Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Lavoro



Navigator campani legati sotto li palazzo della Regione

(05/09/2019)

 . Oggi , giovedì 5 settembre, i Navigator campani si sono simbolicamente legati sotto il palazzo della Regione Campania, per denunciare il “muro contro muro” che blocca da oltre cinquanta giorni la loro contrattualizzazione e li ha resi ostaggio di un gioco politico. La corda fatta di indifferenza, menefreghismo e cecità politica e istituzionale. Ad oggi, non vi è stata ancora nessuna risposta dai canali istituzionali se non qualche approssimativo post da social network. Le motivazioni del Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, contro la nostra contrattualizzazione non trovano più fondamento, in quanto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, in vigore da oggi, il Decreto legge che prevede la stabilizzazione dei precari Anpal. Si chiede l’immediato intervento del nuovo Esecutivo affinché con un atto concreto sblocchi la situazione paradossale che si è creata garantendo l’immediata contrattualizzazione dei Navigator. Il nuovo Governo, nella persona del Presidente Conte, ha il dovere di restituire ai Navigator la dignità di un lavoro conquistato vincendo una selezione pubblica. Nell’augurare buon lavoro alla neo Ministra, Nunzia Catalfo, madrina della Legge istitutiva del Reddito di Cittadinanza, si auspica che intervenga tempestivamente per porre fine a questa bagarre politica che si consuma sulle vite di 471 cittadini della Repubblica. Ci appelliamo altresì, al neo Ministro per il Mezzogiorno, Giuseppe Provenzano, al Ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, e al Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, di intervenire affinché una Regione del Sud riemerga da questo pantano istituzionale. La Campania, terra complessa, bella e dannata ha il più alto numero di percettori del Reddito di Cittadinanza, e non può essere accantonata, soprattutto in questa seconda e cruciale fase delle politiche attive del lavoro. I Navigator campani proseguiranno la loro protesta contro la forma di discriminazione di cui sono vittime e per il riconoscimento del loro diritto ad essere contrattualizzati, al pari dei loro colleghi nel resto d’Italia.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Scorrimento delle graduatorie degli Oss vigenti in Campania:la Regione chiama e l’Azienda Moscati risponde ottenendo l’assegnazione di 33 operator

La Regione Campania centralizza il sistema di assunzioni attraverso l’utilizzo di tutte le graduatorie vigenti e l’Azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino si aggancia alla procedura e porta a casa 33 Operatori Socio Sanitari ...continua
Incontro in collaborazione con INPS sui contributi obbligatori ai fini previdenziali e assistenziali

Ieri 23 maggio 2024 si è svolto, presso la Sala Rossa dell’Istituto Tecnico Agrario “M. Vetrone”, in località Piano Cappelle, Benevento, un interessantissimo incontro, in sinergiatra l’Istituto e la sede INPS ...continua
Nasce il Distretto Urbano del Commercio a San Giuseppe Vesuviano

  Come preannunciato dal dottor Aldo Aldi, coordinatore della Commissione Straordinaria del Comune di San Giuseppe Vesuviano, durante l’incontro con gli imprenditori locali lo scorso mese di marzo, nasce il Distretto Urbano del Commercio ...continua
Pimonte approva riduzione TARI

Pimonte approva la riduzione della tassa sui rifiuti . Un grande risultato che porta la firma dell’amministrazione guidata dal sindaco Somma. Il provvedimento votato in Consiglio Comunale dalla maggioranza , con voto contrario della minoranza, ...continua
A Nola la terza edizione di “Interporti al Centro”

Terza edizione del Convegno Nazionale UIR all’Interporto di Nola. Presenti il Viceministro ai trasporti, Galeazzo Bignami, e il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca "Via l’Imu dagli immobili degli interporti. La ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences