Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Sindacati



La Ugl ed il futuro dell’Agro Caleno, tra insediamenti industriali e bonifica dei territori

(19/11/2020)

La coabitazione tra gli insediamenti industriali ed i territori che li ospitano è una tematica sulla quale si dibatte da sempre in ogni angolo del pianeta e che da sempre è volta a far coesistere ricaduta occupazionale ed impatto ambientale. Da almeno un quarto di secolo la discussione è diventata di quotidiana attualità nell’agro caleno, l'area post agricola collocata a nord della città di Caserta, dove tra ideologismi di sorta e sogni di sviluppo infranti a suon di fallimenti l'imprenditoria fatica a veder riconoscere il suo ruolo sociale. Eppure, in un luogo piagato dall'alto tasso di disoccupazione dei giovani e dal loro costante ed incessante abbandono dei comuni alla volta del nord Italia, non riesce a radicarsi una cultura industriale che sappia contemplare sviluppo e rispetto dei territori. Il nuovo corso del sindacato Ugl, inaugurato qualche anno fa dall’elezione del segretario Ferdinando Palumbo ha acceso i riflettori nell'alto casertano, dove una nuova classe dirigente di coriacei ed appassionati sindacalisti si dibatte alla ricerca di soluzioni.

“Abbiamo a cuore l'interesse dei cittadini i quali sono colpiti dai lutti che ha causato l'inquinamento illegale” spiega la combattiva responsabile zonale di Sparanise e vicesegretaria Utl Marianna Grande “ma teniamo a ribadire che l’occupazione garantita dall’industria è una imprescindibile fonte di sviluppo e di reddito alla quale non è possibile rinunciare. Riteniamo che gli investimenti in programma debbano trovare approdo, ma che vadano necessariamente accompagnati da una trasparenza sostanziale e non di facciata che riteniamo determinante proprio per garantire il dialogo col territorio”.

Argomento diverso, fanno sapere dalla Ugl, è la questione relativa alla bonifica della discarica di Calvi Risorta che riteniamo proceda con un colossale ritardo e per la quale non abbiamo smesso un solo istante di richiedere l'avvio dei lavori. “Tante Luci e tante ombre” argomenta Palumbo “l’unica via d'uscita è un lavoro meticoloso che i segretari delle nostre categorie mettono quotidianamente in campo raccogliendo approvazione e consensi”.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Stop al numero chiuso alla facoltà di medicina

Apprendendo dell’adozione da parte del Comitato ristretto della Commissione Istruzione del Senato - praticamente all'unanimità – di un testo base per andare verso lo Stop al numero chiuso a Medicina annunciato dal presidente ...continua
PRO&NG, Nespolino (Uilm Campania): “Inaccettabile mancato pagamento stipendi”

PRO&NG oggi in presidio a Pomigliano d’Arco. I dipendenti della società di progettazione di impianti di comunicazione, che annovera tra i propri clienti aziende come Open Fiber Spa, Tim, Enel Spa ed enti pubblici, hanno manifestato ...continua
Spera (Ugl Metalmeccanici): ”Rilancio Made in Italy essenziale per ripresa dell’intero settore”.

“L’Ugl Metalmeccanici sostiene che la tutela del Made in Italy resta essenziale e trainante per la ripresa dell’intero settore industriale del nostro paese. Bisogna sostenere qualunque processo che veda al centro una nuova alleanza ...continua
Stellantis, Ficco-Auriemma (Uilm): “Produzione Panda proseguirà oltre il 2026 e assicurerà piena occupazione”

“Oggi Stellantis ci ha annunciato che la produzione della Panda non cesserà nel 2026, bensì proseguirà anche oltre quella data come minimo nel 2027 e forse anche oltre, in virtù del suo continuo successo di mercato. ...continua
Palumbo (Cisal): "Agroindustria e territorio binomio inscindibile".

"L'Agroindustria e la provincia di Caserta rappresentano un binomio inscindibile, una vocazione territoriale che non si ferma alle sole produzioni agricole ed ai soli numeri macroeconomici". E' quanto ha dichiarato questa mattina ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences