WhatsApp: 338.868.60.22Canale WhatsApp  
  Live Streaming  Team  Redazione  Archivio  WebTV
Reportweb.tv
Vai all'indice Cultura / Istruzione

Primo edificio del Centro di Biotecnologie e Medicina Traslazionaledell’Università di Torino

(30/06/2020)

Con un ampliamento di 30.000 mq del progetto sull’area ex Scalo Vallino, il Centro di Biotecnologie e Medicina Traslazionaledell’Università di Torino si presta ad essere uno dei principali poli di ricerca del territorio piemontese e nazionale destinato all'insediamento di attività di ricerca che favoriranno la sinergia tra gruppi provenienti dai Dipartimenti di Biotecnologie, di Neuroscienze, di Tecnologie del Farmaco e Medicina dell'Università di Torino, ma anche a diventare un luogo aperto a incubatori di impresa e a parte del BiomedicalEngineering del Politecnico di Torino. Il primo lotto, realizzato a cura della Fondazione CIRP con il contributo della Regione Piemonte (15 milioni di euro), dell’Università di Torino (5 milioni di euro) e della Fondazione San Paolo (5 milioni di euro) sarà ultimato entro la fine di agosto.
Già dal mese di settembre, dopo i primi collaudi dell'opera, inizieranno i primi trasferimenti delle attività di ricerca.Il secondo lotto, realizzato dall’Ateneo a completamento dell’edificio in costruzione, vedrà l'inizio dei lavori a fine luglio.A darne l’annuncio, a pochi giorni del taglio del nastro l’assessore regionale alla Ricerca e ai Rapporti con l’Università, Matteo Marnati, e il Rettore dell’Università di Torino, Stefano Geuna.
«Si sta concretizzando la realizzazione di una infrastruttura fondamentale per l'ampliamento del centro di biotecnologie molecolari - ha spiegato Marnati - E questo permetterà a Torino e al Piemonte di realizzare uno dei centri di ricerca più grandi d'Italia. Ci sono molte aziende che aspettano di insediarsi e di creare nuove occupazioni».
«Il nuovo Centro di ricerca di Biotecnologie e Medicina traslazionale - ha spiegato il Rettore dell’Università di Torino, Stefano Geuna - è un importante investimento dell'Università di Torino per mettere a sistema la filiera della salute e della ricerca medica aprendola al territorio e alle imprese. Rispetto alla domanda di salute ed alle attese di adeguatezza e sostenibilità di modelli e strutture, gli investimenti in edilizia sanitaria e tecnologica da una parte e l’innovazione della ricerca, costituiscono elementi fondamentali di cambiamento per essere pronti alle sfide del futuro. In questo senso il Centro rappresenta un importante passo avanti verso il piano di sviluppo del settore della ricerca avanzata in campo medico nell'ottica del futuro Parco della Salute».






Ti è piaciuto l'articolo? Vuoi scriverne uno anche tu? Inizia da qui!

Boscoreale - Mensa scolastica

settore pubblica istruzione rende noto che sono aperte le iscrizioni al servizio mensa scolastica per l’anno scolastico 2021/2022, che è rivolto a tutti gli alunni frequentanti le scuole pubbliche dell’infanzia, primaria e secondaria ...continua
Boscoreale - Attivato il "Centro Ludico Educativo"

E’ attivo da ieri il “Centro Ludico Educativo” promosso dall'assessorato alle politiche sociali che, presso il Centro Pastorale del Santuario Parrocchia Maria SS Liberatrice dai Flagelli, svolge un servizio rivolto a bambini ...continua
Uno stabiese riceve il premio Phralìpé 2021 solidarietà e fratellanza

(24/10/21)L’associazione Them romanó Onlus all' unanimità riconosce  allo stabiese Sandro Turcio il Premio Phralipé Solidarietà e Fratellanza con la motivazione di essersi ...continua
Castellammare di Stabia. Disastro scuola, disservizi nelle mense e trasporto scolastico

L' organizzazione de i Progressisti non ci sta a subire la propaganda ingannevole sulle condizioni delle scuole stabiesi, atte a sviare le mancanze amministrative nei confronti delle piccole allieve, allievi, le rispettive ...continua
"A scuola in Europa": 15 borse di studio di Intercultura per ragazzi degli istituti tecnici e professionali di Campania, Lombardia e Piemonte

Fondazione Giovanni Agnelli, Fondazione Cav. Lav. Pesenti e UniCredit Foundation in partnership con Fondazione Intercultura annunciano il progetto “A Scuola in Europa”: 15 borse di studio per studenti di Istituti Tecnici e Professional...continua


Reportweb.tv ® tutti i diritti sono riservati | Powered by Reportweb
Reportweb.tv. Testata giornalistica on line. Editore A.L.I.A.S. Iscrizione Tribunale di Arezzo N°5 del 29/11/2017.