Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Lavoro

Confesercenti Napoli: biglietti mezzi pubblici, rivenditori in agitaizione

(10/09/2018)

Le associazioni di edicolanti e di tabaccai di Napoli in protesta con Consorzio Unico e Scarl Giraservice per l’ennesima diminuzione dell’aggio (dal 3.5% al 3%) sul titolo di viaggio per i trasporti pubblici.
Il presidente di Confesercenti Vincenzo Schiavo: «Decisione unilaterale inaccettabile, chiediamo un incontro urgente».


I rivenditori dei titoli di viaggio per il trasporto pubblico a Napoli e provincia sono in agitazione a causa della decisione di abbassare - ulteriormente - l’aggio sulla vendita dei biglietti dal 3,5% al 3 % dal primo settembre scorso. La decisione è stata presa unilateralmente dalla Scarl “Giraservice”, ovvero la ditta che ha vinto di nuovo la gara d’appalto indetta dal Consorzio Unico Campania per la commercializzazione dei biglietti. La Confesercenti di Napoli, e le associazioni a essa legate, FeNaGi, (Federazione Nazionale Giornalai) e AssoTabaccai, esprimono dissenso nei confronti di Consorzio Unico Campania e Scarl Giraservice. La protesta è per la decisione presa e sin da fine luglio hanno sollecitato - con lettere ufficiali - un incontro urgente con tutti i soggetti coinvolti (Comune di Napoli, Anm, Consorzio Unico Campania, Giraservice ) per trovare una soluzione. L’Assessorato al Commercio del Comune di Napoli, con l’assessore Enrico Panini in testa, ha parimenti sollecitato un incontro per trovare una risoluzione, e lo stesso hanno fatto sia l’Assessorato ai Trasporti (con l’assessore Mario Calabrese) che l’ANM di Napoli. Continue e ufficiali - e per ora vane - le richieste di Confesercenti, FeNaGi e Assotabaccai di istituire un tavolo comune di discussione per trovare le giuste soluzioni. Le proteste delle associazioni di categoria sono volte anche a tutelare gli utenti, dal momento che FeNaGi e Assotabaccai sono disponibili a fornire un servizio indispensabile per viaggiatori, turisti e per le stesse aziende di trasporto cittadine.
«Non possiamo accettare questa riduzione dell’aggio – commenta Vincenzo Schiavo, presidente Confersercenti di Napoli – sia perché è stata decisa unilateralmente un’importante condizione contrattuale senza alcun confronto ma anche perché grava sulla già delicata situazione economica in cui versa la categoria degli edicolanti per la crisi della vendita quotidiani e periodici, col rischio di perdita di posti di lavoro

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Scuola Bonito Cosenza, la dirigente Maria Giugliano va in pensione

Una donna autorevole dal cuore d'oro. Una preside signorile, professionale, sempre disponibile al confronto e al dialogo. Una dirigente elegante che ha retto per quindici anni la Bonito Cosenza trasformandola in una scuola aperta al territorio ...continua
Ugl Caserta. Palumbo chiama a raccolta la provincia: "Povertà dilagante, è tempo di aprire un contenzioso con le istituzioni"

"I dati sulla povertà assoluta diramati questa mattina dall'Istat sono terrificanti" è quanto ha dichiarato il Segretario Territoriale della Ugl Caserta Ferdinando Palumbo a margine di un focus sindacale. "Caserta ...continua
Turismo, Napoli cresce. Malfatti (ACQUA Napoli Est): "Investire ora sulle periferie!"

In queste ore il Comune di Napoli ha diffuso i primi dati relativi all'afflusso turistico della stagione: solo nel primo weekend di maggio sono state registrate oltre 97mila presenze e il trend è in costante crescita, come testimonia ...continua
CNA orafi incontra la filiera campana

Romualdo Pettorino (presidente orafi campani Cna): “prendere per mano il settore creando sinergie positive e propositive” Confronto, dibattito e sinergie questa la visione globale di CNA orafi che ad Oromare ha incontrato la filiera ...continua
Cammarano: “Ospedale Roccadaspide, si arruolino medici e si riattivino reparti chiusi”

“L’ennesimo trasferimento di un medico ha portato alla chiusura, inevitabile, anche del reparto di Cardiologia dell’ospedale di Roccadaspide, uno dei pochi in Campania in cui si effettuano i test al cicloergometro, l’eco-stress ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.