Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cultura / Teatro



Prosegue a pieno ritmo la rassegna “Scenariammare” dello IAV Club.

(01/11/2023)

Dopo i successi di pubblico e critica della prima settimana di programmazione’ dello spettacolo “L’Avaro da Molière” per la regia di Salvatore Sannino, si replica dal 3 al 5 novembre, nella splendida cornice dell’unico teatro affacciato sul mare dello IAV Club, situato in Napoli alla via Nazario Sauro, 23.

L’opera, tratta dalla commedia di Molière ha un cast d’eccezione: Ciro Villano, Cosimo Alberti, Danilo Rovani, Veria Ponticiello, Vito Amato, Martina Andrea Vinciguerra, Clelia della Corte, Claudio Cirella, Edoardo Esposito e Antonio De Pasquale.

Nulla resiste al tempo. I metalli più resistenti, le rocce più dure si sgretolano sotto la forza del passare degli anni che lasciano solo polvere. Ciò che riesce a resistere è una delle cose più delicate che l’uomo abbia creato: la carta. Non la carta in quanto tale, ma come elemento che custodisce fatti che si tramandano di secolo in secolo. L’Avaro è tra questi. Il segreto di questa longevità è in ciò che tratta: i sentimenti che vivono con l’uomo.

Si è solito pensare che lo spettacolo scritto da Molière, sia comico, in realtà è un dramma non causato da avvenimenti esterni, ma dalle azioni legate alla scelleratezza dell’essere umano. 

Arpagone è un simbolo della miseria umana, intesa come la capacità di auto distruzione che l’umanità ha dimostrato di saper fare in modo encomiabile nel corso dei secoli. Arpagone non è avaro solo per i soldi, è avaro di sentimenti, è avaro nell’amore per la vita, per gli altri, per i figli. Ed è talmente drammatico che fa ridere. Da sempre. Perché goffo, inopportuno, ignorante e talmente legato alla sua “cassetta”, che è simbolo di ogni materialità, che fa perdere di vista il senso stesso della vita. Ecco Arpagone è tragico perché non vive. Ma accumula. Non ride perché pensa, sempre, e chi pensa non gode della beltà dell’esistenza.

Tuttavia proprio per questo fa ridere. Da secoli. Segno che l’avarizia vive con l’uomo.

Noi abbiamo deciso di raccontarlo forzando il testo, portando alle estreme conseguenze i dialoghi, che rasentano il cinismo, con le scene che si spostano secondo il percorso degli attori. Perché sono gli uomini che determinano i fatti e le situazioni, spesso con risultati negativi per la stessa umanità.

Ma qui Arpagone pensa di essere il dominus, ed in realtà, è giocato da tutti. Dai servi, senza camicia, che tramano alle spalle del padrone, e la figlia, unica a tenere testa al padre – padrone, alla serva Frosina, che lavora sopra e sotto il tavolo senza alcuno scrupolo. Forse unica vittima di questo stato di cose è il fratello gemello, più piccolo di soli 2 minuti, asservito alle volontà del primogenito, divenuto destinatario della vita e della morte di tutti per volontà del padre defunto.  Il finto servo, il prologo e Don Anselmo completano la storia fin troppo nota. Nella nostra narrazione, tuttavia, vi è una sorpresa che non sveliamo per ovvi motivi.

Il palco è nudo, come nudo è il nostro principe. Le scene, come detto si spostano per creare ambienti, quasi labirinti, contorti come il protagonista. I costumi sono tutti in pelle. Una pelle cattiva che l’umanità non riesce a scrollarsi di dosso, come già se ne era accorto Moliere.

Ticket al botteghino e online al link https://py.pl/2189oo € 15,00

Info 3343013800

Ancora eventi da non perdere in programmazione per la rassegna teatrale “Scenariammare” che proseguirà fino al 12 aprile 2024:

L’11 novembre Sesso Matto Napoletano, nuova esilarante commedia del duo Carmelo Bruna;

Dal 18 novembre Liberiaimago in Indifferentemente, voci e suoni del Sud di Francesco Luongo e Laura Cuomo;

Il 2 dicembre Lo Cunto dello Canto Napolitano di e con Pino De Maio;

Dall’8 dicembre I due della Città del Sole, Gigi Savoia in L’Amico di Papà, di L. Scarpetta per la regia Salvo Lamola;

Il 14 dicembre Tombola artistica a cura del cabarettista Peppe Sole;

Il 28 dicembre Imbarazzantissima Tombola con Margherita Salvi;

Il 29 dicembre Natalizia “Canti e Cunti sul Natale con Cosimo Alberti;

L’intero programma è consultabile sul sito www.inartevesuvio.com, sulle pagine social @iavclub.

Per info e prenotazioni, cell. 3343013800

 






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Al Teatro Bellini di Napoli andrà in scena Hokuspokus

Hokuspokus è il nuovo spettacolo della compagnia tedesca Familie Flöz che torna ospite al Teatro Bellini. Lo spettacolo nasce dal concetto di creazione per arrivare a raccontarci la storia di una vita. Siamo nel giardino dell’ ...continua
Al Teatro Civico 14 di Caserta, Salvatore D'onofrio protagonista di "Fine Pena Ora"

Venerdì 19 aprile ore 21.00 arriva sul palcoscenico del Teatro Civico 14 di Caserta, Fine pena Ora, storia di un’amicizia impossibile, una corrispondenza durata 34 anni fra un ergastolano e il giudice che l’ha condannato. In scena, ...continua
Napoli - Quadrifoglio in Arena: il teatro all'aperto

Massimiliano Gallo, Francesco Cicchella, Paolo Caiazzo e Biagio Izzo per l’estate comica napoletana. Per la prima volta l’Arena Flegrea lancia una campagna abbonamento a partire da euro 69,00 Prevendite attive su Etes.it È ...continua
Al teatro Cilea di Napoli va in scena Serena Autieri

Penultimo appuntamento per la stagione teatrale 2023-2024 del Teatro Cilea di Napoli, di scena la straordinaria Serena Autieri in “La Sciantosa” un one-woman show in scena dall'18 al 21 Aprile. “Come facette mammeta”, ...continua
In scena al teatro Politeama di Napoli l’Opera di Verdi La Traviata

Domenica 21 aprile ore 18, al Politeama di Napoli (Via Monte di Dio 80), appuntamento con “La Traviata” del Sicilia Classica Festival. L’Opera di Verdi sarà in scena con la regia di Lorenzo Lenzi e un cast di calibro internazional...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.





Update cookies preferences