi tra fornitori di energia

Una vera e propria odissea quella vissuta da 885 famiglie residenti a Napoli e provincia che nei giorni scorsi si sono visti interrompere senza alcun preavviso le forniture del gas, pur avendo regolarmente pagato le bollette e senza risultare morosi. ...continua
Bollette, Assoutenti: Campania maglia nera per morosità

Con nuovi rincari tariffe luce e gas rischio impennata della morosità in regione. Arera blocchi distacchi per tutta durata dell’emergenza energia come fatto durante pandemia I maxi-rincari delle tariffe luce e gas decisi ieri ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.