WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Sindacati

Crisi RSA, Fiola (Camera di Commercio): “Governo garantisca liquidità alle aziende”

Isaia (Federsociale): “Accolto tavolo tecnico permanente per accesso al credito alle imprese contro emergenza Covid”

(11/06/2020)

NAPOLI - “Le aziende si salvano con la liquidità. Le banche non devono fare beneficenza, ma attenersi alla garanzia dello Stato. Si nascondono dietro ai lunghi tempi di attesa in caso di mancato pagamento da parte di un’impresa, ma è un problema che non deve interessare le aziende, ma gli istituti di credito e il governo nazionale. L’esecutivo sblocchi la liquidità e mandi soldi alle imprese o saranno costrette a chiudere, e allora avremo problemi disoccupazione, di Pil e tante altre criticità”.
Queste le parole di Ciro Fiola, presidente della Camera di Commercio di Napoli, al termine dell’incontro con gli imprenditori del settore socio-sanitario aderenti a Federsociale e al comitato delle RSA (residenze sanitarie assistenziali) che si è svolto oggi a piazza Bovio.
“Di errori ne sono stati fatti, partendo dall’elargire fondi a pioggia. La realtà dei fatti è che l’Italia non ha soldi. I 100 miliardi messi a disposizione con i due decreti - ha aggiunto Fiola - sono un debito che ci troveremo poi a dover pagare. Mi auguro che fondi europei in arrivo vengano utilizzati bene per la ripartenza, non per scopi assistenziali, il che sarebbe grave. Con l’assistenza non ci sarebbe continuità: questi fondi vanno investiti nelle aziende che hanno duratura e possono garantire posti di lavoro”.
Un confronto aperto relativo alle grandi problematiche che il settore sta vivendo in periodo di Covid 19.
Per Salvatore Isaia, presidente di Federsociale e dell'Osservatorio Regionale della terza età, servono aiuti concreti per supportare gli imprenditori: “Il presidente Fiola ha accolto la nostra richiesta di apertura di un tavolo istituzionale permanente per discutere della problematica relativa all’accesso al credito per le Pmi. Abbiamo presentato una serie di proposte e un progetto che in fase di valutazione per attivare il ‘call center della solidarietà’. Chiediamo interventi seri e concreti per aiuti immediati alle nostre imprese”.
“Il governo - ha sottolineato Isaia - ci ha lasciati soli. Le nostre aziende sono in difficoltà e le banche non erogano le somme indispensabili per fronteggiare l’emergenza economica. Nonostante la riduzione del lavoro, abbiamo scelto di non chiedere la cassa integrazione in deroga per garantire uno standard qualitativo elevato, confermando la presenza di tutti i dipendenti che hanno assicurato assistenza sanitaria h24 e consentendo il contato con i familiari, seppur in maniera virtuale per rispettare le norme sul Covid-19. Il nostro comparto rappresenta il 5% del Pil nazionale, solo in Campania occupa 5mila persone. Abbiamo anche dovuto fare un ulteriore investimento, senza avere aiuti, a nostre spese, per eseguire i prelievi su tutti i nostri operatori per garantire la sicurezza a tutto il settore”.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Assegni invalidità parziale, Adinolfi (FI): “Non possiamo tollerare questa ingiustizia sociale”

“La norma sugli assegni di invalidità, contenuta all’interno della Legge di Bilancio, va cambiata perché altamente penalizzante nei confronti di coloro che hanno disabilità parziali. Un Paese moderno e civile non ...continua
Nursing Up De Palma: «Lo stipendio dell'infermiere italiano continua a collocarsi agli ultimi posti della graduatoria europea

 Nursing Up De Palma: «Lo stipendio dell'infermiere italiano continua a collocarsi agli ultimi posti della graduatoria europea. Peggio di noi ci sono solo Grecia ed Estonia. Per non parlare delle disparità che emergono quando ...continua
La Ugl Caserta manifesta nella capitale: "Stop violenza e giù le mani dai contratti"

Una nutrita schiera di sindacalisti casertani, in rappresentanza delle categorie produttive del territorio ha partecipato nella giornata di ieri alla grande manifestazione nazionale convocata dalla Ugl, che si è svolta in Piazza SS Apostoli ...continua
Centro studi Ugl Caserta. Allerta crescita Gpl, a rischio bisogni primari

"L'attenzione che abbiamo posto sull'aumento dei prezzi, energetici e non, ci ha portato a monitorare la crescita dei costi delle famiglie in provincia di Caserta". E' quanto si evince da uno studio trasmesso questa mattina ...continua
Napoli: odissea per 885 famiglie che subiscono il distacco del gas senza preavviso a causa di problemi tra fornitori di energia

Una vera e propria odissea quella vissuta da 885 famiglie residenti a Napoli e provincia che nei giorni scorsi si sono visti interrompere senza alcun preavviso le forniture del gas, pur avendo regolarmente pagato le bollette e senza risultare morosi. ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.