Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Economia / Lavoro



Comune di Boscoreale, intervento dell’assessore ai tributi, Langella, su commercinati che non vorrebbero pagare la Tari a causa del lockdown

(17/11/2020)

Sulle lamentele dei commercianti, intensificatesi in questi ultimi giorni, che non vorrebbero pagare la Tari per i mesi in cui le attività sono state ferme a causa del lockdown, interviene l’assessore ai tributi Giuseppe Langella che spiega “In questi giorni ci stanno pervenendo rimostranze da parte dei commercianti che ritengono ingiusto dover pagare la Tari anche per il periodo di lockdown in cui sono rimasti chiusi. A tal riguardo - afferma Giuseppe Langella -  va preliminarmente precisato che ai sensi della vigente normativa, il Comune, che peraltro com’è noto è in predissesto, è tenuto, senza alcuna deroga, ad assicurare la copertura integrale del costo sostenuto per il servizio rifiuti urbani. Va anche evidenziato che le varie norme che si sono succedute in concomitanza con l’esplosione della pandemia da Covid-19, non hanno contemplato alcuna sospensione dei tributi locali, né altri interventi in materia di fiscalità locale. Ciò detto - continua l’assessore Langella -, l’amministrazione comunale, sensibile alle esigenze della comunità, e nell’ambito delle sue limitate competenze in materia, ha inteso adottare strumenti di sollievo nel contesto economico sanitario determinatosi, posticipando l’inizio del versamento della Tari a ottobre, diluendola in quattro rate. Sono consapevole delle difficoltà incontrate dalla stragrande maggioranza degli operatori commerciali, ai quali va la mia solidarietà, per gli effetti devastanti del lockdown della scorsa primavera e degli ulteriori che subiranno dalle nuove restrizioni imposte in queste settimane, ma purtroppo la legge non ci consente di poter assumere alcun provvedimento di sospensione o riduzione della tassa. Con l’occasione intendo ricordare che grazie al mio impegno, e a quello del Consiglio comunale, è stato possibile modificare il regolamento Tari introducendo l’opportunità per i contribuenti di rateizzare fino a sessanta rate (prima erano ventiquattro) i debiti con l’Ente, ed eliminando anche le garanzie bancarie, e quello della Cosap, per le aree esterne, riducendo di gran lunga il canone di occupazione di suolo pubblico. Nell’ambito, poi, delle altre mie deleghe - conclude l’assessore Langella - informo che stiamo lavorando per la costituzione del forum dei giovani, un organismo importante per la crescita dei nostri giovani, mentre prosegue la massima collaborazione con tutte le associazioni presenti sul territorio, che si è concretizzata anche con il patrocinio di quasi tutti gli eventi che si sono svolti nella nostra città”.






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Incontro in collaborazione con INPS sui contributi obbligatori ai fini previdenziali e assistenziali

Ieri 23 maggio 2024 si è svolto, presso la Sala Rossa dell’Istituto Tecnico Agrario “M. Vetrone”, in località Piano Cappelle, Benevento, un interessantissimo incontro, in sinergiatra l’Istituto e la sede INPS ...continua
Nasce il Distretto Urbano del Commercio a San Giuseppe Vesuviano

  Come preannunciato dal dottor Aldo Aldi, coordinatore della Commissione Straordinaria del Comune di San Giuseppe Vesuviano, durante l’incontro con gli imprenditori locali lo scorso mese di marzo, nasce il Distretto Urbano del Commercio ...continua
Pimonte approva riduzione TARI

Pimonte approva la riduzione della tassa sui rifiuti . Un grande risultato che porta la firma dell’amministrazione guidata dal sindaco Somma. Il provvedimento votato in Consiglio Comunale dalla maggioranza , con voto contrario della minoranza, ...continua
A Nola la terza edizione di “Interporti al Centro”

Terza edizione del Convegno Nazionale UIR all’Interporto di Nola. Presenti il Viceministro ai trasporti, Galeazzo Bignami, e il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca "Via l’Imu dagli immobili degli interporti. La ...continua
Il Sindacato ORSa attacca i vertici della Circumvesuviana: "Telefonare a chi è ammalato per sapere diagnosi e prognosi; assurdo"

L’inadeguatezza gestionale dei dirigenti e dei funzionari del trasporto ferroviario dell’EAV è sotto gli occhi di tutti: hanno cominciato con il cambio dell’orario dei treni, in Circumvesuviana, che se non è schizofrenico, ...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences