Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Lavoro



Per Confindustria il 2020 finirà in recessione. G. Lepre: "Non è scontato, come non lo è il meccanismo che genera il default"

(25/11/2020)

Confindustria Gianni lepre


Le previsioni di Confindustria per l'Economia tricolore non sono affatto rosee: "il 2020 finirà in recessione". "L'idea che corre lungo i corridoi del palazzo di viale dell'Astronomia - esordisce Gianni Lepre, opinionista economico del TG2 ed esperto di PMI - assomiglia più che altro ad un sondaggio funesto, un 'vox imprese' ad orologeria a compensazione, per dirla in termini matematici, delle tante e tante richieste al governo puntualmente disattese o modificate dall'esecutivo ad uso e consumo". Indubbiamente - ha continuato l'economista Lepre - le restrizioni sull'attività produttiva dovute alla pandemia da Coronavirus sono state ingenti, ma non dovute al fatto che non si aveva altra scelta. Chiudere le attività commerciali per evitare gli assembramenti, chiudere la Scuola per lo stesso mal celato motivo, sono stati indicatori del fallimento istituzionale a tutti i livelli. L'Economia di questo Paese sarebbe stata fatta salva se solo qualcuno avesse pensato a controllare flussi e deflussi. Ma l'incompetenza, l'approssimazione e la mancata aderenza al tessuto sociale nazionale ha suggerito al governo di abbassare le saracinesche invece di controllare e monitorare il territorio". Lepre ha poi proseguito: "E' da tempo che gli analisti studiano i meccanismi che conducono alle crisi economiche, e c'è un punto sul quale convergono tutti: la premeditazione di molti default. Come dice Confindustria, i segnali ci sono: 'domanda interna debole; servizi in caduta libera; occupazione ferma; debito delle imprese in aumento'. Sembra un po come se fosse capitato tutto per congiuntura astrale, ma così non è, le congiunture sono tutte estremamente umane". Lepre ha poi concluso: "Qualcuno si è mai chiesto perché l'Italia non ha agito come la Germania che ha garantito al suo sistema produttivo il 75% del fatturato a fronte del lockdown? Mai come adesso onore al merito storico, politico e culturale a Giuseppe Tomasi di Lampedusa che 2 secoli fa, nel suo capolavoro 'Il Gattopardo' scrisse: <>. Il nuovo governo Conte bis ha realizzato pienamente questo dettame, nella piena consapevolezza che una nuova recessione, paventata da Confindustria, sarebbe solo ed unicamente responsabilità di un esecutivo tutto concentrato a mantenere la poltrona più che a risollevare il Sistema Italia".






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Incontro in collaborazione con INPS sui contributi obbligatori ai fini previdenziali e assistenziali

Ieri 23 maggio 2024 si è svolto, presso la Sala Rossa dell’Istituto Tecnico Agrario “M. Vetrone”, in località Piano Cappelle, Benevento, un interessantissimo incontro, in sinergiatra l’Istituto e la sede INPS ...continua
Nasce il Distretto Urbano del Commercio a San Giuseppe Vesuviano

  Come preannunciato dal dottor Aldo Aldi, coordinatore della Commissione Straordinaria del Comune di San Giuseppe Vesuviano, durante l’incontro con gli imprenditori locali lo scorso mese di marzo, nasce il Distretto Urbano del Commercio ...continua
Pimonte approva riduzione TARI

Pimonte approva la riduzione della tassa sui rifiuti . Un grande risultato che porta la firma dell’amministrazione guidata dal sindaco Somma. Il provvedimento votato in Consiglio Comunale dalla maggioranza , con voto contrario della minoranza, ...continua
A Nola la terza edizione di “Interporti al Centro”

Terza edizione del Convegno Nazionale UIR all’Interporto di Nola. Presenti il Viceministro ai trasporti, Galeazzo Bignami, e il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca "Via l’Imu dagli immobili degli interporti. La ...continua
Il Sindacato ORSa attacca i vertici della Circumvesuviana: "Telefonare a chi è ammalato per sapere diagnosi e prognosi; assurdo"

L’inadeguatezza gestionale dei dirigenti e dei funzionari del trasporto ferroviario dell’EAV è sotto gli occhi di tutti: hanno cominciato con il cambio dell’orario dei treni, in Circumvesuviana, che se non è schizofrenico, ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences