Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Lavoro



Economia, De Lise (commercialisti): “Resto al Sud”, non si ostacoli l’avvio di nuove attività

(17/02/2021)

Il presidente dell’Ungdcec: finanziamenti bancari in ritardo, si rischia di alzare barriere

“Per la gestione della misura “Resto al Sud”, Invitalia e ABI hanno sottoscritto una convenzione nella quale è previsto l’impegno, da parte della banca finanziatrice, a concludere l’istruttoria di merito creditizio entro 45 giorni dalla richiesta del finanziamento bancario. Eppure, da numerose segnalazioni raccolte, constatiamo che negli ultimi tempi questo termine viene puntualmente disatteso dalle banche, comportando gravi disagi ai richiedenti. Riteniamo molto grave che gli istituti di credito ostacolino la nascita di nuove attività economiche. Non è questo il momento di alzare barriere”. Lo afferma Matteo De Lise, presidente dell’Unione nazionale giovani dottori commercialisti ed esperti contabili.
“Evidentemente – evidenzia De Lise - a fronte del corposo elenco presente sul sito di Invitalia, non tutte le banche sono strutturate per rispondere in tempi certi alle richieste di accesso alla misura agevolativa. Pertanto, chiediamo ad ABI e Invitalia di vigilare e rendere note le cause di tali ritardi, al fine di ridurre i disagi dei soggetti coinvolti. Come Unione, abbiamo segnalato il problema agli Organi di riferimento e stiamo lavorando con le nostre commissioni a nuove proposte da presentare per trovare insieme le migliori soluzioni possibili”.
“Ricordo che “Resto al Sud” è una misura gestita da Invitalia che vuole sostenere la nascita di nuove imprese e attività libero professionali e l’ampliamento e la diversificazione delle attività nate dopo il 21 giugno 2017, da parte degli under 55 nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree colpite dal sisma di Lazio, Marche e Umbria. Una misura di successo, visti i dati aggiornati al 31 dicembre scorso: 7.029 iniziative finanziate, 226 milioni di agevolazioni concesse e 26.561 posti di lavoro creati”, spiega De Lise.
“Infine, segnaliamo che, nella maggior parte dei casi, le imprese e i professionisti che scelgono di proporre un progetto per partecipare a “Resto al Sud”, lo fanno con il supporto di un dottore commercialista, sia nella fase di presentazione della business idea che in quella successiva di rendicontazione della spesa. Ma per molti enti erogatori questo supporto specialistico non viene ritenuto ammissibile a finanziamento. Perché?”.

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Incontro in collaborazione con INPS sui contributi obbligatori ai fini previdenziali e assistenziali

Ieri 23 maggio 2024 si è svolto, presso la Sala Rossa dell’Istituto Tecnico Agrario “M. Vetrone”, in località Piano Cappelle, Benevento, un interessantissimo incontro, in sinergiatra l’Istituto e la sede INPS ...continua
Nasce il Distretto Urbano del Commercio a San Giuseppe Vesuviano

  Come preannunciato dal dottor Aldo Aldi, coordinatore della Commissione Straordinaria del Comune di San Giuseppe Vesuviano, durante l’incontro con gli imprenditori locali lo scorso mese di marzo, nasce il Distretto Urbano del Commercio ...continua
Pimonte approva riduzione TARI

Pimonte approva la riduzione della tassa sui rifiuti . Un grande risultato che porta la firma dell’amministrazione guidata dal sindaco Somma. Il provvedimento votato in Consiglio Comunale dalla maggioranza , con voto contrario della minoranza, ...continua
A Nola la terza edizione di “Interporti al Centro”

Terza edizione del Convegno Nazionale UIR all’Interporto di Nola. Presenti il Viceministro ai trasporti, Galeazzo Bignami, e il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca "Via l’Imu dagli immobili degli interporti. La ...continua
Il Sindacato ORSa attacca i vertici della Circumvesuviana: "Telefonare a chi è ammalato per sapere diagnosi e prognosi; assurdo"

L’inadeguatezza gestionale dei dirigenti e dei funzionari del trasporto ferroviario dell’EAV è sotto gli occhi di tutti: hanno cominciato con il cambio dell’orario dei treni, in Circumvesuviana, che se non è schizofrenico, ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences