WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Sindacati

Crisi Discount DiCo TuoDi - Nessun piano di rilancio, vendita spezzatino

(21/09/2017)

NAPOLI (21 SETTEMBRE). L'incontro tenutosi presso il Ministero dello Sviluppo Economico con i vertici della Dico spa, la società che gestisce i punti vendita dei discount Dico Tuodì in attesa di un concordato preventivo per far fronte ad una gravissima crisi economica, è stato giudicato "inconcludente" dalle rappresentanze sindacali che cercano di tutelare circa 4000 addetti in tutt'Italia. "La delusione - spiega la Rsa - deriva dal fatto che l'azienda, sul tavolo istituzionale che avrebbe dovuto vedere un vero e proprio piano di rilancio del gruppo, ha continuato a non dare alcuna risposta chiara. La società, ancora una volta, ha assunto un atteggiamento evasivo sia in merito al futuro del gruppo che sulla quattordicesima spettante ai lavoratori, che dovrebbe rimanere congelata dalla procedura di concordato. Inoltre, nessun sostanziale passo avanti si è registrato anche per lo stesso rimborso del 730. L'unica novità ufficiale che è scaturita dall'incontro - sottolineano i sindacati - è che il pericolo spezzatino che avevamo già fiutato in tempi non sospetti si sta già materializzando perchè l'azienda ha annunciato che 7 punti vendita già sono stati ceduti ad un altro gruppo commerciale. I soldi derivanti da questa operazione, stando a quanto dichiarato al Mise, sono serviti per qualche riapertura a macchia di leopardo. Peccato che i negozi che hanno rialzato le saracinesche siano più sprovvisti di prodotti di prima. A questo punto - concludono i sindacati - la nostra speranza è che il piano industriale che l'azienda dovrà necessariamente presentare entro il 12 novembre non sia il proseguo di questa messinscena che ci ha solo umiliati".






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

La Ugl Caserta manifesta nella capitale: "Stop violenza e giù le mani dai contratti"

Una nutrita schiera di sindacalisti casertani, in rappresentanza delle categorie produttive del territorio ha partecipato nella giornata di ieri alla grande manifestazione nazionale convocata dalla Ugl, che si è svolta in Piazza SS Apostoli ...continua
Centro studi Ugl Caserta. Allerta crescita Gpl, a rischio bisogni primari

"L'attenzione che abbiamo posto sull'aumento dei prezzi, energetici e non, ci ha portato a monitorare la crescita dei costi delle famiglie in provincia di Caserta". E' quanto si evince da uno studio trasmesso questa mattina ...continua
Napoli: odissea per 885 famiglie che subiscono il distacco del gas senza preavviso a causa di problemi tra fornitori di energia

Una vera e propria odissea quella vissuta da 885 famiglie residenti a Napoli e provincia che nei giorni scorsi si sono visti interrompere senza alcun preavviso le forniture del gas, pur avendo regolarmente pagato le bollette e senza risultare morosi. ...continua
Bollette, Assoutenti: Campania maglia nera per morosità

Con nuovi rincari tariffe luce e gas rischio impennata della morosità in regione. Arera blocchi distacchi per tutta durata dell’emergenza energia come fatto durante pandemia I maxi-rincari delle tariffe luce e gas decisi ieri ...continua
Comunali, Confapi: basta «rivoluzione», ora serve collaborazione

NAPOLI – «La digitalizzazione degli uffici destinati ai servizi per il cittadino è la vera grande sfida del Recovery plan a Napoli. La chiave di svolta possibile per migliorare l'efficienza di una macchina amministrativa antiquata ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.