WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Sindacati

Chiusura Servizio ANM ed EAV nelle giornate del 25 aprile e 1 maggio

(24/04/2020)

Chiusura Servizio ANM ed EAV nelle giornate del 25 aprile e 1 maggio

La storia si ripete, così come temevamo! Come per i giorni di Pasqua e Lunedì in Albis l’EAV e l’ANM hanno scelto di fermare treni locali, metropolitana, funicolare, nonché di limitare fortemente il servizio automobilistico per il prossimo 25 aprile e per il Primo maggio.

Più volte abbiamo denunciato che è una scelta motivata sola da risparmi: i treni locali e le metropolitane in questo “triste” periodo hanno sempre circolato nel resto dell’Italia, anche nelle zone “rosse”, seppure con qualche limitazione, e finanche in Campania Trenitalia ha tenuto in funzione la metropolitana ed i treni regionali.

Eppure è chiaro che il Governo, le Regioni ed i Comuni non faranno mancare le risorse alle aziende di Trasporto Pubblico Locale, corrispondendo loro il 100% della cifra prevista dal contratto di servizio senza alcuna penale, come se si effettuassero tutte le corse dei bus e dei treni.

Evidentemente in EAV ed in ANM ciò non basta, perché esse, pur avendo in totale oltre 1100 lavoratori che ogni giorni rimangono a casa pagati dal Fondo Bilaterale di Solidarietà, pur avendo, tagliato del 50% il servizio, riducendo ovviamente le spese, pur avendo praticamente azzerato tutte le prestazioni di lavoro straordinario, pur avendo risparmiato per le chiusure nei giorni delle festività pasquali, cercano di “risparmiare” ancora con la chiusura nelle prossime festività.

Non ci stancheremo mai di ribadire la nostra opinione sulla funzione “pubblica e sociale” del TPL, che infatti è un servizio altamente sovvenzionato dalla comunità, perché necessario alla comunità stessa e riconosciuto dalla nostra Costituzione (quante volte il Sindacato è stato minacciato di Interruzione di servizio pubblico quando proclamava scioperi?).

Chiudere il ferro e limitare la gomma vuol dire paralizzare un intero territorio, al di là del “lock down”: questo deve essere chiaro a chi politicamente avalla le scelte di ANM ed EAV, penalizzando ulteriormente coloro che in questo triste momento storico sono costretti a muoversi per esigenze improrogabili.

La nostra preoccupazione più sentita è che queste “chiusure” siano solo l’inizio di una lunga serie e che nel futuro sarà fin troppo facile trovare un altro motivo per rifarlo, soprattutto pensando all’indifferenza con cui le chiusure sono colpevolmente passate inosservate da parte della stampa.

Come ora ci siamo resi conto di come la Sanità Pubblica sia stata “seviziata” da insane scelte della politica fatte in funzione di bilanci e non in funzione di efficienza e servizi resi, alla stessa maniera, ma con effetti ovviamente diversi, si è fatto e si continua a fare nel TPL.

Ad ANM ed EAV chiediamo di non nascondersi dietro il pericolo di assembramenti e neanche dietro ordinanze regionali o DPCM (che, ripetiamo, non prevedono alcun blocco del servizio ferroviario e/o automobilistico) e di dichiarare chiaramente che è solo una semplice ragione di SOLDI!






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Nursing Up De Palma: «Lo stipendio dell'infermiere italiano continua a collocarsi agli ultimi posti della graduatoria europea

 Nursing Up De Palma: «Lo stipendio dell'infermiere italiano continua a collocarsi agli ultimi posti della graduatoria europea. Peggio di noi ci sono solo Grecia ed Estonia. Per non parlare delle disparità che emergono quando ...continua
La Ugl Caserta manifesta nella capitale: "Stop violenza e giù le mani dai contratti"

Una nutrita schiera di sindacalisti casertani, in rappresentanza delle categorie produttive del territorio ha partecipato nella giornata di ieri alla grande manifestazione nazionale convocata dalla Ugl, che si è svolta in Piazza SS Apostoli ...continua
Centro studi Ugl Caserta. Allerta crescita Gpl, a rischio bisogni primari

"L'attenzione che abbiamo posto sull'aumento dei prezzi, energetici e non, ci ha portato a monitorare la crescita dei costi delle famiglie in provincia di Caserta". E' quanto si evince da uno studio trasmesso questa mattina ...continua
Napoli: odissea per 885 famiglie che subiscono il distacco del gas senza preavviso a causa di problemi tra fornitori di energia

Una vera e propria odissea quella vissuta da 885 famiglie residenti a Napoli e provincia che nei giorni scorsi si sono visti interrompere senza alcun preavviso le forniture del gas, pur avendo regolarmente pagato le bollette e senza risultare morosi. ...continua
Bollette, Assoutenti: Campania maglia nera per morosità

Con nuovi rincari tariffe luce e gas rischio impennata della morosità in regione. Arera blocchi distacchi per tutta durata dell’emergenza energia come fatto durante pandemia I maxi-rincari delle tariffe luce e gas decisi ieri ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.